BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

Sport Plus 4 You/ News, Pozzi: un nuovo modo di fare calcio, dalla Procura alla fiscalità (esclusiva)

Pubblicazione:martedì 15 aprile 2014 - Ultimo aggiornamento:martedì 15 aprile 2014, 13.04

Foto Infophoto Foto Infophoto

SPORT PLUS 4 YOU NEWS, MATTEO POZZI PRESENTA L'INIZIATIVA (ESCLUSIVA) - Educare e formare nel mondo del calcio odierno? Un'impresa difficile. Eppure c'è chi prova a farlo: dall'iniziativa di Fulvio Collovati e di alcuni professionisti uniti dalla passione per lo sport è nata Sport Plus 4 You, che si propone di fornire servizi integrati volti a portare certi valori educativi. Si va dalla procura sportiva all'educazione nelle scuole, dal miglioramento degli aspetti tecnici all'aiuto su tematiche legali e fiscali. Insomma: l'atleta viene seguito in tutto il suo percorso. Un progetto ambizioso, ma che sta iniziando a dare i suoi frutti anche attraverso percorsi di formazione e convegni. Come uno il prossimo 10 giugno (segnatevi la data) di cui ha parlato in esclusiva a IlSussidiario.net l'Avvocato Matteo Pozzi, esperto di diritto sportivo e da poco consulente e referente della parte legale del Coni Lombardia scuola dello sport.
Cosa sta alla base di Sport Plus 4 You? E' molto semplice: c'è l'idea, che principalmente viene da Fulvio Collovati, di cercare di provare a lavorare portando valori come etica, correttezza e professionalità in un mondo in cui a volte sfuggono e non si ritrovano. Non pretendiamo di essere i migliori, nè lo vogliamo essere: puntiamo a fare diversamente dagli altri. Il nostro motto è "Tu pensa a vincere, al resto pensiamo noi".
Cosa significa nel concreto? Offriamo servizi allo sport a 360 gradi. Dall'aspetto delle procure, ovvero seguire i giovani - e non solo - nella loro carriera sportiva, mettendo loro al centro e facendoli migliorare trovando dei club ideali per farli crescere; a tutti gli aspetti collaterali come la scuola, lo sponsor tecnico, gli aspetti legali e fiscali; e arrivando a tutto ciò di cui l'atleta possa necessitare.
Con quanti ragazzi lavorate al momento? Abbiamo già una trentina di giocatori che spaziano dalle giovanili alla Serie B; puntiamo ad essere uomini di campo, perciò ci sono collaboratori che quotidianamente stanno a diretto contatto con il campo e non solo visionare filmati. Seguiamo i ragazzi volta per volta.
Parlavi prima di servizi a 360 gradi: com'è composto il vostro gruppo?  


  PAG. SUCC. >