BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

PROBABILI FORMAZIONI/ Bayern Monaco-Manchester United: i ballottaggi (Champions League, ritorno quarti)

Infophoto Infophoto

Così ha parlato nella conferenza stampa della vigilia l'allenatore David Moyes: “Non vedo l'ora che arrivi la partita. E' una sfida di ritorno con la possibilità di qualificarci, e faremo di tutto per raggiungere la finale. Questo per ora è il livello più alto nella competizione. Mi piacerebbe che la squadra faccia maggiore possesso palla e che faccia di più la partita rispetto all'andata. La qualità dei nostri avversari è molto elevata. Mi aspetto una prestazione migliore rispetto a quella in casa, credo che possiamo riuscirci. Per qualificarci dobbiamo farlo. Io sono concentrato sulla qualificazione. I giocatori sono pronti e concentrati. Avremo bisogno di una buona prestazione da parte di tutti. Nessuno deve stare a guardare, ma abbiamo fatto tutto il possibile per prepararci al meglio a questa partita. Dovremo vincere questa 'finale' per raggiungere il prossimo turno. Stiamo facendo bene in questa competizione e vogliamo continuare così. Dobbiamo segnare un gol e lo spirito dovrà essere lo stesso della gara di andata. Dovremo fare una grande partita. Faremo di tutto per avere a disposizione Wayne Rooney. Lui è felice di farsi un'iniezione pur di giocare e questo dice tutto su quanto tenga a questa partita e a questo club. Wayne ha grande carattere e vuole giocare. Se è lui che lo vuole così tanto, saremmo stupidi a non assecondarlo”. In difesa coppia centrale con i veterani Ferdinand-Vidic; il serbo l'anno prossimo giocherà con l'Inter e ha segnato all'andata. Il perno della squadra sarà però Rooney, la cui presenza sarà indispensabile considerata l'assenza di Van Persie. Il numero 10 sarà il trequartista alle spalle di Welbeck, al quale toccherà ricoprire il ruolo di punta centrale, con Kagawa e Valencia esterni nel 4-2-3-1 dei Red Devils.

Il talento non mancherà tra gli uomini a disposizione di Moyes: un giovane di qualità come Januzaj e altri due giocatori di classe come il Chicharito Hernandez e l'eterno Giggs, che però non è al top della condizione. Sono comunque loro i principali indiziati per entrare in campo a partita in corso.

Tripletta al ritorno contro l'Olympiakos negli ottavi, se il Manchester United è ancora in Champions League lo deve a Robin Van Persie, che però proprio nel finale di quella partita si è infortunato: assenza pesantissima, che si va ad aggiungere a quelle di Evans e Rafael in difesa e di Cleverley e Fellaini a centrocampo, mentre Mata non è in lista Uefa essendo arrivato a gennaio dal Chelsea.