BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

Probabili formazioni/ Catania-Roma: le ultime novità (Serie A, 36^ giornata)

Pubblicazione: - Ultimo aggiornamento:

Foto Infophoto  Foto Infophoto

PROBABILI FORMAZIONI CATANIA-ROMA: LJAJIC CONFERMATO NEL TRIDENTE (SERIE A 2013-2014, 36^ GIORNATA) Lo stadio Angelo Massimino ospita domani pomeriggio, alle ore 15, Catania-Roma; siamo nella 36^ giornata del campionato di Serie A 2013-2014, le due squadre sono divise in classifica da 62 punti (23 gli etnei, 85 i giallorossi). Ultima spiaggia per entrambe: i rossazzurri hanno un piede e mezzo in Serie B e non è detto che una vittoria salverebbe la baracca di Maurizio Pellegrino. I giallorossi hanno una piccolissima possibilità di restare in corsa per lo scudetto, che diventerebbe nulla qualora la Juventus dovesse battere l'Atalanta lunedi sera. Ad ogni modo i giallorossi vogliono festeggiare al meglio il ritorno nella fase a gironi di Champions League e cogliere la decima vittoria consecutiva, pareggiando la striscia di inizio stagione. Arbitra Banti. 

QUI CATANIA - Basterebbe dire che il Catania ha realizzato 26 gol in tutto il campionato e ne ha subiti 63 per spiegare l'ultimo posto in classifica e una retrocessione che porrà termine a una serie di otto campionati consecutivi degli etnei in Serie A. Con cifre simili è molto difficile sperare nella salvezza, e il Catania non è stato da meno; nel corso della stagione si sono avvicendate quattro diverse gestioni (Maran, De Canio, ancora Maran e ora Maurizio Pellegrino) e il bandolo della matassa non è mai stato trovato. Problemi strutturali, cessioni illustri non sufficientemente coperte e un generale senso di appagamento, come se la squadra si sia seduta sul grande campionato scorso. Quando ci si è resi conto che si rischiava grosso era troppo tardi per venirne fuori, anche se la mente sgombra nelle ultime giornate ha permesso di migliorare qualche statistica, come quelle relative al possesso palla (terzultimo) e la supremazia territoriale, che vede gli etnei tenere dietro sei squadre tra cui il Verona che si sta giocando l'Europa League. Troppo poco, come poche sono state le alternative a Gonzalo Bergessio (7 gol). Per di più è sempre infortunato Almiron, e non recuperano Andujar e Bellusci; Pellegrino pensa al 4-4-1-1 nel tentativo di contrastare meglio il fantastico centrocampo della Roma, Barrientos sarà il giocatore in supporto di Bergessio con Plasil che agirà largo sulla destra (Leto dall'altra parte).

QUI ROMA - Parlando di dati, la Roma ha realizzato 71 gol e ne ha subiti 19: secondo miglior attacco e prima difesa del torneo. I punti come detto sono 85: due anni fa i giallorossi avrebbero vinto lo scudetto, lo scorso campionato sarebbero stati in testa a questo punto. Ha ragione Rudi Garcia, che scherzosamente ha detto di essere capitato in Italia nell'anno sbagliato: l'annata della Roma è stata strepitosa, suggellata dal secondo possesso palla del campionato con la miglior percentuale di positività, il terzo dato per tiri nello specchio della porta e il secondo per pericolosità. I 13 gol di Mattia Destro, con una media di minuti trascorsi ad ogni rete, certifica la bontà dell'operazione dell'estate 2012; il gioco espresso è all'europea e fa ben sperare per la prossima stagione, quando ci sarà da giocare la Champions League. Walter Sabatini ha già cominciato a programmare la prossima stagione, e intanto si vuole arrivare allo scontro diretto contro la Juventus provando a mettere pressione ai bianconeri anche qualora il discorso scudetto dovesse essere chiuso. Destro sconta l'ultima giornata di squalifica e questa domenica gli fa compagnia Nainggolan (giocherà Taddei); Benatia va verso il recupero ma potrebbe essere risparmiato in vista della Juventus, specie se Toloi ce la farà (ha una contusione alla tibia). Pronto ad ogni modo Alessio Romagnoli, mentre davanti si va verso la conferma di Ljajic al fianco di Gervinho e Totti.

< br/>
© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.