BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Probabili formazioni/ Roma-Juventus: gli assenti (Serie A, 37^ giornata)

Foto Infophoto Foto Infophoto

PROBABILI FORMAZIONI ROMA-JUVENTUS: DE SANCTIS NON RECUPERA (SERIE A 2013-2014, 37^ GIORNATA) - Roma-Juventus si gioca domani pomeriggio alle ore 17,45; orario anticipato per motivi di ordine pubblico, visti gli incidenti avvenuti nella capitale prima della finale di Coppa Italia. Si gioca di domenica, inoltre, perchè la Juventus non ha raggiunto la finale di Europa League e quindi non c'era motivo di anticipare a venerdi. Di fronte le due squadre che hanno dominato la stagione: i giallorossi hanno 85 punti in classifica e sono giunti secondi, riuscendo a ritardare il terzo scudetto consecutivo della Juventus fino a due giornate dal termine (96 punti). Doveva essere la partita decisiva per la corsa al tricolore e invece sarà soltanto una bella festa e uno spot per il calcio italiano; il fatto che non ci siano più interessi di classifica non fa certo venire meno quella che è la voglia di vincere di entrambe le squadre, perchè Roma-Juventus porta con sè una grande rivalità. In più ci sono due dati da tenere in conto: i giallorossi vogliono vendicare lo 0-3 dell'andata, Antonio Conte da allenatore dei bianconeri non ha mai vinto in casa della Roma (un pareggio e una sconfitta). Arbitra Russo.

QUI ROMA - Rudi Garcia dovrà fare a meno dello squalificato Alessio Romagnoli e degli infortunati Balzaretti e Strootman, che da tempo hanno chiuso la loro stagione; sarà questa inoltre l'ultima partita di Miralem Pjanic, che ha ricevuto un permesso per raggiungere la Bosnia con un turno di anticipo e prepararsi al meglio per il Mondiale. La bontà del campionato della Roma è testimoniata anche dalle cifre: secondo miglior attacco e miglior difesa del torneo, con un possesso palla inferiore solo a quello della Fiorentina ma la più alta percentuale di realizzazione dei passaggi, che porta al secondo posto per tiri nello specchio della porta con la seconda percentuale di pericolosità. La Roma ha un gioco all'europea, per questo si dice che potrebbe fare molto bene in Champions League: controlla il pallone, cerca sempre la giocata offensiva, sviluppa trame rasoterra con verticalizzazioni che allargano il campo e spesso è riuscita a trovare il gol con conclusioni da dentro l'area piccola. Segno del grande lavoro svolto da Rudi Garcia, che ha trovato subito formula e uomini giusti e li ha confermati per tutta la stagione. Sarà così anche domani sera: in attacco torna Mattia Destro dopo le quattro giornate di squalifica e sarà lui ad affiancare Totti e Gervinho, a centrocampo c'è Nainggolan con De Rossi e Pjanic, dietro Benatia e Castan giocano anche se non sono al meglio, i due brasiliani Maicon (convocato per il mondiale) e Dodò saranno i terzini. 

QUI JUVENTUS - Se la Roma eccelle nel possesso palla la Juventus è subito dietro, ed è prima per percentuale di pericolosità; seconda per tiri nello specchio della porta, quinta per supremazia territoriale. Lo scudetto è arrivato con una squadra meno aggressiva rispetto alla prima stagione, e più calcolatrice; spesso abbiamo visto i bianconeri concedere campo e iniziativa all'avversario per avere più spazi da sfruttare nelle ripartenze. Restano i 76 gol segnati, miglior dato da quando Antonio Conte è in panchina. Carlos Tevez e Fernando Llorente ne hanno realizzati 34 in coppia: meglio, negli ultimi trent'anni, hanno fatto solo tre coppie di attaccanti della Juventus. Il tecnico salentino non avrà a disposizione Arturo Vidal: il cileno è stato operato in settimana al ginocchio, è rientrato a Torino ma tra meno di dieci giorni raggiungerà il Cile per terminare la riabilitazione ed essere pronto per il Mondiale. Il suo posto in campo lo prenderà come al solito Marchisio, che affianca Pirlo e Pogba; Lichtsteiner e Asamoah confermati sulle corsie, davanti Tevez-Llorente. Barzagli, Bonucci e Chiellini in difesa: la Roma giustamente schiera la sua formazione migliore, lo stesso fa Conte che vede vicino il record di punti e può ancora raggiungere i 100 che sarebbero traguardo storico.

© Riproduzione Riservata.