BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Probabili formazioni/ Chelsea-Atletico Madrid, i protagonisti (Champions League, ritorno semifinali)

Foto Infophoto Foto Infophoto

 Alle ore 20,45 di domani sera si gioca Chelsea-Atletico Madrid, ritorno della semifinale di Champions League 2013-2014. Si parte dallo 0-0 dell'andata: un risultato che favorisce leggermente i Colchoneros visto che in caso di pareggio con gol andrebbero in finale. Tuttavia, è chiaro che il fattore campo dà una possibilità in più anche ai Blues, che con Josè Mourinho in panchina (considerato anche il precedente periodo tra il 2004 e il 2007) ha perso soltanto quattro volte tra le mura amiche. Non sarà dunque facile per la squadra di Diego Simeone; tatticamente entrambe sono portate più che altro a difendersi, ma il fatto di dover comunque segnare per evitare i supplementari potrebbe far saltare il banco. Vedremo come; arbitra Nicola Rizzoli. 

 I Blues non potrebbero arrivare a questa partita in una forma psicologica migliore. Nel weekend hanno battuto il Liverpool ad Anfield Road, rimettendosi in corsa per una Premier League che sembrava invece chiusa. Sono 2 adesso i punti di ritardo dai Reds, battuti nonostante una formazione decimata dagli infortuni (ma non piena di giovani e riserve come Mourinho aveva minacciato per il mancato anticipo da parte della FA). Raramente lo Special One sbaglia partite simili: il punto di forza può essere questo, ma va ricordato che, appunto, il Chelsea dovrà giocare la gara più importante della stagione senza Cech e Terry, entrambi infortunati una settimana fa e fuori dai giochi fino al termine dell'andata, e anche senza Obi Mikel e Lampard che, ammoniti al Vicente Calderon, sono squalificati. La buona notizia per il tecnico portoghese è che in caso di finale li riavrà a disposizione, e che Hazard potrebbe farcela per domani. 

 Anche i Colchoneros sono galvanizzati: hanno recuperato gli infortunati e si presentano a Stamford Bridge con sole due assenze, quella di Javier Manquillo e quella pur pesante del capitano Gabi (giocherà Mario Suarez). La vittoria sul campo del Valencia (rete di Raul Garcia) avvicina la squadra alla storica vittoria della Liga: con tre giornate da giocare l'Atletico ha 4 punti di vantaggio sul Barcellona e può rendere inutile lo scontro diretto al Camp Nou vincendo le prossime due. Per quanto riguarda il Real Madrid, è a -6 con una partita in meno: anche vincendo avrebbe bisogno di vincerle tutte sperando che i cugini biancorossi facciano meno di 6 punti, perchè gli scontri diretti sono a favore (vittoria all'andata, pareggio al ritorno). Nemmeno il Cholo si aspettava di avere un rendimento simile: forse l'obiettivo principale resta quello di vincere la Liga, ma è chiaro che una volta arrivati in semifinale di Champions League tutto l'ambiente vuole provare a prendersi la grande soddisfazione di giocare l'ultimo atto di questo torneo, che mancava da ben 40 anni e sarebbe uno strepitoso modo di chiudere la stagione.

© Riproduzione Riservata.