BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

Probabili formazioni / Sampdoria-Napoli: le ultime novità (Serie A, 37^giornata)

Pubblicazione:sabato 10 maggio 2014 - Ultimo aggiornamento:domenica 11 maggio 2014, 12.02

Foto Infophoto Foto Infophoto

PROBABILI FORMAZIONI SAMPDORIA-NAPOLI: HIGUAIN PARTE DALLA PANCHINA (SERIE A 2013-2014, 37^ GIORNATA) - Sampdoria-Napoli si gioca domani pomeriggio alle ore 15; inizialmente prevista per le ore 20,45 è stata anticipata a causa dell'ulteriore spostamento di Roma-Juventus, che da calendario era stata messa il venerdi. Ad ogni modo, a Marassi si affrontano due squadre che hanno ormai centrato i loro rispettivi obiettivi, la salvezza per i blucerchiati e il terzo posto per i partenopei; giocheranno solo per migliorare la loro graduatoria e perchè in ogni caso questa è una partita classica della nostra Serie A ed entrambe ci tengono a fare bene. Arbitra Chiffi.

QUI SAMPDORIA - Tre sconfitte consecutive hanno tarpato le ali al sogno della Sampdoria di rientrare nella corsa per l'Europa League; curiosamente due di queste sono arrivate con Sinisa Mihajlovic squalificato (in panchina c'era il suo vice Sakic) e tutte e tre contro ex formazioni del tecnico serbo. Al di là della cabala, non è certo un caso che la flessione sia arrivata nel momento in cui i blucerchiati hanno di fatto archiviato la pratica salvezza, andando così incontro a un calo di tensione nervosa e psicologica. I blucerchiati sono una squadra da ripartenza: hanno il tredicesimo possesso palla del campionato ma l'ottavo dato per quanto riguarda i tiri nello specchio della porta, sono quindicesimi per supremazia territoriale ma undicesimi per pericolosità. Ovvero, difendono molto bene in mezzo al campo e poi innescano la velocità di Gabbiadini ed Eder, che naturalmente saranno in campo dal primo minuto insieme a Soriano sulla trequarti e con Maxi Lopez che dovrebbe essere scelto come prima punta (Okaka è squalificato). Dietro di loro Palombo e Krsticic, mentre osservato speciale è Mustafi: il tedesco è nella lista dei 30 preconvocati da Joachim Loew per il Mondiale, da queste due partite potrebbe dipendere molto circa la sua partecipazione in Brasile. Indisponibile il solo Obiang, ma Wszolek e Gianluca Sansone non sono al meglio: le loro condizioni saranno valutate fino all'ultimo.

QUI NAPOLI - Il terzo posto dei partenopei può essere letto in molteplici chiavi: da una parte il Napoli è stato la migliore squadra dopo Juventus e Roma che hanno fatto un campionato a parte, dall'altra il secondo posto della scorsa stagione autorizzava a credere in qualcosa di meglio, soprattutto perchè i punti, anche in caso di due vittorie finali, saranno gli stessi del 2012-2013. In più ci sono i dati che vogliono i partenopei solo sesti nel possesso palla, non proprio una statistica da Benitez, e soprattutto primi per tiri nello specchio della porta  ma avendo segnato 9 gol meno della Juventus e 5 meno della Roma, segno che c'è stata spesso imprecisione nell'area di rigore. Il sesto dato per supremazia territoriale fa capire che la squadra ha sempre provato a giocare la palla ma a volte non vi è riuscita, dando luogo a una circolazione sterile e soprattutto lontana dalla zona calda delle operazioni. Tuttavia è arrivata la vittoria in Coppa Italia, si tornerà in Champions League (se verrà superato il turno preliminare) e dunque ci sono tutti i presupposti per una prossima stagione da urlo. L'unico indisponibile resta Rafael Cabral (sono squalificati Britos e Dzemaili): Reina sembra aver recuperato, vedremo se verranno dati minuti a Zuniga che martedi non ha gradito il mancato ingresso in campo. Solito ballottaggio Mertens-Insigne, verso la panchina Hamsik e Higuain (giocano Pandev e Duvan Zapata), Henrique ha ricevuto l'inattesa notizia della convocazione per il Mondiale: giocherà al centro con Fernandez, sulla destra confermato Mesto. 



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.