BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Probabili formazioni/ Milan-Inter: i ballottaggi (serie A, 36^ giornata)

L'Inter festeggia la vittoria nel derby d'andata (Infophoto) L'Inter festeggia la vittoria nel derby d'andata (Infophoto)

Walter Mazzarri è spavaldo alla vigilia del derby, che all'andata ha vinto nel finale: "Non mi fa paura nessuna squadra, anche se ho rispetto per tutti. In particolare per un Milan che sta bene e ha tanti valori nel gruppo. Dovremo essere attenti per fare tutte le cose al meglio. Il derby si sente, almeno io lo sento: dà sempre una grande adrenalina, è bello che sia così. Rispetto alla partita di andata siamo più forti anche se ogni tanto incappiamo in qualche blackout; non ho ancora capito perchè, ma di certo abbiamo perso punti e spero che questo non si ripeta più. Le scelte? Non anticipo niente, non voglio dare vantaggi al Milan e anche Seedorf non ha svelato nulla. Comunque, su certe scelte prenderò una decisione all'ultimo". In particolare su Jonathan, che sta bene e potrebbe tornare titolare. Il resto non dovrebbe granchè cambiare: Nagatomo sull'altra corsia, la conferma di Kovacic titolare al fianco di Cambiasso e con Hernanes sul centrodestra, davanti la coppia Icardi-Palacio e in difesa Samuel a guidare il reparto con Ranocchia e Rolando ai suoi lati. Per il Muro argentino si tratta dell'ultimo derby: lascerà l'Inter a fine stagione. 

Ultima stracittadina per altri due eroi del Triplete: Diego Milito e Javier Zanetti. Il secondo conclude una carriera strepitosa in nerazzurro, dove ha vinto tutto lungo l'arco di 19 stagioni; il primo invece è alla Pinetina da cinque anni, ma il 2010 è stato il suo anno perchè è risultato decisivo in tutte le partite decisive. Quest'anno ha vissuto un calvario: dall'infortunio del febbraio 2013 non si è più ripreso, ha giocato a sprazzi e non segna dalla doppietta al Sassuolo dello scorso settembre. Vedremo se Mazzarri vorrà concedere loro una passerella d'onore nell'ultimo derby di Milano; in panchina ci sono altri elementi preziosi come Ricky Alvarez (che però non sta benissimo ed è ancora in dubbio) e Guarin, Ruben Botta ha avuto un periodo nel quale entrava sempre a gara in corso ma poi si è visto molto meno, Taider è sparito dopo aver iniziato molto bene la stagione. Campagnaro ha ancora qualche timida chance di giocare al posto di Ranocchia. 

Si svuota anche l'infermeria dell'Inter: l'unico a rimanere ai box è Juan Jesus, che si è lesionato il legamento collaterale mediale del ginocchio destro e sta cercando di forzare i tempi per tornare disponibile in vista del ritiro estivo di Pinzolo.