BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

Probabili formazioni/ Atalanta-Genoa: le ultime novità (Serie A, 35^ giornata)

Pubblicazione:sabato 26 aprile 2014 - Ultimo aggiornamento:domenica 27 aprile 2014, 13.16

Foto Infophoto Foto Infophoto

PROBABILI FORMAZIONI ATALANTA-GENOA (SERIE A, 35^ GIORNATA): PROBLEMI IN DIFESA PER L'ATALANTA- Si gioca questa sera alle ore 20,45 Atalanta-Genoa, posticipo valido per la 35^ giornata del campionato di Serie A 2013-2014. All'Atleti Azzurri d'Italia si sfidano due squadre cui è rimasto poco da chiedere al campionato: fino a poche settimane fa erano in corsa per un clamoroso posto in Europa League, gli orobici con una strepitosa rimonta fatta di sei vittorie consecutive avevano destato grande sensazione espugnando anche il campo della Lazio e quello dell'Inter. Poi la stanchezza fisica ha chiesto il suo tributo e sono arrivate, per entrambe, tre sconfitte consecutive che dunque hanno fatto terminare in anticipo le velleità delle due formazioni, che però vanno in campo con il fermo proposito di spezzare la tendenza negativa e provando a migliorare per quanto possibile la classifica. Arbitra Peruzzo della sezione di Schio, coadiuvato da De Troia e La Rocca. 

QUI ATALANTA - L'Atalanta partiva per salvarsi e lo ha fatto in maniera brillante; poi, come già successo ad altre squadre in questo campionato e in quelli precedenti, non è riuscita a fare il passo in più, dimostrando che in un torneo come questo è certamente possibile aprire a grandi strisce ma anche cadere rovinosamente nel giro di poco tempo. I segreti degli orobici sono sempre gli stessi, ormai da tempo: German Denis, che da quando veste questa maglia è sempre andato in doppia cifra (12 quest'anno), Luca Cigarini che è il giocatore che controlla il maggior numero di palloni in mezzo al campo e dunque contribuisce a determinare il 62% di positività dei passaggi e Maxi Moralez, che a dire il vero non aveva iniziato affatto bene il campionato ma adesso si è ripreso e con 8 passaggi vincenti è uno dei migliori assistmen del torneo. Colantuono ormai ha la sua formazione in testa, anche se domani deve rinunciare agli squalificati Carmona e Yepes (li sostituiscono Benalouane, con Raimondi che si sposta a destra, e Migliaccio), non avrà gli infortunati Cazzola e Livaja e potrebbe dover fare a meno di Lucchini (sfortunatissimo, si è stirato appena entrato in campo la scorsa domenica), Brivio che si è rotto il setto nasale e lo stesso Moralez, che ha avuto fastidi al polpaccio per tutto l'anno. Pronto nel caso Giuseppe De Luca.

QUI GENOA - Se l'Atalanta ha Denis, il Genoa ha Alberto Gilardino: rientrato alla base dopo il prestito al Bologna, l'attaccante biellese ha sentito aria di Mondiale e ha messo a segno 14 gol, tutti utili alla causa e a portare il Grifone alle soglie dell'Europa League. Fino a un certo punto però: le ultime tre giornate sono state tre partite perse, tutte per 2-1 e le ultime due in maniera beffarda con rimonte subite da Torino e Cagliari negli ultimi minuti. Segno questo che la squadra ha tanta qualità, ma è stanca e probabilmente appagata dalla salvezza raggiunta con largo anticipo, dopo due campionati soffertissimi e vissuti nel costante incubo di un ritorno in Serie B. Gian Piero Gasperini ha ampiamente dimostrato di essere un tutt'uno con la piazza ma nemmeno lui può fare i miracoli, specie se per gli infortuni (ancora fuori Kucka, Matuzalem e Calaiò oltre a Centurion) giocano sempre gli stessi. Quantomeno è rientrato Sime Vrsaljko, e allora domani sera potrebbe essere lui a occupare la fascia destra in mediana, con Motta che si prenderebbe una giornata di pausa. Antonini dovrebbe invece essere confermato in difesa al posto di Marchese, davanti ancora Fetfatzidis e Sculli a supporto di Gilardino.



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.