BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

Mondiali Brasile 2014/ News, Hodgson: Pirlo è il giocatore dell'Italia che temo di più

Pubblicazione:giovedì 17 aprile 2014

Roy Hodgson (Infophoto) Roy Hodgson (Infophoto)

MONDIALI BRASILE 2014 NEWS, PARLA ROY HODGSON (INGHILTERRA) – Sabato 14 giugno una delle prime grandi partite del Mondiale sarà Italia-Inghilterra, big-match del gruppo D che si giocherà a Manaus. Si avvicina sempre di più l'inizio di Brasile 2014, e oggi SportMediaset ha intervistato in esclusiva Roy Hodgson, il c.t. della Nazionale inglese con importanti trascorsi in Italia, all'Inter e all'Udinese. La prima domanda è sulle condizioni della selezione britannica, e Hodgson risponde: “L'Inghilterra sta abbastanza bene. Sono contento, adesso. Ma vedo molto bene anche l'Italia, che è molto forte”. L'allenatore fa i complimenti al collega Cesare Prandelli: “Ha fatto un ottimo lavoro in questi quattro anni, la squadra è cresciuta. Siamo pronti per una partita difficile a Manaus, non penso mai alla sconfitta prima di una partita. Il pensiero è quello di vincere”. La partita sarà giocata nella città più importante dell'Amazzonia, quindi in piena zona equatoriale, il che preoccupa non poco dal punto di vista fisico. Hodgson in merito si è espresso così: “Questo vale per tutte le squadre che giocheranno a Manaus, ma è chiaro che dovremo fare i conti con un clima particolare. Sarà fondamentale arrivare preparati a quella partita, i giocatori dovranno sapervi fare fronte. Non è una situazione ottimale, però varrà sia per noi sia per l'Italia”. La risposta però forse più interessante arriva alla domanda su quale sia il giocatore italiano che Hodgson teme maggiormente. La cronista chiede se possa essere Mario Balotelli, ma Hodgson ha idee diverse: “Balotelli lo conosciamo, perché lui ha giocato in Premier League. Conosco anche Andrea Pirlo, ho lavorato con lui per tre mesi (all'Inter nella stagione 1998-1999, ndR): ha fatto una carriera incredibile, ha fatto giocare l'Italia negli ultimi dieci anni. Chiaramente abbiamo rispetto per tutti, ma se devo scegliere un uomo solo dico Andrea Pirlo”. Ennesima conferma che è il centrocampista bresciano della Juventus il personaggio più apprezzato e temuto del calcio italiano. In Inghilterra, poi, nessuno può scordarsi del rigore a cucchiaio che fu decisivo nel quarto di finale di Euro 2012, sperando che a Manaus possa finire nello stesso modo...



© Riproduzione Riservata.