BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Probabili formazioni/ Livorno-Lazio: le ultime novità (serie A, 34^ giornata)

Probabili formazioni Livorno-Lazio: tutte le notizie alla vigilia della partita di serie A, valida per la trentacinquesima giornata. Le scelte di Nicola (che torna in panchina) e Reja

Davide Nicola, allenatore del Livorno (Infophoto) Davide Nicola, allenatore del Livorno (Infophoto)

Alle ore 15 di oggi lo stadio Armando Picchi ospita Livorno-Lazio, partita valida per la 35^ giornata del campionato di Serie A 2013-2014. I labronici hanno assoluto bisogno di una vittoria se vogliono mantenere intatte le loro già difficili speranze di salvezza; i biancocelesti possono sorpassare il Milan al sesto posto in classifica e continuare così a inseguire il posto in Europa League. Arbitra De Marco. 

Torna Davide Nicola sulla panchina del Livorno; terminato il regno di Di Carlo, il tecnico artefice della promozione dello scorso giugno si ripresenta con un modulo leggermente diverso rispetto a quello della sua prima esperienza; la difesa è sempre composta da tre uomini con Emerson a guidare e Valentini-Castellini a fungere da sparring partner. A centrocampo linea a quattro, con Biagianti e Duncan in mezzo, la conferma di Mesbah sulla sinistra e Leandro Greco che allarga la sua posizione, diventando a tutti gli effetti un jolly che può giocare anche in posizione avanzata, trasformando lo schieramento in una sorta di trequarti con tre uomini, per cui in fase di possesso si potrebbe vedere anche un 4-2-3-1 (Mesbah si abbasserebbe sulla linea della difesa). Dietro all'unica punta, che dovrebbe essere Belfodil, ci sono Siligardi e Paulinho; sono gli uomini che hanno segnato di più nel Livorno e quelli a cui Nicola chiederà le reti per la salvezza.

A disposizione del tecnico non ci sono troppi giocatori; panchina corta e con poche alternative, la maggior parte delle quali sono peraltro in difesa. Corda, Gemiti e Leandro Rinaudo difficilmente verranno impiegati, a meno che Nicola non sia nella posizione favorevole di dover difendere un risultato e voglia inserire un giocatore arretrato in più, per blindare il suo reparto. Gli altri uomini a disposizione hanno giocato poco o nulla; come Borja, che avrebbe dovuto avere ben altro rendimento e invece non è stato quasi mai utilizzato. Come lui Mosquera, ma chissà che entrambi non trovino adesso la fiducia per aprire a grandi prestazioni e salvare la squadra.

Non ci sono squalificati, ma Nicola deve fare a meno - oltre che dello sfortunato capitan Luci, fuori da tempo - del difensore Ceccherini, del laterale Mbaye e di Emeghara, che avrebbe fatto molto comodo per giocare sulle ripartenze; tutti e tre possono comunque sperare di rientrare per la partita di Udine, un'altra finale sulla strada verso la salvezza.