BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Calcio e altri Sport

Probabili formazioni/ Roma-Juventus: gli assenti (Serie A, 37^ giornata)

Foto InfophotoFoto Infophoto

Come lo scorso anno, vinto lo scudetto Antonio Conte ha voluto dare spazio ai suoi collaboratori per la conferenza stampa della vigilia. Hanno parlato tutti: il suo vice Angelo Alessio, il collaboratore Massimo Carrera (loro due avevano allenato lo scorso anno nel corso dei periodi di squalifica), il preparatore atletico Paolo Bertelli, il preparatore dei portieri Claudio Filippi, il nuovo collaboratore Mauro Sandreani che aveva già ricoperto incarichi tecnici in bianconero. Unanime il coro: Antonio Conte ha svolto un grande lavoro e merita questo scudetto, con la speranza che resti ancora a lungo a Vinovo. Per questa partita il tecnico salentino ha scelto i migliori: nessuno sconto, bisogna puntare ai 100 punti e giocare contro la Roma all'Olimpico è sempre una grande sfida al di là della classifica. Unica concessione: Padoin sarà nuovamente titolare dopo il gol vittoria contro l'Atalanta, ma anche qui si tratta di una scelta che è una semi-necessità. In attacco Carlos Tevez, che cerca il ventesimo gol in campionato, e Fernando Llorente; dietro di loro Pirlo e Pogba, con Lichtsteiner e Asamoah a spingere sulle corsie laterali. La difesa è quella titolare: Barzagli-Bonucci-Chiellini, che andrà poi al gran completo in Brasile.

Solo panchina per Marchisio, che è in dubbio: ha dolore ad un piede ma ci tiene a esserci, potrebbe comunque non essere rischiato perchè il Mondiale si avvicina. Non sta benissimo nemmeno Giovinco (adduttore), alcuni dei giocatori a disposizione potrebbero essere al passo d'addio (su tutti Quagliarella), mentre chi sogna di entrare in campo e segnare è in particolare Pablo Daniel Osvaldo, che a Roma ha vissuto due stagioni controverse: 27 gol in Serie A, spesso e volentieri un ottimo rendimento in campo ma anche qualche atteggiamento fuori dal coro. 

Arturo Vidal si è operato al ginocchio e presto partirà per il Cile per completare l'ultima parte della sua riabilitazione per il Mondiale; la Juventus lo ha avuto poco a disposizione in questo ultimo periodo e quando c'è stato il cileno non ha garantito il suo solito contributo (l'ultimo gol risale alla partita contro l'Inter, terza di ritorno). Fuori anche Mirko Vucinic, che non potrà giocare nello stadio in cui è stato protagonista per cinque anni: per il montenegrino un fastidio al ginocchio sinistro che ne impedisce l'utilizzo. Se non giocherà nemmeno contro il Cagliari, potrebbe aver chiuso qui la sua esperienza con la maglia della Juventus.