BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

Diretta/ Inter-Napoli live (risultato finale 0-0): cronaca e tabellino (Serie A 35^ giornata, 26 aprile 2014)

Pubblicazione:sabato 26 aprile 2014 - Ultimo aggiornamento:domenica 27 aprile 2014, 9.49

Foto Infophoto Foto Infophoto

DIRETTA INTER-NAPOLI (RISULTATO FINALE 0-0): LA CRONACA E IL TABELLINO DELLA PARTITA (SERIE A 2013-2014, 35^ GIORNATA) – Inter-Napoli termina 0-0: nell'anticipo della 35^ giornata del campionato di Serie A nerazzurri e partenopei si spartiscono la posta in una partita bloccata nel primo tempo e che si apre invece nella ripresa, senza però decollare. Per la squadra di Walter Mazzarri è il nono pareggio casalingo in stagione, i punti in classifica sono 57; il Napoli sale a quota 69, ormai praticamente certo del terzo posto che significa tornare a giocare il playoff per accedere alla fase finale della Champions League 2014-2015. 

SINTESI PRIMO TEMPO - Il primo tempo tra Inter e Napoli si è concluso con il risultato di 0 a 0. Nonostante l'assenza di gol in questa prima frazione di gioco, la partita è stata comunque emozionante per le molte occasioni avute da entrambe le squadre. La prima occasione del match e stata per l'Inter che ci ha provato con Hernanes: il tiro dal limite del brasiliano e stato deviato bene da Reina. Lo stesso portiere del Napoli è stato poi bravo a respingere un altro tiro di Konami, deviando il pallone in corner. Il Napoli ha poi risposto all'Inter, ma Callejon si e mangiato un gol clamoroso: servito da mertens in area, ha mandato da solo davanti ad Handanovic il pallon e a lato del palo. Ancora l'Inter ha poi avuto un'altra occasione con Palacio che in contropiede ha cercato il diagonale dal limite, ma il pallone è terminato a lato della porta di Reina. Il Napoli poi ci ha provato con i tiri dalla distanza: prima Goulham e poi Inler hanno calciato dal limite mandando entrambi il pallone alto sopra la traversa. Nonostante le tante occasioni le due squadre non hanno trovato il gol e il primo tempo si è concluso con il risultato di 0 a 0

SINTESI SECONDO TEMPO - il secondo tempo tra Inter e Napoli si è concluso con il risultato 0 a 0. I due allenatori nell'intervallo non hanno apportato modifiche alle proprie squadre e sono rientrati in campo gli stessi 22 che avevano terminato il primo tempo. In avvio di ripresa la partita è continuata come era terminata, con entrambe le squadre alla ricerca del gol: per primo ci ha provato il Napoli con Mertens che da pochi passi non calciato al volo, ma Handanovic è stato bravo a respingere in corner. Subito dopo ha risposto l'Inter con Palacio che di testa su cross di Nagatomo ha mandato il pallone a lato di pochissimo. Dopo un avvio brillante, entrambe le squadre hanno poi cominciato a commettere errori banali dal punto di vista tecnico e così la fase centrale della ripresa è passata senza grandi emozioni. Nel finale poi le squadre si sono allungate e ci sono state nuove occasioni da entrambe le parti: alla mezz'ora il Napoli ha infatti sfiorato il gol con Higuain che,liberatosi bene in area, ha calciato il pallone con il corpo indietro mandandolo alto sopra la traversa. L'Inter ha poi risposto con Nagatomo che servito in area da Kovacic ha calciato in diagonale, ma Reina ha respinto bene di piede. Sul successivo ribaltamento di fronte, il Napoli ha poi avuto la miglior occasione per passare in vantaggio: Callejon ha servito al limite dell'area Inler che, entrato in area, da solo davanti ad Handanovic ha centrato la base del palo. Dopo questa occasioni i ritmi si sono abbassati e la partita non ha regalato più emozioni. Così il match tra Napoli e Inter è terminato con il risultato di 0 a 0.

CLICCA QUI PER IL TABELLINO DI INTER-NAPOLI 0-0 (SERIE A 2013-2014, 35^ GIORNATA)

DIRETTA INTER-NAPOLI (0-0) LIVE: LE FORMAZIONI UFFICIALI – Fra pochi minuti comincerà Inter-Napoli, partita che sarà diretta dall'arbitro Rizzoli e anticipo serale del sabato della trentacinquesima giornata di serie A che è già cominciata ieri. Big match fra due grandi squadre e sfida speciale per gli allenatori Mazzarri e Benitez. Ecco dunque le formazioni ufficiali delle due squadre che si accingono a scendere in campo allo stadio di San Siro. INTER (3-5-2): 1 Handanovic; 14 Campagnaro, 23 Ranocchia, 6 Andreolli; 33 D'Ambrosio, 88 Hernanes, 19 Cambiasso, 10 Kovacic, 55 Nagatomo; 8 Palacio, 9 Icardi. A disposizione: 12 Castellazzi, 30 Carrizo, 4 Zanetti, 13 Guarin, 17 Kuzmanovic, 21 Taider, 20 Botta, 22 Milito. Allenatore: Walter Mazzarri. NAPOLI (4-2-3-1): 25 Reina; 4 Henrique, 33 Albiol, 5 Britos, 31 Ghoulam; 8 Jorginho, 88 Inler; 7 Callejon, 14 Mertens, 24 Insigne; 9 Higuain. A disposizione: 15 Colombo, 80 Doblas, 2 Reveiller, 16 Mesto, 17 Hamsik, 18 Zuniga, 20 Dzemaili, 22 Radosevic, 85 Behrami, 19 Pandev, 91 Zapata. Allenatore: Rafael Benitez. Arbitro: Rizzoli. CLICCA QUI PER LA DIRETTA DI INTER-NAPOLI LIVE: SEGUI LA PARTITA IN TEMPOREALE (OGGI, SERIE A 35^ GIORNATA, 26 APRILE 2014)

DIRETTA INTER-NAPOLI, LA CHIAVE TATTICA - Inter-Napoli è una grande partita, tra la quinta e la terza in classifica del nostro campionato. Quale può essere la chiave tattica tra due squadre che fanno della transizione offensiva la fonte diretta del loro reddito? Semplice: il controllo della palla innanzitutto, la difesa non troppo alta subito dopo. Lasciare spazio alle spalle della linea arretrata può essere un suicidio: Palacio è un maestro nello sbucare dietro centrali e terzini e involarsi verso la porta, Callejon e Mertens possono andare a nozze in una zona di campo nella quale servire Higuain significa segnare. E allora, anche per evitare che questo succeda, diventa importante controllare il possesso: il Napoli lo fa naturalmente, Benitez vuole questo dai suoi, la circolazione e le verticalizzazioni. Mazzarri è meno portato a questo tipo di gioco, ma in realtà da quando allena l'Inter ha aperto molto più al possesso e al giro palla, perchè ha centrocampisti con qualità e può dunque permettersi di aprire le difese avversarie andando alla ricerca paziente dello spazio giusto. Occhio in mezzo, dove c'è un interessantissimo duello tra Kovacic e Jorginho: può diventare la sfida nella sfida. CLICCA QUI PER LA DIRETTA DI INTER-NAPOLI LIVE: SEGUI LA PARTITA IN TEMPOREALE (OGGI, SERIE A 35^ GIORNATA, 26 APRILE 2014)

DIRETTA INTER-NAPOLI, I PRONOSTICI - Ci siamo: Inter-Napoli sta per iniziare. Per sapere chi è favorito possiamo dare un'occhiata diretta ai pronostici Snai ufficiali, che ci raccontano almeno la trama della partita. E qui ci dicono di come l'Inter, che arriva da due vittorie consecutive, è favorita: 2,25 la quota per la sua vittoria contro il 3,10 che viene accostato all'eventuale affermazione del Napoli, mentre il segno X paga 3,40 la posta in palio. Altro? Sì: il fatto che si affrontano due grandi attacchi fa sì che la quota Over paghi 1,65 mentre la Under 2,10. E che la quota Goal sia a 1,50 mentre quella NoGoal a 2,40. Per quanto riguarda il risultato esatto consideriamo che il Napoli ha vinto a Milano per l'ultima volta con un 3-0 netto: punteggio che pagherebbe 35 volte la posta in palio, molto più del 9,00 che viene accostato al 2-1 in favore del'Inter, ovvero l'ultimo risultato che ha portato tre punti in dote ai nerazzurri (la scorsa stagione). CLICCA QUI PER LA DIRETTA DI INTER-NAPOLI LIVE: SEGUI LA PARTITA IN TEMPOREALE (OGGI, SERIE A 35^ GIORNATA, 26 APRILE 2014)

DIRETTA INTER-NAPOLI: RISULTATO LIVE E CRONACA (OGGI, SERIE A 35^ GIORNATA, 25 APRILE 2014) - Alle ore 20,45 di questa sera grande partita allo stadio San Paolo: si gioca Inter-Napoli diretta dall'arbitro Rizzoli di Bologna, valida per la 35^ giornata del campionato di Serie A 2013-2014. Una sfida che negli anni ha anche significato lotta per lo scudetto, e che invece in questo particolare momento non vivrà di troppi interessi di classifica. Nello specifico infatti i nerazzurri hanno 56 punti, 5 di vantaggio rispetto alla settima posizione: di fatto vuol dire avere in mano la qualificazione all'Europa League, soprattutto dopo aver vinto l'ultima gara che era in pratica uno scontro diretto. Ancor più tranquillo è il Napoli, che di punti ne ha 68: gliene mancano 3 per avere la certezza aritmetica di qualificarsi al playoff di Champions League, difficile che non arrivi una vittoria nelle ultime quattro giornate. Per i partenopei si tratterà più che altro di un prestigioso allenamento in vista della finale di Coppa Italia (il prossimo 3 maggio) che potrebbe essere la seconda nel giro di tre anni. Nella storia si sono giocate 74 partite tra Inter e Napoli a San Siro: in vantaggio netto i padroni di casa, che hanno ottenuto 51 vittorie contro le appena 8 dei partenopei, mentre i pareggi sono 15. Tuttavia è molto recente l'ultima volta in cui il Napoli ha espugnato il Meazza: un 3-0 netto con i gol di Campagnaro, Maggio e Hamsik. Lo scorso anno era stata invece l'Inter a imporsi con un 2-1: reti di Guarin e Milito, nel secondo tempo Cavani aveva solo accorciato le distanze. Il dominio è talmente evidente che prima della sconfitta dell'ottobre 2011 l'Inter aveva vinto otto partite consecutive, con l'ultimo pareggio che risale al gennaio del 1997 in una gara di Coppa Italia. C'è però un dato anche a favore del Napoli: nelle ultime otto sfide ha sempre segnato almeno un gol, l'ultima volkta in cui è rimasto a secco è del febbraio 1998, vittoria nerazzurra per 2-0. I due grandi ex sono naturalmente i due allenatori: in quattro anni a Napoli Walter Mazzarri (che si è portato alla Pinetina Hugo Campagnaro) ha portato la squadra due volte in Champions League e ha vinto la Coppa Italia. Rafa Benitez ha vinto Supercoppa Italiana e Mondiale per Club con l'Inter, ma in campionato andava male, aveva su di sè la pesantissima ombra di José Mourinho e commise l'errore di richiedere pubblicamente alcuni acquisti, accusando la dirigenza di non averglieli concessi: dopo aver battuto il Mazembe ad Abu Dhabi fu esonerato. Tra gli altri calciatori ad avere indossato entrambe le maglie ricordiamo Walter Gargano e la meteora brasiliana Caio Ribeiro Decoussau. Tra gli allenatori c'è anche Claudio Ranieri, che ancora negli anni Novanta aveva guidato il Napoli in Coppa UEFA, mentre con l'Inter è subentrato in corsa non chiudendo la stagione. Particolare: c'era lui in panchina nell'ultima sconfitta nerazzurra contro il Napoli a San Siro. CLICCA QUI PER LA DIRETTA DI INTER-NAPOLI LIVE: SEGUI LA PARTITA IN TEMPOREALE (OGGI, SERIE A 35^ GIORNATA, 26 APRILE 2014) Due vittorie consecutive hanno sensibilmente avvicinato l'Inter al traguardo dell'Europa League: in particolare il 2-0 maturato al Tardini contro il Parma ha portato la squadra ad avere 5 punti di vantaggio su ducali e sul Milan. Forse i tifosi, almeno alcuni, si aspettavano un ritorno in Champions League; ma i nerazzurri sono andati incontro a momenti difficili soprattutto in casa, dove hanno un bilancio di 7 vittorie, 8 pareggi e 2 sconfitte. I punti sono 29: appena più della metà del totale, cosa che quindi fa capire quanto il tecnico toscano abbia penato nel riuscire a convincere davanti ai propri tifosi. Anzi: il digiuno a San Siro continua, la vittoria non arriva dallo scorso 9 marzo (Inter-Torino 1-0, gol di Palacio), da allora sconfitta contro l'Atalanta e pareggi contro Udinese e Bologna. Prima ancora i nerazzurri avevano impattato contro Cagliari e Catania; in questo momento la squadra si esprime decisamente meglio in trasferta, dove ha già vinto 7 partite e nelle ultime due uscite ha segnato 6 gol senza subirne, grazie anche allo straordinario contributo di Samir Handanovic che oltre a parare tutto ha anche bloccato i calci di rigore di Maxi Lopez e Cassano. I gol segnati sono 57: dato certo non male in assoluto, ma rispetto a uno scoppiettante inizio (23 nelle prime 9 giornate) c'è stato un calo non da poco, anche perchè Diego Milito non è riuscito a incidere dopo il rientro (la doppietta al Sassuolo, 22 settembre, resta l'unico timbro in questa stagione) e Palacio ha retto la baracca da solo in attesa dell'esplosione di Mauro Icardi (8 gol, 4 tra Bologna e Sampdoria). Il Napoli ha avuto problemi simili a quelli dell'Inter: fuori casa ha vinto 9 partite pareggiandone 4 (con 4 perse), ma in casa è caduto due volte (Parma e Fiorentina) e soprattutto ha lasciato per strada punti importanti contro formazioni inferiori (Sassuolo, Genoa, Chievo e Udinese). Questo ha impedito alla squadra di Rafa Benitez di essere davvero competitivo per lo scudetto o quantomeno per il secondo posto: i proclami di inizio stagione erano altri e la società dovrà chiaramente fare i conti a fine stagione. In termini assoluti la stagione è comunque stata positiva: c'è una finale di Coppa Italia da giocare (il 3 maggio contro la Fiorentina) e il terzo posto significa comunque tornare al playoff di Champions League. Inoltre al San Paolo sono state battute Roma e Juventus senza concedere reti: è chiaro però che un club come quello partenopeo non può considerare salva la stagione soltanto con queste due vittorie. Benitez ha comunque vinto le sue scommesse (di Higuain si sapeva, hanno impressionato Callejon e Mertens, Henrique si è adattato subito) e adesso cercherà di togliersi un altro sassolino dalla scarpa vincendo a San Siro. Sarà una partita molto bella e tesa: gli interessi di classifica non saranno da ultima spiaggia o da scudetto, ma tra queste due squadre la rivalità c'è e dunque nessuna delle due ci tiene a fare brutta figura. Ci aspettiamo uno spettacolo: all'andata il Napoli si era imposto per 4-2 e dunque ci sono tutti gli elementi anche per assistere a tanti gol. Non resta allora che mettersi comodi, dare la parola al campo e stare a vedere come finirà questa sfida: la diretta di Napoli-Inter sta per cominciare... CLICCA QUI PER LA DIRETTA DI INTER-NAPOLI LIVE: SEGUI LA PARTITA IN TEMPOREALE (OGGI, SERIE A 35^ GIORNATA, 26 APRILE 2014)


  PAG. SUCC. >