BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Risultati Serie B/ Le partite livescore, classifica e marcatori: gare finite! Padova in Lega Pro (41^ giornata in diretta)

Risultati Serie B: le partite livescore, la classifica e i marcatori della 41^ giornata del campionato cadetto. Tanti verdetti ancora da stabilire a 180 minuti dal termine della stagione

Maurizio Sarri, allenatore dell'Empoli (Infophoto) Maurizio Sarri, allenatore dell'Empoli (Infophoto)

Le partite della 41' giornata del campionato sono finite, e ci hanno consegnato risultati sorprendenti. C'è un verdetto in più: il Padova è retrocesso in Lega Pro, e quindi a giocarsi la salvezza restano Varese, Novara e Cittadella, che recupera da 0-2 a 2-2 contro l'Empoli ma ha bisogno almeno di un pareggio per considerarsi al sicuro. Proprio la rimonta però nuoce ai toscani: Maurizio Sarri non può festeggiare la promozione diretta e il fatto che il Latina abbia battuto il Cesena non cambia nulla, perchè l'Empoli avrà comunque bisogno di un punto all'ultima giornata. Clamorosa bagarre nella zona playoff: fuori dai giochi Carpi e Trapani, mentre ci spera ancora un Lanciano che per l'ennesima volta rimette in piedi una partita che sembrava aver perso. Praticamente certo di esserci il Crotone, il Latina terzo corona un grande risultato, tutto ancora in piedi per il Cesena nonostante la pesante sconfitta mentre il Bari dovrà battere il Novara all'ultima giornata, avendo perso contro lo Spezia che invece opera il sorpasso tanto agognato.

Al 92' minuto di gioco Spezia 2 Bari 0. Liguri ai playoff con il più classico dei gol dell'ex: lo firma Nicola Bellomo, che chiede scusa ai suoi tifosi. A questo punto il Bari avrà bisogno di battere il Novara all'ultima giornata per proseguire il suo campionato. 

Al 79' minuto di gioco Siena 2 Padova 0. Ancora una volta segna Alessandro Rosina, questa volta su calcio di rigore; i toscani molto probabilmente entrreanno ai playoff, mentre per i biancoscudati si chiude questa sera l'avventura in Serie B, perchè questa rete sancisce la sconfitta e dunque la retrocessione del Padova in Lega Pro.

Al 74' minuto di gioco Avellino 2 Reggina 0. Gli irpini continuano a credere nei playoff, pure se difficili: il gol di Andrey Galabinov, il quindicesimo in campionato, chiude i conti contro una Reggina ampiamente retrocessa in Lega Pro e dà una fiammella di vita alla squadra di Massimo Rastelli.

Al 52' minuto del primo tempo Crotone 2 Trapani 1. Capolavoro di Federico Bernardeschi che firma la sua doppietta personale: gran tiro con il destro, da fermo, a scavalcare il portiere e dare il vantaggio ai calabresi, che a questo punto si rimettono in piena zona playoff. Gol anche al Rigamonti: Brescia 3 Juve Stabia 0 grazie alla prima rete da professionista di Leonardo Morosini.

Al 46' minuto del primo tempo Cesena 0 Latina 1. Gol importantissimo di Marco Crimi: con questa rete infatti i laziali scavalcano momentaneamente i romagnoli in classifica riportandosi al terzo posto, dove avrebbero la migliore posizione nella griglia dei playoff. Soprattutto, il Cesena con questo risultato non approfitterebbe del pareggio dell'Empoli a Cittadella.

Al 40' minuto di gioco allo Scida, Crotone 1 Trapani 1. Un fallo di Abate provoca un calcio di rigore a favore dei padroni di casa, sul dischetto va Federico Bernardeschi che fa 12 in campionato e soprattutto porta in dote un momentaneo punto che riporterebbe i calabresi in zona playoff. Anche qui, tuttavia, resta ancora molto da giocare per chiudere la partita. 

Altri tre gol in questa serata di Serie B: Ternana 0 Palermo 2 con la doppietta di Andrea Belotti, gol splendido quello dell'attaccante rosanero; importante la rete di Matteo Mancosu che sblocca la partita dello Scida, Crotone 0 Trapani 1. Invece, al Partenio Avellino 1 Reggina 0 con la rete di Alessandro Fabbro

Al 19' minuto di gioco Siena 1 Padova 0. Rete importante quella di Alessandro Rosina che sblocca su calcio di punizione: i toscani sarebbero momentaneamente ai playoff, mentre i biancoscudati sarebbero in Lega Pro.

Si sbloccano due partite quasi in contemporanea: Cittadella-Empoli 0-1 grazie al gol di Simone Verdi, e Brescia-Juve Stabia 1-0 con la rete di Scaglia. In questo momento i toscani sono in Serie A, ma manca ancora molto tempo al termine delle partite.

Al 9' minuto di gioco Spezia 1 Bari 0. Già prima del decimo minuto la partita può avere la sua svolta: fallo di Calderoni su Bellomo, calcio di rigore e cartellino rosso per il difensore pugliese. Dal dischetto Nicola Ferrari con la solita rincorsa a singhiozzo non sbaglia: liguri in vantaggio e momentaneamente davanti al Bari in classifica. 

Al 90' minuto di gioco Pescara 2 Modena 2. Partita incredibile all'Adriatico: i canarini sono ad un passo dal confermare la loro striscia di imbattibilità, allungandola a 12 partite: Andrea Mazzarani controlla in area un pallone che la difesa del Pescara lascia passare e si gira con il destro andando a pareggiare, un punto che può essere fondamentale per la squadra guidata da Walter Novellino.

Al 79' minuto di gioco Pescara 2 Modena 1. E' Mangni Doudou a riaprire le speranze per i Canarini, che almeno nel finale di partita reagiscono; potrebbe però essere troppo tardi per la squadra di Walter Novellino, che potrebbe perdere i playoff per una sconfitta contro una squadra che ormai non ha più niente da chiedere alla sua classifica.

Al 72' minuto di gioco Pescara 2 Modena 0. La rete che regala il doppio vantaggio agli abruzzesi padroni di casa è merito di Ragusa, che finalizza una perfetta ripartenza innescata da un lancio in profondità di Nielsen. Ragusa colpisce con uno splendido pallonetto l'uscita di pinsoglio, disperata e probabilmente anche eccessiva: il pallone scivola lento ma inesorabile nella rete del Modena, che ora cerca un'impresa ai limiti dell'impossibile...

Al 33' minuto di gioco Pescara 1 Modena 0. La rete che sblocca il risultato arriva su calcio di rigore ed è opera di Riccardo Maniero, che tira alla destra di Pinsoglio: tocco del portiere ma nulla da fare. A procurarsi la massima punizione era stato Ragusa, con incursione dalla sinistra e fallo subito da Signori. Piuttosto veniale l'arbitro, il contatto sembrava essere più che altro con la spalla. 

Siamo arrivati quasi al termine del campionato di Serie B 2013-2014: si gioca oggi la 41^ giornata, ovvero la penultima, che è stata aperta ieri dall'anticipo Novara-Varese (conclusosi con il risultato finale di 0-0), vero e proprio scontro diretto per la salvezza. Oggi le altre 10 partite del turno: si inizia alle ore 18 con Pescara-Modena, il resto del programma alle 20:30 con Avellino-Reggina, Brescia-Juve Stabia, Carpi-Lanciano, Cesena-Latina, Cittadella-Empoli, Crotone-Trapani, Siena-Padova, Spezia-Bari e Ternana-Palermo. Alcuni verde3tti sono già ufficiali: Palermo promosso in Serie A, Juve Stabia e Reggina retrocesse in Lega Pro. Per tutto il resto è lotta aperta: il campo più caldo della serata è il Manuzzi, perchè Cesena e Latina si giocano le ultime residue speranze di secondo posto e dunque promozione diretta (in questo momento romagnoli 65 punti, laziali 64) o comunque sono in lotta per la miglior posizione nella griglia dei playoff, che può fare tutta la differenza del mondo (e le statistiche ci dicono che è così). Dietro però bisogna fare grande attenzione al Modena, che è in serie positiva prolungata e gioca sul campo di un Pescara ormai tranquillo. Il Bari, galvanizzato dall'acquisto della società da parte dell'ex arbitro Paparesta, va a La Spezia e anche qui si tratta di una sfida molto interessante, perchè i pugliesi sono sesti in classifica e vogliono ottenere la certezza di giocare i playoff, mentre i liguri con 58 punti sono appaiati a Siena e Lanciano, con i toscani che però giocano in casa contro il Padova (in caso di sconfitta i biancoscudati sarebbero la terza squadra a retrocedere) e quindi sono favoriti per confermare l'ottavo posto, visto che il Lanciano va a Carpi sul campo di una squadra che una minima speranza di playoff ce l'ha ancora. Ci sperano anche Trapani e Avellino, ma per i siciliani l'impegno dello Scida è complicato, il Crotone con una vittoria blinderebbe i playoff; gli irpini ospitano la Reggina già retrocessa e possono arrivare a giocarsi il tutto per tutto all'ultima giornata. In chiave salvezza due partite fondamentali: la Ternana quasi al sicuro ospita il Palermo già promosso e che ha perso la scorsa settimana, manifestando dunque un comprensibile calo di motivazioni ed energie mentali. Il Cittadella aspetta l'Empoli, che con una vittoria sarebbe ad un solo punto dalla Serie A diretta (ha il doppio confronto a sfavore con il Cesena). Insomma: mancano 180 minuti al termine della stagione e le squadre che non hanno più niente da chiedere al loro campionato sono appena sei.