BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Calcio e altri Sport

Probabili formazioni/ Fiorentina-Roma, le ultime novità (serie A, 34^ giornata)

Foto InfophotoFoto Infophoto

 Si avvicina la partita Fiorentina Roma e gli allenatori stanno apportando le ultime modifiche alle formazioni che prenderanno parte alla sfida. I giallorossi privi di Destro dovranno riadattare il trio d'attacco che dovrebbe vedere la conferma di Ljajic. Buone notizie per Garcia che recupera Pjanic in centrocampo che tornerà alla guida della linea mediana.

 Alle ore 21 di domani sera lo stadio Artemio Franchi di Firenze ospita Fiorentina-Roma, partita valida per la 34^ giornata del campionato di Serie A 2013-2014, un turno che si gioca interamente di sabato poichè siamo nella Settimana Santa. Viola con 58 punti in classifica e certi della partecipazione alla prossima Europa League grazie alla conquista della finale di Coppa Italia (da giocare contro il Napoli il prossimo 3 maggio), giallorossi a quota 79 e secondi, a una sola vittoria dalla certezza matematica della seconda posizione che permetterà il ritorno ai gironi di Champions League, senza dunque passare dai playoff. All'andata era finita 2-1 per i giallorossi; arbitra Mazzoleni. 

 Due vittorie consecutive, che hanno fatto seguito al pareggio di Marassi contro la Sampdoria, hanno sostanzialmente blindato il quarto posto della Fiorentina; che come detto è comunque sicura della partecipazione alla prossima Europa League, visto che il posto riservato alla finalista di Coppa Italia sarà in ogni caso liberato dal Napoli, che andrà a giocarsi il preliminare di Champions. La squadra puntava a qualcosa di più, dopo la beffa dello scorso anno; il terzo posto era alla portata, ma quella che doveva essere una coppia d'attacco devastante ha giocato meno di metà stagione. Giuseppe Rossi ha segnato 14 gol in 18 partite, ma è fermo dal 6 gennaio; Mario Gomez ha giocato appena 9 partite per 531 minuti, con 3 gol. Chiaro che con questi numeri le cose si sono fatte molto più complicate; Montella ha provato qualche alchimia e trovato i gol di Cuadrado (giunto a 7) ma la mancanza di un attaccante regolare (Matri ha 4 gol in 13 partite) si è fatta sentire, soprattutto in termini di tiri nello specchio della porta (la Fiorentina è ottava in Serie A) e pericolosità (sesta). Oltre ai due attaccanti sono indisponibili Ante Rebic e Mati Fernandez; lo schema dovrebbe essere il 4-3-1-2, con Cuadrado ancora sulla linea offensiva insieme a Matri e l'inserimento di Ilicic sulla trequarti.

 Una vittoria al secondo posto, come detto; frutto di sette vittorie consecutive nelle quali la Roma ha mostrato tutto il meglio del suo arsenale, da un possesso palla di stampo europeo (il secondo in Serie A: davanti c'è proprio la Fiorentina) a una concretezza sotto porta che l'ha resa la seconda squadra del campionato per tiri che entrano nello specchio (sono 6,5 e davanti di un'incollatura c'è solo il Napoli). I giallorossi sono primi per palle giocate, dato che deriva ovviamente dalla qualità dei tocchi (73,8% di precisione, nessuno fa meglio) e che ispira un 65,2% di pericolosità che è inferiore solo a quello della Juventus. Nelle ultime partite, quelle della striscia, la squadra di Rudi Garcia ha forse concesso qualcosa in più (7 reti subite) ma per contro ha dominato nella fase offensiva (19 gol segnati). La cattiva notizia arriva dalla conferma delle tre giornate di squalifica per Mattia Destro: il ricorso è stato respinto e il marchigiano tornerà a disposizione per la gara contro la Juventus. Rudi Garcia pensa allora a Florenzi con Totti centrale e l'immancabile Gervinho; a centrocampo torna Pjanic che "manda" in panchina un decisivo Taddei, sempre fuori Benatia in difesa (confermato Rafa Toloi) insieme a Balzaretti e Strootman, mentre è in lieve dubbio Leandro Castan per un affaticamento all'adduttore. Nel caso, è pronto Romagnoli.

© Riproduzione Riservata.