BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

SERIE A/ Video, Inter-Lazio (4-1): gol sintesi e highlights (Serie A, 37^ giornata)

Video Inter Lazio: i gol di Palacio (doppietta), Icardi, Hernanes e Biava. Le giocate più belle della partita di addio di Javier Zanetti. Che rimarrà per sempre nel cuore dei nerazzurri...

Foto Infophoto Foto Infophoto

L'Inter batte 4-1 la Lazio nella serata in cui saluta commossa il suo capitano Javier Zanetti (ma anche Walter Samuel e Diego Milito) e conquista aritmeticamente un posto in Europa League. Segnano Palacio (doppietta), Icardi ed Hernanes (che non esulta, da buon ex) ribaltando il vantaggio biancoceleste in apertura di partita, firmato da Biava. Le statistiche evidenziano come l’Inter questa sera sia stata squadra più cinica sotto porta e nella fase realizzativa, rispetto alla squadra di Reja che ha sprecato tanto e si è trovata sulla sua strada un Handanovic versione fenomeno; i tiri sono infatti a favore della squadra laziale 9/15 contro i 7/9 interisti. Il possesso palla invece è a favore dei ragazzi di Mazzarri che nel finale hanno congelato la partita con un insistito controllo del gioco non permettendo agli avversari di colpire in contropiede.

Inter-Lazio è una partita che non si dimenticherà facilmente. Al di là delle emozioni e del risultato finale (succosissimo 4-1) Inter-Lazio finirà nei video della storia nerazzurra. E' l'abbraccio di San Siro a Zanetti, l'addio del Capitano e di un altro eroe del triplete, Diego Milito. Si chiude davvero un'era. E per il calcio italiano se ne apre un'altra...
Inter-Lazio si apre con lo choc. Il gol di Biava che da due passi sugli sviluppi di un calcio d'angolo porta in vantaggio i biancocelesti dopo si e no novanta secondi di gioco. Il corner viene battuto corto e poi prolungato per per Cana, il giocatore della Lazio non subisce alcuna pressione e smarcato all'altezza del secondo palo rimette in mezzo di testa mandando totalmente fuoritempo la difesa dell'inter. Appostato a non più di un paio di metri dalla linea bianca di porta c'è Biava, non certo un bomber consumato, ma uno che sottoporta sa fare il suo dovere. E lo fa mettendo efficacemente il pallone alle spalle di Handanovic Nemmeno il tempo di esultare, e per i biancocelesti è di nuovo tutto da rifare. La colpa è di quel brutto cliente che è Kovacic. Il gioiellino croato che sembra non riuscire mai a consacrarsi. Ma forse non stasera. Azione personale e palla dentro con un tocco divino per l'accorrente Palacio che - servito sulla corsa - ha un estrema facilità di controllo del pallone e di toccarlo con una precisione chirurgica in rete. Berisha non proprio impeccabile, ma avrebbe dovuto comunque essere Superman per bloccare la staffilata di Palacio che riporta il punteggio provvisoriamente in parità Altra magia di Kovacic, altro gol, ma questa volta di Icardi. L'argentino, che poi va ad esultare con Zanetti, si muove benissimo in verticale e con una mezzaluna appena accennata ad allargare il difensori punta dritto verso la porta di Berisha. Kovacic lo vede e serve un filtrante nel corridoio semplicemente perfetto per forza e precisione. A quel punto anche un attaccante molto meno freddo di Icardi non avrebbe potuto fare a meno che prolungare il pallone spedendolo in fondo alla rete L'Inter a questo punto si scatena e porta il suo vantaggio a due lunghezze, in modo anche un po' fortunoso con il gol di Palacio che vale per lui una doppietta personale. Molto è merito della gran galoppata sulla sinistra di Nagatomo, quel pizzico di "non so che", lo mette la deviazione del diretto marcatore di Nagatomo, a cui la palla sbatte sotto le gambe, ma filtra troppo bene. Icardi è tagliato fuori e intelligentemente fa velo senza tentare il controllo, perchè sa che Palacio è sempre pronto nel cuore dell'area di rigore. Per lui è uno scherzo da ragazzi bruciare tutti e far secco il povero Berisha Ultimo gol, in questo Inter-Lazio, è il gol dell'ex. Va bene, non esulta, ma Hernanes compie qualcosa di grande per il suo cammino in nerazzurro. Un gol a San Siro, contro la sua ex squadra, proprio nella partita di addio di Zanetti, quasi un passaggio di testimone tra passato e presente della società. Hernanes fa tutto da solo. Conquista il pallone al limite dell'area da posizione decentrata, si accentra e fa partire una palla liftata e potente che muore solo in fondo alla rete. Bellissima conclusione e grande rispetto nel controllare la gioia subito dopo  

Alle ore 20,45 di oggi torna la Serie A 2013-2014: dopo l'anticipo delle 18 lo stadio San Siro ospita Inter-Lazio, valida per la 37^ giornata del campionato di Serie A 2013-2014. E' una delle due partite importantissime per la corsa all'Europa League, oltre a Torino-Parma; qui si sfidano una squadra che è quinta in classifica (57 punti) e una che è nona (53). L'Inter di fatto è quasi sicura del posto, le basterà vincere entrambe le partite per essere padrona del suo destino; ma dopo aver perso il derby e aver centrato due sole vittorie casalinghe nel girone di ritorno è ritornata nel vortice e deve ancora darsi da fare se vuole centrare l'obiettivo considerato minimo. La Lazio viceversa ha dato vita ad una grande rincorsa: sembrava fuori dai giochi e anzi tendente alla corsa per la salvezza quando Edi Reja è tornato in panchina a fine dicembre. Con lui le cose sono drasticamente cambiate: l'esordio bis è avvenuto proprio con la vittoria sull'Inter (gol di Klose), da lì in avanti la squadra è riuscita a tornare abbondantemente in corsa anche se i due pareggi casalinghi nelle ultime due giornate (3-3 contro Torino e Verona) rischiano di essere decisivi a fine stagione, soprattutto perchè i biancocelesti non sono riusciti a ribaltare in loro favore il doppio confronto con granata e scaligeri. L'Inter come detto ha il destino nelle sue mani, ma a San Siro non vince da inizio marzo e deve tornare a farlo oggi, per non rischiare ulteriormente di rischiare fuori dall'Europa; farlo per il secondo anno consecutivo non sarebbe un ottimo modo per aprire definitivamente il ciclo di Erick Thohir, che dalla prossima stagione prenderà del tutto in mano le redini del club e vuole cambiare drasticamente le cose. Dunque si vedrà, da questo campo rischiano di passare tanti destini delle due squadre, e non solo di queste due. Arbitra la partita Massa, coadiuvato dai guardalinee Marzaloni e Cariolato e dagli addizionali Bergonzi e De Marco, con quarto uomo Liberti. Potrete seguire questa partita sul satellite: Sky Sport 1, Sky SuperCalcio e Sky Calcio 1 (canali 201, 204 e 251) e anche in streaming video grazie all'applicazione Sky Go, gratuita e riservata agli abbonati. La telecronaca è di Federico Zancan, il commento tecnico di Luca Marchegiani, gli interventi da bordocampo comprensivi di interviste di Andrea Paventi, Massimiliano Nebuloni, Matteo Petrucci e Silvia Vallini. Sul secondo flusso audio telecronaca tifosa di parte nerazzurra affidata a Roberto Scarpini. L'alternativa è Premium Calcio e Premium Calcio HD (canali 370 e 381 del digitale terrestre) e in streaming video grazie all'applicazione Premium Play, gratuita e riservata agli abbonati. Telecronaca di Pierluigi Pardo, commento tecnico di Nando Orsi, interventi da bordocampo comprensivi di interviste di Carlo Landoni. Sul secondo flusso audio telecronaca tifosa di parte nerazzurra affidata a Christian Recalcati, sul terzo flusso audio telecronaca tifosa di parte biancoceleste affidata a Guido De Angelis. Come sempre ci sono i social network per restare sempre sintonizzati con il risultato della sfida: la Lega mette a disposizione la pagina Facebook Serie A TIM e l'account twitter @SerieA_TIM, e sempre su Twitter potete digitare l'hashtag #InterLazio per accedere ai profili delle due squadre, ovvero @Inter e @officialsslazio, mentre le pagine Facebook delle due società sono F.C. Internazionale Milano e S.S. Lazio