BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

Liegi-Bastogne-Liegi 2014/ Ordine d'arrivo e classifica. Il vincitore è Simon Gerrans (ciclismo)

Pubblicazione: - Ultimo aggiornamento:

Daniel Martin vince la Liegi-Bastogne-Liegi 2013 (da Facebook)  Daniel Martin vince la Liegi-Bastogne-Liegi 2013 (da Facebook)

LIEGI-BASTOGNE-LIEGI 2014 IL VINCITORE E' SIMON GERRANS.ORDINE D'ARRIVO E CLASSIFICA (CICLISMO) E' Simon Gerrans il vincitore della edizione 100 della Liegi-Bastogne-Liegi. La fuga prima di Matteo Boni e poi quella dei corridori italiani Giampaolo Caruso e Domenico Pozzovivo non hanno avuto l'esito sperato. Alla fine si impone Gerrans (capitano dell’Orica GreenEdge) grazie all'ottimo spunto in volata imponendosi su Alejandro Valverde. Peccato per Caruso bruciato nel finale ad un passo dalla vittoria, chiude comunque in quarta posizione. CLICCA QUI PER LEGGERE L'ORDINE D'ARRIVO DELLA LIEGI-BASTOGNE-LIEGI 2014

LIEGI-BASTOGNE-LIEGI 2014 STREAMING VIDEO E DIRETTA TV: COME SEGUIRE LA CORSA (CICLISMO) Nella Liegi-Bastogne-Liegi finisce la fuga di Matteo Bono, ha provato ad allungare da solo sul gruppo ma la sua azione non ha portato i risultati sperati. Infatti il ciclista italiano stato ripreso dal gruppo che si appresa a salire la Côte de la Roche aux Faucons. Pozzovivo con Julian David Arredondo della Trek sono riusciti a staccare il gruppo e tentano la fuga ma ora sulle loro tracce ci sono Nibali, Lars Petter Nordhaug e Michal Kwiatkowski. CLICCA QUI PER SEGUIRE IN DIRETTA STREAMING VIDEO SU RAI.TV LA LIEGI-BASTOGNE-LIEGI 2014 DI CICLISMO (dalle ore 12.30, poi dalle 15.05 su RaiTre)

LIEGI-BASTOGNE-LIEGI 2014 STREAMING VIDEO E DIRETTA TV: COME SEGUIRE LA CORSA (CICLISMO) –  Nella corsa Liegi-Bastogne-Liegi il vantaggio di corridori di testa sul gruppo è sceso a soli 1' 22''. Al comando della corsa ci sono Matteo Bono della Lampre-Merida e Jacobus Venter della MTN Qhubeka, con l'italiano che cerca di staccare i suoi compagni di fuda. Intanto Alberto Rui Costa via twitter rassicura sulle sue condizioni di salute.

LIEGI-BASTOGNE-LIEGI 2014 STREAMING VIDEO E DIRETTA TV: COME SEGUIRE LA CORSA (CICLISMO) –  Poco più di 70 chilometri al termine della corsa ciclistica Liegi-Bastogne-Liegi, il distacco di Pieter Jacobs è sotto i 5 minuti; Minnard invece si è staccato dal gruppo di testa ed è stato ripreso dal gruppo. Fuori gioco Alberto Rui Costa, coinvolto in una caduta: il portoghese ha dovuto abbandonare la gara.

LIEGI-BASTOGNE-LIEGI 2014 STREAMING VIDEO E DIRETTA TV: COME SEGUIRE LA CORSA (CICLISMO) – Entra nel vivo la Liegi-Bastogne-Liegi, l'ultima grande classica ciclistica della primavera. Mancano poco più di cento chilometri al traguardo: transitati sulla Cote de Saint-Roch i corridori sono stretti in un ingorgo per la tantissima gente che si affolla sul bordo della strada. Per il momento sono in fuga in cinque: Michel Koch, Jacobus Venter, Pieter Jacobs, Marco Minnaard e il nostro Matteo Bono che corre per la Lampre-Merida. I minuti di vantaggio sono circa 12, ma il gruppo sta lentamente recuperando terreno e non è per niente detto che questa azione sia risolutiva per le sorti della gara.

LIEGI-BASTOGNE-LIEGI 2014 STREAMING VIDEO E DIRETTA TV: COME SEGUIRE LA CORSA (CICLISMO) – Si corre oggi l’edizione numero 100 della Liegi-Bastogne-Liegi, l'ultima grande classica di primavera, quella che segna la chiusura della prima fase della stagione del ciclismo. Sarà dunque un'edizione speciale della Doyenne, che celebrerà oggi il proprio centenario agonistico, anche se la storia della Liegi è ancora più lunga: il suo soprannome ricorda che è la 'decana' delle classiche, dal momento che la prima edizione risale addirittura al 1892, anche se alcune interruzioni – per le Guerre Mondiali ma non solo – le hanno impedito di raggiungere prima il traguardo della centesima edizione. Il percorso sarà come sempre molto impegnativo: 263 km caratterizzati da dieci salite e tantissimi altri saliscendi, visto che di pianura nelle Ardenne ce n'è davvero poca, e quindi le insidie sono sempre dietro l'angolo. Il primo punto davvero significativo sarà la Cote de Stockeu, posta al km 173,5, ma la battaglia entrerà nel vivo soprattutto dalla leggendaria Redoute, il punto simbolo della Liegi, anche se nell'epoca contemporanea ormai forse troppo lontana dal traguardo per essere davvero decisiva essendo posta al km 218,5 e quindi a circa 45 dal traguardo. Comunque la Redoute resta molto importante, perché chi si stacca qui non avrà più possibilità di vincere. Poi il gran finale, che avrà inizio con la Cote de la Roche aux Faucons (km 243,5) e culminerà con le emozioni degli ultimi chilometri, dove l'ultima selezione sarà fatta prima dalla Cote di Saint Nicolas e poi dall'ultimo chilometro in salita per raggiungere il traguardo posto in località Ans, alla periferia di Liegi. Le emozioni non mancheranno in quella che forse è in assoluto la più difficile delle classiche del Nord, e di certo la principale del Trittico delle Ardenne. L'albo d'oro ci testimonia naturalmente il dominio del Belgio, che ha vinto 58 delle 99 edizioni fin qui disputate, anche se dal 2000 ad oggi l'unico successo dei padroni di casa è stato quello di Philippe Gilbert nel 2011. Proprio il capitano della Bmc, vincitore domenica scorsa della Amstel Gold Race, è uno dei grandi favoriti, insieme ad Alejandro Valverde che invece mercoledì ha vinto la Freccia Vallone. La Liegi è però definita anche la 'corsa degli italiani', sia perché a Liegi è presente un grande numero di italiani emigrati in Belgio negli scorsi decenni, sia perché l'Italia è la seconda nazione per numero di vittorie, avendo vinto questa corsa per ben 12 volte. Spiccano naturalmente i quattro successi di Moreno Argentin, mentre a quota due successi a testa troviamo Paolo Bettini e Michele Bartoli, cui abbiamo affidato la presentazione di questa gara (clicca qui per leggere l'intervista completa). Oggi le nostre punte sono Damiano Cunego e soprattutto Vincenzo Nibali, già secondo nel 2012 in quella che certamente è la classica 'monumento' preferita dello Squalo siciliano. L'elenco dei possibili protagonisti è comunque lunghissimo, a partire dal vincitore del 2013, l'irlandese Daniel Martin, e poi tanti big dei Giri, per i quali la Liegi è la classica del Nord più adatta: ci saranno anche Joaquim Rodriguez e Chris Froome, tanto per fare altri due nomi. Questo ci garantirà un pomeriggio di grandi emozioni, da non perdere per nessun motivo per tutti gli appassionati di ciclismo. Per seguire quindi tutte le fasi salienti della Liegi-Bastogne-Liegi 2014 ci sarà una lunga diretta tv, che avrà inizio già alle ore 12.30 su Rai Sport 2 (canale 58 del telecomando), per poi passare dalle ore 15.05 circa su Rai Tre, sempre con la telecronaca di Francesco Pancani e il commento tecnico di Silvio Martinello, che ha sostituito Davide Cassani, da quest'anno c.t. della Nazionale azzurra. L'arrivo è previsto fra le ore 16.30 e le 17.10, e al termine della corsa la linea tornerà nuovamente a Rai Sport 2, dove sarà possibile seguire tutti i commenti del post-gara. Per chi invece non potesse mettersi davanti a un televisore oggi pomeriggio, ricordiamo anche la possibilità di seguire la Liegi-Bastogne-Liegi in streaming video sul sito Internet ufficiale della Rai (www.rai.tv). Infine i social network, dove segnaliamo in particolare la pagina Facebook ufficiale (Liege-Bastogne-Liege) e il profilo Twitter ufficiale @LBLcourse. E adesso, che lo spettacolo cominci: la parola va alla strada.

CLICCA QUI PER SEGUIRE IN DIRETTA STREAMING VIDEO SU RAI.TV LA LIEGI-BASTOGNE-LIEGI 2014 DI CICLISMO (dalle ore 12.30, poi dalle 15.05 su RaiTre)


  PAG. SUCC. >