BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Calcio e altri Sport

Probabili formazioni/ Juventus-Benfica: i protagonisti (Europa League, ritorno semifinale)

Probabili formazioni Juventus Benfica: le notizie e le possibili scelte di Antonio Conte e Jorge Jesus per la semifinale di ritorno di Europa League. Tra i convicati del Benfica anche Salvio

Lazar Markovic al tiro contrastato da Chiellini; Bonucci osservaLazar Markovic al tiro contrastato da Chiellini; Bonucci osserva

Chi saranno i protagonisti di Juventus-Benfica? Scorrendo le probabili formazioni leggiamo tanti nomi, da una parte e dell'altra, che possono fare la differenza; ne abbiamo scelto allora uno per parte, provando ad azzardare i due giocatori che possono risultare decisivi per le sorti delle due squadre. E' l'ago della bilancia della squadra, poche scuse. Non tanto per il numero dei gol che porta alla causa (18 in questa stagione), quanto perchè a centrocampo non c'è un giocatore che garantisca il suo lavoro di rottura e inserimento. Pogba è un calciatore con altre caratteristiche; il cileno è fondamentale per gli equilibri della Juventus, che infatti in sua assenza ha spesso sofferto in mezzo. Questa sera può essere la sua partita: in Europa League ha già segnato due gol, più che altro dovrà spezzare la manovra lusitana evitando il lungo possesso palla del Benfica. La sua prima stagione al Da Luz è stata positiva: 25 partite, 5 gol e 4 assist in campionato, 7 presenze e 1 gol in Europa League. Classe '94, considerato uno dei migliori talenti del calcio serbo ed europeo in generale, nel Benfica ha arretrato il suo raggio d'azione anche per necessità, trasformandosi in interno di centrocampo. In questo modo la mediana ha acquistato grande qualità, e lui può prendere palla da lontano e traghettarla dalle parti dell'area avversaria, ma anche buttarsi nello spazio per ricevere. Il risultato dell'andata impone anche controllo del ritmo e gestione delle situazioni: Markovic, aiutato da Gaitain, lo sa fare e in questo senso può risultare decisivo. 

Nelle probabili formazioni di Benfica-Juventus c'è ancora qualche nodo da sciogliere da parte dei due allenatori; pochi a dire il vero, perchè Antonio Conte e Jorge Jesus sembrano avere le idee piuttosto chiare. Il tecnico salentino pare orientato a schierare Martin Caceres in difesa in luogo di Andrea Barzagli, convinto dalle buone prestazioni che l'uruguayano ha messo in campo quando la difesa era in emergenza; a centrocampo si va verso la titolarità di Arturo Vidal che ha ormai recuperato e prenderà il posto di Marchisio, mentre davanti ci sarà Carlos Tevez che giocherà nonostante sia diffidato, come del resto anche Bonucci e Lichtsteiner che però faranno parte dell'undici titolare. Jorge Jesus invece ha il solo dubbio Nico Gaitan: più che altro è una questione di condizione, perchè se l'argentino avrà recuperato sarà regolarmente in campo. Non dovesse farcela, sarà ballottaggio tra Ljubomir Fejsa-Ruben Amorim, scelta più conservativa, e Djuricic che invece può portare qualità in più nel reparto di mezzo del Benfica.

Mancano poche ore all'inizio di Benfica-Juventus, semifinale di ritorno di Europa League. Le probabili formazioni che Antonio Conte e Jorge Jesus hanno ipotizzato e vagliato negli allenamenti non risentono di troppi assenti. Anzi: sono appena due, e tutti dalla parte dei lusitani. I bianconeri infatti hanno recuperato Arturo Vidal che era sofferente ad un ginocchio dalla sfida di Napoli, e hanno anche Andrea Barzagli che per tutta la stagione ha sofferto per la tendinopatia. Il Benfica invece deve fare a meno di André Gomes, squalificato, e di Silvio, terzino destro che a metà aprile ha riportato la frattura della tibia e non sarà disponibile nemmeno per l'eventuale finale. Recuperato invece a tempo di record Eduardo Salvio: si era rotto il braccio lo scorso 20 aprile nella partita che ha portato in dote il campionato al Benfica, si pensava ad una stagione finita e invece già questa sera sarà in panchina. 

Sale altissima l’attesa per Juventus-Benfica, semifinale di ritorno di Europa League. Alle ore 21.05 di questa sera, in quel dello Juventus Stadium, di scena la sfida che decreterà la finalista dell’Euroleague 2013-2014. La Vecchia Signora è in svantaggio, avendo perso per 2 a 1 la scorsa settimana al Da Luz, ma la rete siglata da Carlitos Tevez tiene comunque in gioco i bianconeri, che questa sera avranno la possibilità di godere del caloroso pubblico di casa. I lusitani, dal canto loro, proveranno ad ottenere la finalissima per chiudere al meglio una grandiosa stagione dopo aver già vinto il titolo nazionale.

Antonio Conte, allenatore della Juventus, si è espresso così nella conferenza stampa di ieri sera: "Per quanto dimostrato al Da Luz, siamo stati sconfitti ingiustamente. Prendere gol dopo due minuti destabilizza e riassestarsi non è stato semplice, ciò nonostante il Benfica ha costruito poco e giocato molto di ripartenza. Nel secondo tempo, penso che in campo ci sia stata una squadra, la Juventus: con più accortezza e precisione, potevamo segnare. Ripeto, è stato un risultato assolutamente bugiardo, ma adesso c'è il ritorno: dovremo essere bravi ad attaccare e ancora più bravi a fermare il loro contropiede. Avremo lo Juventus Stadium alle spalle che spirerà forte e scenderà in campo con noi. L'obiettivo è sempre unico: cercare la vittoria. E la partita della vita è sempre la prossima. E' un momento che dobbiamo vivere con grande entusiasmo, con grande partecipazione nostra e soprattutto dei tifosi: lo meritano dopo circa undici anni in cui hanno visto gli altri arrivare a giocarsi le competizioni nella parte finale. Quindi, grande entusiasmo e grande rispetto nei confronti del Benfica, però la parola paura non esiste: non appartiene al nostro vocabolario. Vidal? Si è allenato, scoprirete se parte dall'inizio o dalla panchina...". L’unico grande dubbio di formazione per la sfida di questa sera, come accennato dallo stesso Conte, è l’impiego dal primo minuto di Vidal. Il nazionale cileno ha giocato pochissimo durante il mese di aprile per via dei continui problemi al ginocchio, e di conseguenza mister Antonio Conte dovrà decidere se rischiarlo fin da subito o se mandare in campo Marchisio per poi utilizzare il sudamericano come arma per il secondo tempo. Per il resto non dovrebbero esserci grandi novità con Caceres al posto di Barzagli (acciaccato) al fianco di Bonucci e Chiellini. A centrocampo soliti Lichtsteiner e Asamoah sugli esterni con Pogba e Pirlo in mezzo. In attacco infine, Tevez e Llorente.

Ecco la panchina della Juventus per il match di questa sera: Storari, Barzagli, Isla, Marchisio, Giovinco, Osvaldo, Vucinic. Vi abbiamo già parlato dei due ballottaggi Barzagli-Caceres e Vidal-Marchisio. Per il resto solita panchina, con Giovinco scalpitante e pronto a subentrare come primo cambio nella ripresa. Osvaldo invece ha perso quotazioni: era partito alla grande con due gol nelle due gare contro il Trabzonspor, poi qualche prestazione negativa unita alla grande condizione della Formica Atomica hanno determinato il cambio nelle gerarchie. Nonostante ciò la Juventus starebbe comunque pensando di riscattare l'italo-argentino per la prossima stagione, anche se bisognerà trattare sul prezzo fissato a suo tempo con il Southampton.

Rosa al gran completo per Antonio Conte che potrà contare quindi su tutti gli effettivi per il match di questa sera. Le uniche incertezze sono quelle relative agli acciaccati Barzagli e Vidal, comunque convocati.