BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Calcio e altri Sport

Probabili formazioni/ Barcellona-Real Madrid, ultime novità: gli assenti (Coppa del Re, finale)

Foto InfophotoFoto Infophoto

Ecco cosa ha detto l'allenatore Carlo Ancelotti nella conferenza stampa alla vigilia: “Cristiano Ronaldo ci mancherà, ma ho fiducia in questa squadra, che ha saputo far bene spesso anche con assenze importanti. Speriamo sia così anche domani (oggi, ndR). Cristiano è un giocatore incredibile, ma il fatto che non ci sarà servirà da motivazione a dare di più per tutti gli altri. Farlo giocare sarebbe un rischio. Abbiamo tante partite importanti da qui a fine stagione e Cristiano ci serve. Perché non l’ho fatto riposare prima? Perché non ne aveva bisogno. Non credo che il Barcellona sia in crisi, il loro possesso palla è lo stesso del passato. Il segreto per batterli è avere noi il pallino del gioco. Nella partita di ritorno in campionato ci siamo riusciti, ma poi abbiamo fatto piccole imprecisioni che ci sono costate la gara. Io sono molto, molto ottimista. I calci di rigore? Ci siamo allenati poco su questo aspetto. I rigori sono più una questione mentale che fisica. Piuttosto abbiamo studiato come non commettere errori in difesa e concedere al Barcellona tiri dal dischetto durante i 90’...”. Ancelotti punta a vincere la Coppa del Re dopo avere già conquistato Coppa Italia e Fa Cup e farà affidamento su Casillas, che in questa stagione non ha ancora subito nemmeno un gol in otto partite di Coppa del Re, mentre in avanti ci sarà il tridente con le ali Bale e Di Maria e la punta centrale Benzema per quello che dunque potrebbe anche essere un 4-3-2-1, mentre a centrocampo ci sarà uno splendido mix di qualità, gioventù ed esperienza con Modric, Xabi Alonso e Isco.

Tra i giocatori a disposizione di Ancelotti, spicca certamente la presenza dei giovani Illaramendi e Morata, elementi in grado di garantire un contributo importante in termini di qualità di gioco ed efficienza in attacco, anche se le numerose assenze limiteranno le possibilità del mister di attingere da una rosa di lusso a partita in corso.

Infatti, se il Barcellona piange nemmeno il Real è messo benissimo quanto ad infortuni. Naturalmente spicca l'assenza di Cristiano Ronaldo, ma l'elenco è piuttosto lungo visto che comprende anche altri quattro nomi di buona importanza, dallo sfortunatissimo Khedira (che si infortunò già a novembre) ad Arbeloa, e poi Jesé e Marcelo. Situazione non facile per una squadra ancora in corsa su tre fronti.