BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

Squalifica Destro/ Video news, Caressa si infuria contro la prova tv

Pubblicazione:giovedì 10 aprile 2014 - Ultimo aggiornamento:giovedì 10 aprile 2014, 20.02

Mattia Destro, 13 gol in campionato (Infophoto) Mattia Destro, 13 gol in campionato (Infophoto)

VIDEO NEWS SQUALIFICA DESTRO - Continuano le polemiche e le discussioni sulla squalifica comminata a Mattia Destro. Quattro giornate (una sarebbe comunque scattata per la diffida) attraverso la prova tv per la manata contro Davide Astori in occasione di Cagliari-Roma. Il marchigiano ha realizzato una tripletta nel 3-1 con cui i giallorossi hanno espugnato il Sant'Elia per la prima volta dal 1995; in campo l'arbitro Davide Massa non si è accorto di nulla, ha fischiato un calcio di punizione in favore del Cagliari per l'eccessiva foga con cui Destro pressava Astori ma poi ha ammonito il difensore isolano per una reazione nei confronti dell'avversario, che era crollato a terra senza essere toccato. Le immagini hanno fatto chiarezza circa la manata di Destro, e così sono scattate le tre giornate; Massa ha ammesso di non aver visto l'episodio, dando così adito all'utliizzo del video. E proprio su questo Fabio Caressa, direttore di Sky Sport 24 e noto telecronista, ha puntato la sua "invettiva": negli studi dell'emittente satellitare si è lasciato andare ad un'accusa nei confronti della Giustizia Sportiva, sostenendo che di fatto l'episodio rischia di creare un precedente e che, se le cose stanno così, da adesso tutte le squadre chiederanno la prova tv per stabilire se una chiamata dell'arbitro fosse giusta o meno. "Così non è più prova tv, è moviola" ha detto. E, pur stigmatizzando il gesto di Destro ("più la simulazione che la manata"), si è augurato che il ricorso presentato dalla Roma venga accolto proprio per non creare precedenti. Tuttavia ci sentiamo di dire che, nel rispetto delle opinioni di tutti e applaudendo Caressa per aver comunque detto che Destro ha sbagliato e meritava il rosso sul campo (non tutti lo hanno fatto, perdendosi in livori e polemiche ispirate dai colori e i nomi delle maglie), ci sono due inesattezze. La prima riguarda proprio il motivo per cui è stata utilizzata la prova tv. Vero che l'arbitro stava guardando quell'azione e l'ha giudicata, tanto che ha fischiato punizione (e questo è stato ricordato anche dal direttore generale della Roma Mauro Baldissoni); ma è anche vero che l'episodio era "coperto" essendo i due giocatori di schiena, e dunque tecnicamente Massa non ha realmente visto. In più, quando parla di caso che farebbe giurisprudenza, Caressa non ricorda quello che accadde proprio con la Roma protagonista. Partita interna contro la Fiorentina, 8 dicembre 2012 (curiosamente, la stessa data della sfida di questa stagione): Pjanic protegge palla sulla riga laterale sinistra (rispetto all'attacco giallorosso), Ruben Olivera commette fallo e poi gli calpesta la gamba in modo volonario. L'arbitro, allora Banti, vede tutto e deve anche sedare un principio di rissa; ammonisce l'uruguayano per il fallo, ma gli sfugge la condotta violenta evitandogli così un rosso diretto. Per questo venne utilizzata la prova tv, che portò a tre giornate di squalifica. Esattamente lo stesso caso, e il Corriere dello Sport che ha titolato "Così no!" commentando la squalifica di Destro lo aveva ricordato a suo tempo, con ben altri toni. 

CLICCA QUI PER IL VIDEO DI FABIO CARESSA CHE COMMENTA IN TONO POLEMICO LA DECISIONE DI SQUALIFICARE DESTRO CON LA PROVA TV


  PAG. SUCC. >