BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

Parigi-Roubaix 2014/ Video, la vittoria di Terpstra (ciclismo)

Pubblicazione: - Ultimo aggiornamento:

Fabian Cancellara in azione alla Roubaix 2013 (da Facebook)  Fabian Cancellara in azione alla Roubaix 2013 (da Facebook)

VIDEO PARIGI-ROUBAIX 2014, VINCE L’OLANDESE NIKI TERPSTRA: LA GARA Si è da poco conclusa l’edizione 2014 (la 112esima) della Parigi-Roubaix, la classica gara che si svolge nel nord della Francia, in prossimità della frontiera belga, la seconda domenica d'aprile di ogni anno. Al termine dei 257 chilometri totali, dopo una corsa raramente così combattuta, ad avere la meglio è stato l’olandese Niki Terpstra (Omega Pharma – QuickStep), seguito dal tedesco John Degenkolb (Giant-Shimano) e lo svizzero Fabian Cancellara (Trek). Quarto posto per il belga Vanmarcke, poi il ceco Stybar e lo slovacco Sagan. Ben undici uomini si sono presentati a giocarsi la vittoria a pochi chilometri dall’arrivo, ma alla fine Terpstra è scattato a un passo dalla fine e ha concluso davanti a tutti gli altri. Anche quest’anno il durissimo tratto nella Foresta di Arenberg si è fatto sentire: lo ha scoperto a sue spese Alexander Kristoff, recente vincitore della Milano-Sanremo, che lì ci ha lasciato una ruota. Una volta rientrato, è stato costretto a ritirarsi dopo un’altra caduta. La gara si è però definitivamente accesa con un’altra caduta “eccellente”, quella di Cancellara: il suo compagno di squadra Irizar, cadendo sull’asfalto tentando di salire su un marciapiede, ha spezzato in due tronconi il team Trek lasciando indietro il capitano svizzero, subito attaccato da Tom Boonen. E’ poi partito l’attacco fino al ricongiungimento, ed è stato un tutti contro tutti mozzafiato: alla fine Terpstra è scattato a cinque chilometri dal traguardo, lasciando indietro gli altri e conquistando la vittoria.

PARIGI-ROUBAIX 2014 STREAMING VIDEO E DIRETTA TV: COME SEGUIRE LA CORSA (CICLISMO) – E' l'olandese Niki Terpstra della Omega Pharm-Quick Step ad aggiudicarsi la Parigi-Roubaix del 2014. Il corridore di 29 anni, che in passato è stato anche un pistard e ha vinto la classifica degli scalatori del Deutschland Tour, entra da solo nel velodromo sfruttando l'ottimo lavoro della sua squadra che tiene a bada il gruppo e lo lancia verso la sua vittoria; nessuno lo rimonta e così la volata si risolve solo in una corsa al secondo posto, che alla fine si aggiudica John Degenkolb su Fabian Cancellara. E' stata una gara entusiasmante, segnata anche dagli attacchi durante il percorso di Peter Sagan e dall'iniziativa di Tom Boonen, che a lungo è stato in testa alla corsa facendo pensare a una vittoria. Così non è stato e Terpstra ha potuto festeggiare in lacrime quella che è la vittoria più importante della sua carriera.

PARIGI-ROUBAIX 2014 STREAMING VIDEO E DIRETTA TV: COME SEGUIRE LA CORSA (CICLISMO) – Si corre oggi l’edizione numero 112 della Parigi-Roubaix, forse la più celebre di tutte le classiche del ciclismo (clicca qui per la lista ufficiale dei corridori partecipanti alla Parigi-Roubaix 2014). Una corsa affascinante ma spietata e massacrante. Una gara caratterizzata dal fatto di essere completamente pianeggiante, ma nonostante questo difficilissima. I 257 km del percorso che separano la capitale francese Parigi (o ad essere più precisi Compiegne, dove la partenza è collocata fin dal 1968) da Roubaix, cittadina nei pressi di Lilla, a pochissimi chilometri dal confine con il Belgio, sono infatti disseminati dalla bellezza di 28 tratti in pavé, che rendono difficilissimo affrontare questa corsa, non a caso definita “L'Inferno del Nord”, soprannome che non ha bisogno di ulteriori commenti. I punti più celebri di questa corsa sono la Foresta di Arenberg, probabilmente il tratto più difficile in assoluto anche se distante circa 95 km dall'arrivo, e poi gli altri due tratti in pavé di Mons en Pevele e del Carrefour de l'Arbre, anch'essi molto impegnativi e fondamentali per l'esito della corsa perché molto più vicini al traguardo, cioè al leggendario velodromo di Roubaix, dove i migliori si disputeranno il successo in volata, naturalmente solo se non ci sarà invece un arrivo in solitaria. La storia di questa corsa inizia addirittura nel 1896, ed è stata interrotta solo nel corso delle due guerre mondiali. La nazione con più vittorie è il Belgio (ben 55), davanti a Francia ed Italia, che vantano rispettivamente 28 e 13 trionfi. La Roubaix è però la classica che da più tempo non viene vinta da ciclisti italiani, l'unica mai vinta nel terzo millennio visto che l'ultimo successo azzurro risale al 1999 con Andrea Tafi, mentre l'anno prima c'era stata la seconda vittoria dell'indimenticabile Franco Ballerini. I dominatori degli ultimi anni sono – come anche al Giro delle Fiandre – il belga Tom Boonen e lo svizzero Fabian Cancellara. Boonen ha vinto ben quattro edizioni (2005, 2008, 2009 e 2012), come solo il suo connazionale Roger De Vlaeminck ha saputo fare nella storia, mentre Cancellara ha trionfato nel 2006, 2010 e 2013, e ora punta a fare poker e anche doppietta con il Fiandre vinto domenica scorsa. Proprio l'elvetico è il favorito numero uno, inseguito soprattutto da molti belgi, guidati naturalmente da Boonen ma anche da Sep Vanmarcke, secondo un anno fa perdendo in volata proprio contro Cancellara e terzo nel Fiandre di quest'anno (clicca qui per il pronostico di Fabio Baldato). La storia di questa corsa è piena di episodi celebri, azioni eroiche, beffe ed exploit a sorpresa: servirebbe un libro per parlarne in modo esaustivo, ma in questa sede ci dobbiamo limitare a ricordarvi come si potrà seguire questo nuovo capitolo di una storia secolare. Per seguire tutte le emozioni della Parigi-Roubaix 2014 ci sarà una lunga diretta tv, che avrà inizio già alle ore 12.50 su Rai Sport 2 (canale 58 del telecomando), per poi passare dalle ore 15.05 circa su Rai Tre, sempre con la telecronaca di Francesco Pancani e il commento tecnico di Silvio Martinello, che ha sostituito Davide Cassani, da quest'anno c.t. della Nazionale azzurra. Per chi invece non potesse mettersi davanti a un televisore oggi pomeriggio, ricordiamo anche la possibilità di seguire la Parigi-Roubaix in streaming video sul sito Internet ufficiale della Rai (www.rai.tv). Infine i social network, dove segnaliamo in particolare la pagina Facebook ufficiale (Paris-Roubaix) e il profilo Twitter ufficiale @ParisRoubaix_. E adesso, che lo spettacolo cominci: la parola va alla strada.

CLICCA QUI PER SEGUIRE IN DIRETTA STREAMING VIDEO SU RAI.TV LA PARIGI-ROUBAIX 2014 DI CICLISMO (dalle ore 12.50, poi dalle 15.05 su RaiTre)



© Riproduzione Riservata.