BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Calcio e altri Sport

Probabili formazioni/ Bayern Monaco-Real Madrid: i protagonisti (Champions League, ritorno semifinali)

Foto InfophotoFoto Infophoto

Così ha parlato Carlo Ancelotti nella conferenza stampa ufficiale alla vigilia della partita: “Sappiamo che domani (oggi, ndR) sarà durissima. Abbiamo un leggero vantaggio contro una grande squadra, non siamo stupidi e quindi non crediamo di essere già qualificati. È vero che abbiamo atleti di altissimo livello, fisicamente siamo molto forti. Ho buoni ricordi di questo stadio. Non credo che tatticamente la gara di domani sarà molto diversa rispetto all'andata: il Bayern ha la sua filosofia, ma non credo che sarà la tattica a fare la differenza. In realtà penso che l'aspetto più importante sarà quello mentale. Abbiamo iniziato troppo timidamente nella gara d'andata; domani, se faremo così, sarà molto pericoloso. Dobbiamo scendere in campo dall'inizio con coraggio. Ognuno dei ragazzi dovrà dare il massimo per raggiungere la finale. Non conta tanto la tattica, quanto l'impegno. Schierare un 4-4-2 o un 4-4-3 non cambierà molto. Vedremo una sfida tra due squadre con filosofie diverse e giocatori diversi. È questo che rende il calcio così meraviglioso. Possiamo qualificarci anche senza segnare, ma cercheremo comunque di farlo. Abbiamo segnato tanto in Champions League e nella Liga, e l'obiettivo è riuscirci anche questa volta. Possiamo giocare diversi tipi di calcio, ma solitamente ci piace attaccare. Cercheremo di sfruttare le nostre qualità fisiche e tecniche”. Dopo i recenti problemi fisici, oggi non ci dovrebbero più essere dubbi sul fatto che Cristiano Ronaldo e Bale saranno presenti fin dal primo minuto nel tradizionale tridente completato dalla punta centrale Benzema. Per il resto non si annunciano sorprese: naturalmente ci saranno tutti i titolari anche in difesa e a centrocampo, a partire dal 'portiere di Coppa' Casillas fino a Xabi Alonso, regista con ai suoi fianchi Modric e Di Maria.

Tra i giocatori a disposizione di Carlo Ancelotti ci sarà molta gioventù di grande talento, da Varane in difesa a Casemiro a centrocampo, ma soprattutto le tre stelline della nuova generazione spagnola, cioè Illaramendi, Isco e Morata, che garantiranno le alternative dalla cintola in su ai fenomeni titolari del reparto offensivo.

Sono tre i giocatori assenti per il Real Madrid, che dovranno saltare questa partita come già saltarono quella di andata. Il più sfortunato è proprio un tedesco, cioè Khedira, assente da novembre a causa di un infortunio subito in Nazionale, a San Siro nell'amichevole Italia-Germania. A lui si aggiungono Arbeloa e il giovane Jesé: per entrambi problemi al ginocchio.