BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Probabili formazioni/ Inter-Bologna, i protagonisti: le ultime novità (serie A, 32esima giornata)

Foto Infophoto Foto Infophoto

Queste sono state le principali dichiarazioni dell'allenatore Davide Ballardini alla vigilia della partita: “Il silenzio stampa non serve a molto, ma è una decisione della squadra e la rispetto. Invece in campo si preferisce lavorare da soli perché si è più liberi, se qualche estraneo ti osserva ti trattieni. Siamo padroni di quello che sarà. Non facciamo calcoli, pensiamo solo all'Inter, che è motivata come noi e capace di tutto, come delle amnesie con il Livorno. Se non giochi te li porti vicini alla porta, vediamo che non avvenga. Non ho quasi mai avuto Kone, è importante che sia tornato e che sia pienamente recuperato. Da qui alla fine sarà fondamentale per la sua gamba, la grande generosità, la forza in attacco e la polivalenza. Perez non sta bene, è dispiaciuto. Non sta male fisicamente, dopo l'errore con l'Atalanta è più appesantito di altri psicologicamente perché è il capitano e l'unico modo che conosco è quello di alleggerire una persona sensibile e intelligente. Noi tutti dobbiamo togliergli peso e avere la mente più serena. Palacio può giocare in tutte squadre del mondo, è straordinario per abilità, naturalezza e disponibilità. Nell'Inter sono tutti nazionali, anche i panchinari, e non hanno le coppe. Ma anche loro sono sotto esame come noi”. Perez dunque andrà in panchina, con Pazienza oppure Friberg al suo posto (favorito l'italiano) e l'ex Krhin in cabina di regia, mentre in attacco Kone sarà il trequartista alle spalle dell'unica punta, che dovrebbe essere Cristaldo visto che Acquafresca è condizionato da un problema all'adduttore: il sudamericano è favorito su Bianchi per una maglia da titolare.

Salvo sorprese dai ballottaggi, Bianchi sarà comunque la prima alternativa in attacco, per il quale Ballardini potrà contare in panchina anche su Moscardelli, Paponi e il pur sofferente Acquafresca: obiettivo sfatare il tabù del gol, visto che il Bologna nelle ultime otto giornate ha segnato soltanto due gol, entrambi su rigore.

Buone notizie per Ballardini arrivano dall'infermeria, visto che l'unico assente è Della Rocca, anche se per il centrocampista la stagione è già finita.