BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Coppa Davis/ News tennis, Italia-Gran Bretagna: Fognini spera nella febbre di Murray

Coppa Davis tennis news, Andy Murray non si è allenato: il tennista scozzese ha la febbre e rischia di saltare la prima giornata, favorendo decisamente l'Italia nel quarto di finale

Andy Murray, 26 anni (Infophoto) Andy Murray, 26 anni (Infophoto)

Aggiornamenti sulla febbre di Andy Murray: niente di ufficiale, ma il capitano del team di Coppa Davis della Gran Bretagna si è detto fiducioso sul recupero del numero 8 al mondo, l'unica speranza di vittoria per la bandiera della Union Jack, altrimenti nettamente inferiore all'Italia. A proposito: nella squadra azzurra la notizia dell'influenza del campione di Wimbledon 2013 è stata presa in modo diverso. Il capitano Corrado Barazzutti ha fatto sapere che "sportivamente parlando, mi auguro che scenda in campo". Un pensiero che probabilmente sarà condiviso dai tifosi che assieperanno gli spalti a Napoli: va bene supportare l'Italia e sperare nella semifinale, ma l'assenza di un campione come Murray abbasserebbe il livello dello spettacolo. Dall'altra parte però ecco Fabio Fognini: lui contro lo scozzese ci dovrebbe giocare nella seconda giornata, magari in una sfida decisiva. E' forse anche per questo che, provando a prenderla con la consueta ironia, ha detto che "la febbre non è nulla di grave, perciò spero che gli duri per qualche giorno". Eh già: affrontare Fleming o Hutchins e non Andy sarebbe decisamente diverso, anche sulla terra.

Se il quarto di finale di Coppa Davis contro la Gran Bretagna sulla terra di Napoli sorrideva già all'Italia, la notizia di oggi rischia di renderlo una passeggiata di salute. Andy Murray ha l'influenza: non si è allenato e non si è presentato alla cerimonia del sorteggio. Di forfait non ne sono stati annunciati, ma lo scozzese numero 8 al mondo e già vincitore di due titoli dello Slam potrebbe essere costretto a saltare la prima giornata. Dandoci quel vantaggio che farebbe pendere l'ago della bilancia nettamente dalla nostra parte: il sorteggio ha previsto che la prima partita si debba giocare tra Fabio Fognini e il ventisettenne James Ward, la seconda tra Andreas Seppi e appunto Murray. Ora: vero che Fabio può ritrovarsi in una di quelle giornate nelle quali passa più tempo a discutere con il giudice di sedia che a giocare e può in questi casi perdere contro chiunque; ed è vero che Ward ha pur sempre battuto un ex Top 20 come Sam Querrey (ora precipitato al numero 74) nel match contro gli Stati Uniti. Tuttavia il pronostico è clamorosamente a favore del sanremese, anche se il problema riscontrato durante il torneo di Miami dovesse tenerlo non al 100%. Il doppio prevede attualmente la coppia Simone Bolelli-Paolo Lorenzi contro Colin Fleming-Ross Hutchins; i due inglesi non hanno nemmeno una classifica ATP nel singolare, ma Fleming è tra i primi 40 nel doppio e in coppia con Dominic Inglot ha strappato un set ai fratelli Bryan, impresa mai banale. Certo: anche qui ci aspettiamo comunque una vittoria azzurra, e allora Murray potrebbe non arrivare nemmeno a giocare la sua partita della domenica, essendo che a quel punto l'Italia potrebbe già aver chiuso la pratica sul 3-0. A sostituire Murray infatti il capitano britannico Leon Smith dovrebbe mandare in campo uno dei due giocatori scelti per il doppio: solo in una giornata di grazia e in una crisi epocale di Andreas Seppi si potrebbe pensare a un upset. Incrociamo le dita naturalmente perchè lo sport e il tennis sono pieni di favole da tramandare ai posteri; ma la semifinale sembra decisamente vicina. Intanto Andy Murray non ha ancora comunicato il nome del coach che succederà ad Ivan Lendl: su Twitter aveva scritto che la decisione sarebbe arrivata ieri, e invece non ci sono stati annunci ufficiali. 

(Claudio Franceschini)

© Riproduzione Riservata.