BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Probabili formazioni/ Livorno-Fiorentina: G.Rossi dal primo minuto (Serie A, 37^ giornata)

Probabili formazioni Livorno Fiorentina: le possibili scelte di Davide Nicola e Vincenzo Montella per la partita che si gioca allo stadio Armando Picchi, ultima spiaggia per i labronici

Foto Infophoto Foto Infophoto

PROBABILI FORMAZIONI LIVORNO-FIORENTINA: GIUSEPPE ROSSI RECUPERATO (SERIE A 2013-2014, 37^ GIORNATA) - Livorno-Fiorentina si gioca domani pomeriggio alle ore 15 e vale per la 37^ giornata del campionato di Serie A 2013-2014. Per i viola non vale ormai nulla: quarti in classifica, hanno guadagnato la qualificazione all'Europa League attraverso la finale di Coppa Italia e non possono più raggiungere il terzo posto del Napoli. Conta tantissimo invece per i labronici, ultimi in classifica con 25 punti: la salvezza è ormai un miraggio, ci sarebbe bisogno di due vittorie e di sperare che sugli altri campi qualcuna delle concorrenti faccia un passo falso (e anche di più). Se questa partita sarà persa non sarà certo questo ad aver sancito la retrocessione, quanto i troppi punti persi in partite che invece erano considerate più abbordabili (su tutte quella interna contro il Chievo, persa 4-2 dopo essere passati in vantaggio). Arbitra Giacomelli.

QUI LIVORNO - Il ritorno in panchina di Davide Nicola ha prodotto finora due sconfitte; anche qui, certo non è imputabile a lui l'eventuale retrocessione, quantomeno non solo a lui. La rosa è interessante, ma i punti di domanda sono troppi; a cominciare dalle scarse alternative a Paulinho e Siligardi. Loro due hanno segnato 20 gol in coppia, il resto della squadra ne ha messi a segno 19. E non solo questo: il penultimo posto nel possesso palla certifica tutte le difficoltà nel creare gioco, senza un piano B effettivo perchè quello che sarebbe dovuto essere l'uomo in grado di spaccare le partite, Emeghara, ha deluso le attese. Poi c'è la difesa, che ha incassato la bellezza di 74 reti: troppe per pensare di salvarsi, se nonostante tutto ci si riuscirà sarà un mezzo miracolo. Per di più che Paulinho e Greco sono squalificati per la partita di domani, così Nicola si deve affidare in mezzo al campo a Biagianti (bravo, ma non un regista) e davanti a Belfodil, che da quando è arrivato dall'Inter ha messo insieme 737 minuti in 15 partite e nessun gol. Si gioca con il 4-4-2 nel tentativo di arginare le avanzate di una Fiorentina che ha poco da chiedere ma vuole riscattare la sconfitta interna contro il Sassuolo, che peraltro potrebbe aver deciso molte delle sorti della lotta per la salvezza.

QUI FIORENTINA - La Fiorentina ha il miglior possesso palla del campionato in termini di tempo, ma è seconda per palle giocate e terza per percentuale di positività; segno che qualcosa nella circolazione ha funzionato meno dello scorso anno. Davanti poi si è pagata l'assenza prolungata di Mario Gomez, che ha giocato appena 9 partite, e Giuseppe Rossi (19, con 15 gol): otto squadre hanno tirato in porta più dei viola, tra cui la Sampdoria che è 17 punti sotto in classifica. Vincenzo Montella ancora una volta ha espresso un ottimo calcio, ma era difficile pensare di poter fare risultati importanti senza le due bocche di fuoco. Lo dimostra anche il primo posto nella supremazia territoriale: la squadra come sempre ha una trazione offensiva, ma poi si perde quando si tratta di concludere a rete. Il tedesco, che non rientra nella lista dei preconvocati di Joachim Loew per il Mondiale, deve alzare bandiera bianca, e oltre a lui resta indisponibile Ante Rebic; Montella si affida al 4-3-1-2 con Giuseppe Rossi che torna titolare (al fianco di Cuadrado ormai passato stabilmente a fare la seconda punta), Ilicic gioca alle loro spalle mentre in mezzo al campo è tutto confermato con il trio Aqiulani-Pizarro-Borja Valero che oltre ad essere di grande qualità ha anche prodotto 13 gol.

CLICCA SUL PULSANTE QUI SOTTO PER LE PROBABILI FORMAZIONI ALLA VIGILIA DI LIVORNO-FIORENTINA (SERIE A 2013-2014, 37^ GIORNATA)