BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Probabili formazioni/ Benfica-Juventus: Caceres per Barzagli in difesa (Europa League, andata semifinali)

Foto Infophoto Foto Infophoto

PROBABILI FORMAZIONI BENFICA-JUVENTUS: GAITAN OK, FEJSA IN DUBBIO (EUROPA LEAGUE, ANDATA SEMIFINALE) - Mancano ormai poco più di 24 ore alla semifinale di andata di Europa League, Benfica-Juventus. I bianconeri sono partiti per Lisbona: intorno alle 17,45 è prevista la conferenza stampa di Antonio Conte e Gianluigi Buffon. Intanto anche le Super Aquile si allenano: in mattinata sono arrivate notizie contrastati circa la condizione di alcuni giocatori, come riportato da ABola.pt, il principale quotidiano sportivo portoghese. Ricordiamo che Jorge Jesus deve già fare a meno degli infortunati Silvio e Salvio; e per alcuni giorni è stato in apprensione per Nico Gaitan, uscito malconcio dalla partita contro l'Olhanense che è valsa la vittoria aritmetica del campionato. Questa mattina però il trequartista argentino si è allenato senza apparenti problemi e di conseguenza tutto lascia intendere che sarà regolarmente in campo. Chi invece rischia di non farcela è Ljubomir Fejsa: il centrocampista serbo ha svolto soltanto una leggera corsa, non ha ancora recuperato da una lesione che gli ha fatto saltare le ultime tre partite della squadra e quindi potrebbe non riuscire a giocare domani sera. Jorge Jesus, che ha dunque gli uomini contati, ha aggregato al gruppo i giovani Joao Cancelo, Gianni Rodriguez, Lidelof, Ruben Pinto e Joao Teixeira. 

PROBABILI FORMAZIONI BENFICA-JUVENTUS (EUROPA LEAGUE, ANDATA SEMIFINALE): LE NOTIZIE ALLA VIGILIA - Alle ore 21,05 di domani sera si gioca Benfica-Juventus: lo stadio Da Luz è pronto a ospitare l'andata della semifinale di Europa League 2013-2014 (l'altra sfida è Siviglia-Valencia). In molti pensano che questa sia una finale anticipata; effettivamente le due squadre sono molto probabilmente le più competitive del lotto, non solo perchè arrivano dai gironi di Champions League. Arbitra il turco Cuneyt Cakir; i bianconeri possono tornare a giocare una finale europea a 11 anni dall'ultima (sollevando un trofeo 17 anni dopo), mentre i lusitani la scorsa stagione erano in finale di questa stessa competizione, ma hanno perso contro il Chelsea. 

QUI BENFICA - Le Super Aquile hanno subito 3 gol nelle sei partite che hanno finora giocato in Europa League; attenzione però, sono arrivati tutti nella doppia sfida contro il Tottenham, dunque questo ci dice che in 4 gare Artur (visto con la maglia della Roma) è riuscito a tenere la sua porta inviolata, e che dunque non sarà facile sfondare la retroguardia lusitana. Il fine settimana ha portato in dote il campionato, vinto per la 33esima volta e a quattro anni dall'ultimo; e resta quindi vivo il sogno di realizzare il Triplete, perchè pochi giorni prima il Benfica aveva regolato il Porto nella semifinale di coppa nazionale e ora avrà un ultimo atto piuttosto agevole contro il Rio Ave (la coppa non arriva dal 2004). Tuttavia per Jorge Jesus sono arrivate anche brutte notizie: Eduardo Salvio, autore del gol decisivo nella partita di andata dei quarti contro l'AZ Alkmaar e in grande crescita, si è procurato la frattura dell'ulna del braccio sinistro. Operato, la sua stagione è finita in anticipo e la sua indisponibilità si unisce a quella del terzino destro Silvio, già fuori da tempo per la frattura della tibia. Il tecnico ha comunque le idee chiare: l'unico dubbio è davanti, dove il titolare sarebbe Oscar Cardozo che però deve superare i suoi problemi alla schiena. Sembra favorito Rodrigo, con al fianco Lima e uno tra Lazar Markovic e Sulejmani. A sostituire Salvio sarà uno tra Fejsa e Andre Gomes, quest'ultimo già decisivo nella semifinale di Coppa di Portogallo.

QUI JUVENTUS - Antonio Conte è decisamente più tranquillo rispetto alla scorsa settimana: la vittoria sul Bologna ha confermato gli 8 punti di vantaggio, c'è una giornata in meno da giocare e restano dunque 4 punti da conquistare per festeggiare il terzo scudetto consecutivo, questo se la Roma dovesse anche vincere lo scontro diretto. La rete di Pogba permette dunque di concentrarsi interamente sul Benfica, almeno finchè non arriverà il Sassuolo. Il tecnico salentino ha recuperato tutti, a parte Simone Pepe che non è ancora al 100%; rientrano Bonucci e Lichtsteiner dalla squalifica che li aveva tenuti fermi in campionato e questo significa che per la prima volta dopo tantissimo tempo la Juventus riuscirà a schierare la sua difesa titolare, essendo Barzagli già tornato in campo. In mezzo il solito ballottaggio, con Vidal che sta meglio e dovrebbe partire dal primo minuto, lasciando dunque fuori uno tra Pogba e Marchisio (molto probabilmente il francese, anche perchè il Principino è tornato in forma). Sulle fasce Lichtsteiner e Asamoah, mentre il dubbio riguarda l'attacco: Tevez, tenuto a riposo nelle ultime due partite per un fastidio al tendine rotuleo e all'adduttore, ha saltato le ultime due partite di Serie A. Conte non vorrebbe mai rinunciare all'Apache, ma vuole anche evitare il rischio di aggravare la situazione. Ecco perchè potrebbe essere Giovinco ad affiancare Llorente: la Formica Atomica è reduce da prestazioni decisamente positive e si potrebbe sfruttare il momento per fargli trovare ancora più fiducia.

© Riproduzione Riservata.