BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Probabili formazioni/ Juventus-Livorno, i ballottaggi (Serie A, 32^ giornata)

Foto Infophoto Foto Infophoto

PROBABILI FORMAZIONI JUVENTUS-LIVORNO: CONTE SCHIERA LA COPPIA TEVEZ-LLORENTE DAL PRIMO MINUTO (SERIE A 2013-2014, 32^ GIORNATA) - Alle ore 19 di questa sera si gioca Juventus-Livorno, partita valida per la 32^ giornata del campionato di Serie A 2013-2014. La Lega Calcio posticipa questa sfida per permettere alla Juventus di rientrare senza troppi affanni dalla trasferta di Lione; orario consueto quando le partite del lunedi sono due (alle 21 c'è Genoa-Milan). Bianconeri con 81 punti, Livorno con 25: chiaramente i rapporti di forza sono quelli che sono, ma il fatto che la capolista abbia giocato in settimana può naturalmente portare a qualche calo di energia. In più la Roma si è portata a 8 punti di distanza e questo può creare una certa ansia negli uomini di Antonio Conte, che restano comunque ampiamente favoriti per la vittoria. All'andata avevano deciso le reti di Llorente e Tevez; questa sera arbitra Gervasoni. 

QUI JUVENTUS - La vittoria di Lione ha dato fiducia alla Juventus: la semifinale di Europa League è sempre più vicina e adesso si sogna una doppietta che manca addirittura dal 1994-1995, quando però era stata centrata con la Coppa Italia. In campionato bisogna ripartire dopo la sconfitta di Napoli, che ha interrotto la striscia di 22 partite senza sconfitte (20 vittorie e due pareggi); Carlos Tevez torna dalla squalifica, e il suo tweet dopo la sostituzione avvenuta giovedi ha rassicurato tutti sulle sue condizioni fisiche. L'Apache dovrebbe esserci, magari con Osvaldo che invece sui social network ha sfogato la sua frustrazione per le critiche ricevute e vuole dimostrare di meritare la maglia bianconera. Intanto la squadra nel mese di marzo ha rallentato: nelle sei partite giocate in Serie A ha segnato solo 7 reti, davvero poche per il miglior attacco del campionato. Certo sono comunque arrivate cinque vittorie, ma per il rush finale e per tenere a distanza la Roma si teme che possano peggiorare anche i risultati. Il modo migliore per far sì che non avvenga è quello di confermare il dato della pericolosità offensiva, che è la più alta della Serie A; fare meglio è impresa difficile, anche perchè la positività dei passaggi è la seconda del campionato (dietro alla Roma). Tutt'al più si potrebbe migliorare il possesso palla, altro sistema per stancarsi di meno dovendo rincorrere gli avversari. 

QUI LIVORNO - Il Livorno gode per il pareggio contro l'Inter con due gol recuperati nel secondo tempo; naturalmente la classifica non è migliorata in maniera esponenziale, ma intanto è stato recuperato un punto al Bologna. I labronici sanno molto bene che non è certo la Juventus l'avversario che bisogna battere per rimanere in Serie A, ma quando mancano sette giornate al termine del campionato non si possono più fare calcoli; dunque bisogna andare a Torino e provare a giocarsela, mettendo in campo le armi migliori a disposizione. Ovvero, il contropiede: non può essere altrimenti, il Livorno è penultimo per possesso palla, quintultimo per tiri nello specchio della porta e per pericolosità, terzultimo per supremazia territoriale. Con questi numeri non si può certo pensare di andare sul campo della capolista a dettare il ritmo e fare la partita, ed è anche per questo che Mimmo Di Carlo dovrebbe rinunciare a Paulinho per inserire invece un attacco formato da Belfodil e Siligardi, tenendo invece Emeghara pronto per un secondo tempo nel quale le squadre stanche e un ritmo calante potrebbero fare le fortune dello svizzero e quindi della squadra toscana. Sono però pesanti le assenze di Emerson e Luci, che mancheranno per almeno venti giorni.

© Riproduzione Riservata.