BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Giro delle Fiandre 2014/ Il pronostico di Michele Bartoli (esclusiva)

Fabian Cancellara vince il Fiandre 2013 (da Facebook) Fabian Cancellara vince il Fiandre 2013 (da Facebook)

Tanto. Potranno modificare l'ordine d'arrivo: da queste parti c'è spesso pioggia, brutto tempo, sono condizioni atmosferiche che possono cambiare la corsa e ne influenzano l'andamento. Bisogna essere abituati a correre a queste latitudini.
Qual è il fascino del Fiandre? E' una corsa speciale, in Belgio per giorni interi non si parla d'altro, è la classica che si sente più, l'avvenimento sportivo dell'anno intero. Durante la gara c'è tanto pubblico che incita i corridori, che segue il Giro delle Fiandre in modo molto caloroso. E' una vera festa del ciclismo e di un'intera nazione.
Il Belgio è davvero la patria del ciclismo... Sì, c'è grande cultura per questo sport, i ragazzi vanno in bicicletta, vengono seguiti e possono diventare campioni, soprattutto in questa parte del Belgio, le Fiandre, più che in Vallonia. Il ciclismo qui ha una popolarità incredibile...
E sono nati campioni che hanno fatto la leggenda del ciclismo, da Eddy Merckx e Roger De Vlaeminck... Merckx lo conoscono tutti, con Coppi è stato sicuramente il più grande ciclista di sempre. De Vlaemick è stato un corridore straordinario, il re delle classiche, del pavè.
Lei ha vinto il Fiandre nel 1996, cosa ricorda ancora di quel successo? La cosa più bella è quello che provo ancora adesso, un ricordo che non ho cancellato, qualcosa che porterò per sempre nel mio cuore! (Franco Vittadini)

© Riproduzione Riservata.