BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

Probabili formazioni/ Lione-Juventus, i protagonisti (Europa League, andata quarti)

Pubblicazione:mercoledì 2 aprile 2014 - Ultimo aggiornamento:giovedì 3 aprile 2014, 18.36

foto foto

PROBABILI FORMAZIONI LIONE-JUVENTUS: VUCINIC-TEVEZ IL TANDEM D'ATTACCO (EUROPA LEAGUE, ANDATA QUARTI) - Alle ore 21,05 di domani sera la Juventus riprende la sua marcia in Europa League: i bianconeri giocano a Lione nell'andata dei quarti di finale. Il traguardo della finale allo Stadium è sempre più vicino, superati i due turni contro Trabzonspor e Fiorentina la fiducia è aumentata ma, per contro, la sconfitta di Napoli mantiene vivo il discorso scudetto, ancora da archiviare e quindi motivo di qualche possibile tensione. Arbitra lo scozzese Collum; alla Gerland non sarà facile, la Juventus punta a segnare almeno un gol per rendere più agevole il ritorno (tra una settimana). 

QUI LIONE - Per Rémi Garde è emergenza piena: il Lione, quinto in classifica a 9 punti dal terzo posto che significherebbe ritorno in Champions League, arriva dalla sconfitta interna contro il Saint-Etienne che peraltro ha allontanato i biancoverdi ora quarti a +6. Il tecnico di 47 anni deve far fronte a una serie di infortuni e ha parlato di un miracolo che lo staff medico deve mettere in atto per presentare una formazione competitiva: sapevamo del decimo infortunio negli ultimi tre anni per uno sfortunato e fragile Yoann Gourcuff, ma sono fuori dai giochi anche l'altro trequartista Grenier, il centrocampista Fofana e i difensori Umtiti e Miguel Lopes. Insomma: un'ecatombe, anche se i motivi per sorridere ci sono. Intanto la partita stimola a una prestazione super, e la qualità dell'attacco resta alta con un Lacazette in splendida forma e un Gomis che ha toccato i 99 gol nella Ligue 1. L'assenza di un trequartista potrebbe far propendere per un 4-4-2, ma alla fine è probabile che si vada avanti con l'idea di partenza, avanzando uno tra Malbranque e Ferri a ridosso delle punte. In alternativa anche Lacazette può arretrare, portando quindi Briand nella formazione titolare. 

QUI JUVENTUS - Antonio Conte ha perso a Napoli la seconda partita in campionato (dopo 20 vittorie e 2 pareggi); lo scudetto resta ancora saldamente nelle sue mani, ma certo c'è un po' di ansia in più per un discorso non ancora chiuso. In più nel mese di marzo i bianconeri non hanno certo entusiasmato per i numeri che hanno messo in campo: vero che sono arrivate sei vittorie e un pareggio, ma prima della sconfitta del San Paolo la squadra aveva realizzato appena 9 reti in sette partite, riuscendo a farne più di uno soltanto contro Milan e Parma. Segno di un calo di forma che magari è anche voluto: il tecnico salentino ha cercato di andare subito in fuga per poi gestire con più tranquillità la seconda parte di stagione, per ora i fatti sono dalla sua parte ma nel frattempo la difesa è ancora in emergenza e dovranno giocare gli stessi anche a Lione, mentre l'assenza per squalifica di Tevez si è fatta sentire eccome. Vidal sarà squalificato domani e in campionato: è chiamato quindi agli straordinari Claudio Marchisio, che giocherà in Europa con possibile inserimento di Padoin in campionato. Davanti l'Apache ci sarà: per affiancarlo è staffetta Vucinic-Osvaldo, ma le scarse prestazioni dell'italo-argentino fanno propendere per la soluzione Vucinic. 



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.