BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

Probabili formazioni/ Chelsea-Atletico Madrid, i protagonisti (Champions League, ritorno semifinali)

Pubblicazione: - Ultimo aggiornamento:

Foto Infophoto  Foto Infophoto

PROBABILI FORMAZIONI CHELSEA-ATLETICO MADRID: I PROTAGONISTI - La semifinale di Champions League Chelsea-Atletico Madrid non è solo sfida tra due grandi organizzazioni tattiche; è anche un insieme di grandi giocatori, ciascuno dei quali potenzialmente decisivo. Nelle probabili formazioni del match, in attesa di quelle ufficiali, ne abbiamo individuato uno per parte, provando a indovinare chi potrebbe risolvere. CHELSEA, IL PROTAGONISTA E'… OSCAR - Il brasiliano può essere considerato il collante della squadra. Se Hazard ci mette fantasia e ultimo passaggio, se Eto'o risulta letale sotto porta, l'ex dell'Internacional Porto Alegre sa fare un po' di tutto; gioca largo sulla trequarti, ma può anche accentrarsi per andare alle spalle della punta e non di rado lo abbiamo visto a centrocampo a fare legna e impostare. In più segna: 11 gol in stagione, di cui 8 in Premier League e uno in Champions. Giocatore tuttofare, potrebbe anche partire dalla panchina per dare la scossa giusta quando le squadre saranno più stanche. ATLETICO MADRID, IL PROTAGONISTA E'… RAUL GARCIA - Sta vivendo un momento straordinario e in generale una grande stagione, quella della consacrazione. Sono già 17 i gol realizzati: 4 di questi sono arrivati in Champions League, 9 in campionato dove la scorsa domenica il suo colpo di testa al Mestalla potrebbe diventare la rete della Liga, visto che questa era considerata la partita più difficile del lotto (a parte lo scontro con il Barcellona, che potrebbe già essere ininfluente) e che è stata vinta. Questa sera il Chelsea concentrerà le sue attenzioni più che altro su Diego Costa, e allora lui potrebbe sfruttare; ama partire da lontano, ma non trovando troppi spazi visto il modo di giocare dei Blues dovrà girare attorno al compagno di reparto e sfruttare sponde e spizzate.

PROBABILI FORMAZIONI CHELSEA-ATLETICO MADRID: GLI ASSENTI - Ci sono alcuni assenti nelle probabili formazioni di Chelsea-Atletico Madrid, ritorno della semifinale di Champions League. Purtroppo José Mourinho e Diego Simeone dovranno fare a meno di qualche giocatore che sarebbe potuto risultare molto utile; lo Special One ha recuperato in tempi record John Terry, non così Petr Cech la cui stagione è finita a causa della lussazione alla spalla procuratasi nel match di andata. I problemi veri sono a centrocampo: squalificati Obi Mikel e Frank Lampard, il tecnico portoghese non ha alternative qualora la partita dovesse mettersi in un certo modo, la buona notizia è che in caso di finale li ritroverà entrambi. La stessa cosa può pensare il Cholo, che questa sera non può avvalersi della leadership e della qualità del suo capitano Gabi: anche lui è incappato nell'ammonizione dell'andata, dunque sarà fermo per un turno sperando con tutte le sue forze che i compagni gli regalino la finale. Nell'Atletico rimane questa l'unica indisponibilità, a parte quella del terzino sinistro Javier Manquillo che in ogni caso avrebbe avuto ben poche possibilità di giocare o anche solo di andare in panchina.

PROBABILI FORMAZIONI CHELSEA-ATLETICO MADRID: I BALLOTTAGGI - Per una partita così importante come Chelsea-Atletico Madrid i dubbi da sciogliere non sono pochi per i due allenatori, perciò le probabili formazioni resteranno tali fino all'ultimo istante possibile. José Mourinho ha scelte bloccate in difesa e a centrocampo, ma John Terry si è allenato e a sorpresa potrebbe essere in campo, prendendo dunque il posto di Branislav Ivanovic che però resta ampiamente favorito per iniziare la partita. Davanti dubbio a tre: Fernando Torres sembra essere in vantaggio, ma attenzione a una vecchia volpe come Samuel Eto'o, che ha già vinto tre volte la Champions League, e a Dermba Ba che nell'ultimo periodo è particolarmente in forma e decisivo. Sulla trequarti, recuperato Hazard, Mourinho sembra intenzionato a schierare il belga insieme a Oscar e Willian; anche qui poche le possibilità di cambiare, a meno che non venga inserito dal primo minuto Andre Schurrle che nei quarti di finale aveva inaugurato il 2-0 al PSG segnando nel primo tempo. Nell'Atletico le scelte sembrano essere più bloccate: davanti Raul Garcia parte in vantaggio su David Villa, mentre a centrocampo Mario Suarez prenderà il posto di Gabi e sull'esterno l'unico motivo per cambiare può essere la condizione non perfetta di Arda Turan. Nel caso si decida di farlo iniziare dalla panchina, è pronto Adrian Lopez.

PROBABILI FORMAZIONI CHELSEA-ATLETICO MADRID (CHAMPIONS LEAGUE 2013-2014, RITORNO SEMIFINALI): LE ULTIME NOTIZIE – Stasera la Champions League propone Chelsea-Atletico Madrid, alle ore 20.45 allo stadio Stamford Bridge di Londra, semifinale di ritorno della massima competizione europea. Si parte dal pareggio per 0-0 dell'andata, che lascia speranze ad entrambe le squadre: il Chelsea di José Mourinho beneficerà ora del fattore campo, ma un pareggio con gol farebbe la gioia dell'Atletico di Diego Simeone. Sarà una grande sfida fra due squadre che in pochi si attendevano a questo livello, ma che pure nei rispettivi campionati stanno facendo grandi cose: secondi in Premier League i Blues, addirittura primi nella Liga i Colchoneros. In palio c'è un posto in finale contro il Real Madrid: per l'Atletico sarebbe derby, altrimenti sarà una sfida fra Mourinho e il suo recente passato. Eccovi dunque ora le ultime notizie sulle due squadre e le probabili formazioni di Chelsea-Atletico Madrid, partita che sarà diretta dall'arbitro italiano Nicola Rizzoli.

FORMAZIONE CHELSEA – Queste sono state le parole di José Mourinho nella conferenza stampa della vigilia: “Lo 0-0 in trasferta non ci dà un vantaggio. Chiaro che io e tutto il Chelsea vogliamo andare a Lisbona, ma l'Atletico è una squadra solida. Il calcio è pieno di filosofi che sanno molto più di me e sostengono teorie analitiche fantastiche. Una squadra deve sapersi difendere. Una squadra deve avere equilibrio. Quando devi vincere, sei costretto a cercare il gol. Bisogna saper sfruttare le qualità dei giocatori che hai a disposizione. Dieci, venti, trenta anni fa una squadra dipendeva dagli allenatori e dal club. Ora dipende dai critici. Siamo l'unica squadra che in Champions, contro il Psg, ha utilizzato tre attaccanti: Eto'o, Torres e Ba. Anche Rodgers mi ha criticato? Mi ha chiamato per complimentarsi per la nostra impresa di Liverpool... Brendan è intelligente, avrà analizzato il match. L'esperienza mi aiuta a dormire bene prima delle partite, ma in campo poi vanno i giocatori. Sono la componente più importante e io ho fiducia totale in loro”. La notizia clamorosa potrebbe essere il recupero lampo di John Terry, che dunque potrebbe affiancare Cahill in mezzo alla difesa, con Ivanovic che giocherebbe dunque come terzino destro, anche se ovviamente le condizioni dell'inglese andranno monitorate fino all'ultimo. Altrimenti, Ivanovic giocherà in mezzo e sulle fasce ci sarà – oltre ad Azpilicueta – uno fra Cole e Kalas: il primo però è reduce da vari problemi fisici, mentre il secondo ha pochissima esperienza ad alto livello, anche se domenica a Liverpool ha giocato benissimo. In mediana nessun dubbio, a causa delle assenze: coppia titolare David Luiz-Ramires, con il primo che non potrà nemmeno scalare in difesa in caso di rinuncia di Terry perché altrimenti in mezzo ci sarebbe il vuoto. In avanti invece i recuperi di Hazard ed Eto'o danno più opzioni a Mourinho. L'ipotesi più credibile è quella di Torres punta centrale, con il trio Willian-Oscar-Hazard alle sue spalle, ma qui Mou potrebbe riservarci numerose sorprese.

PANCHINA CHELSEA – Infatti, a disposizione dello Special One ci saranno Eto'o e Demba Ba, entrambi pronti a insidiare il posto di Torres, e Schurrle, che invece può ancora sperare in una maglia da titolare nel trio dei trequartisti. Insomma, tutto è ancora possibile e Mourinho è uomo che ci ha abituati alle sorprese. In difesa abbiamo detto di Cole e Kalas, a centrocampo ecco Van Ginkel, che però ha saltato oltre sei mesi per un grave infortunio e quindi entrerà solo in caso di estrema necessità. Per lui è già bello esserci.

INDISPONIBILI CHELSEA – A centrocampo pesano molto le squalifiche di Lampard e Mikel, che lasciano Mourinho appunto senza alternative tranne Van Ginkel. Per il resto, nulla da fare per Cech: se per Terry si sta provando il miracolo, per il portiere ceco non ci sono davvero speranze e quindi in porta ci sarà ancora Schwarzer. Ricordiamo infine che Salah e Matic sono esclusi dalla lista Uefa avendo già giocato con Basilea e Benfica nella fase a gironi.

CLICCA SUL PULSANTE > QUI SOTTO PER CONTINUARE A LEGGERE LE PROBABILI FORMAZIONI DI CHELSEA-ATLETICO MADRID (CHAMPIONS LEAGUE 2013-2014, RITORNO SEMIFINALI)



  PAG. SUCC. >