BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Probabili formazioni / Sampdoria-Napoli: le ultime novità (Serie A, 37^giornata)

Foto Infophoto Foto Infophoto

Rafa Benitez ha ammesso alla vigilia della partita che "il prossimo anno dovremo fare meglio in campionato e provare a vincere, anche se non ce l'ho scritto sul contratto che sono obbligato a vincere lo scudetto. Qualcuno arriverà; non so quanti, ma dobbiamo aumentare la competitività della rosa. Parlo spesso con De Laurentiis e Bigon, c'è piena sintonia e sappiamo di dover migliorare l'organico e non solo. Parlo di organizzazione, è una cosa che fa la differenza; per vincere con più continuità dobbiamo creare una struttura che permetta di confermare i campioni che abbiamo e attirarne altri". Quelli che ci sono giocano: ancora una volta il tecnico spagnolo presenta una trequarti nella quale Callejon e Insigne saranno incaricati di portare fantasia e saltare l'uomo, con Pandev che agirà alle spalle di Duvan Zapata potendo dargli una mano anche in area di rigore viste le sue caratteristiche. A centrocampo ci sono Jorginho e Inler che si sono confermati la coppia meglio assortita, Henrique festeggia l'inattesa convocazione al Mondiale giocando al centro della difesa insieme a Fernandez, con Mesto e Ghoulam confermati sulle corsie come era stato nella partita contro il Cagliari.

Sicuramente entrerà in campo a partita in corso Dries Mertens, protagonista di questa stagione con 9 gol in campionato e due sigilli in Coppa Italia, uno dei quali nella finale vinta contro la Fiorentina. Potrebbe avere spazio il giovane Radosevic, che forse sperava di trovare più minuti e invece ancora una volta si è trovato a fare da spettatore; dovrà riflettere sul suo futuro perchè il prossimo anno potrebbe non essere diverso. Zuniga è tornato a disposizione da qualche settimana: se giocherà si vedrà, la società dovrà anche valutarne il futuro perchè ci sono diverse squadre che vorrebbero acquistarlo (Barcellona e Juventus su tutte). Hamsik parte dalla panchina: non segna da novembre, ha sbagliato un rigore martedi. Anche lui potrebbe partire a fine stagione, potrebbe essere il grande sacrificio per aumentare ancor più il valore della rosa.

Non ce la fa Gonzalo Higuain: ha stretto i denti per esserci nella finale di Coppa Italia, ma la contusione alla tibia è forte e il Pipita non è stato convocato. Ha svolto lavoro differenziato, mentre hanno effettuato terapie Raul Albiol (affaticamento) e Behrami (contusione al piede destro) che sono rimasti a casa al pari ovviamente di Rafael Cabral, la cui stagione è terminata in Galles per la rottura del legamento crociato. Squalificati inoltre Britos e Dzemaili, che avevano giocato titolari contro il Cagliari.