BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Pagelle/ Chievo-Torino (0-1): i voti della partita (Serie A, 36^giornata)

Torino (3-5-2)

PADELLI 6: match più che tranquillo per lui: il Chievo arriva alla conclusione nello specchio solo una volta.

BOVO 6.5: gestisce il giro palla difensivo con precisione e non ha grandi problemi a marcare gli attaccanti avversari. Recupera inoltre molti palloni, ben 21 nel corso di tutto la gara.

GLIK 6.5: come Bovo recupera spesso la sfera e imposta il gioco dei suoi dalla linea difensiva, promosso.

MORETTI 6: quasi mai difficoltà, il Chievo di questo pomeriggio è ben poca cosa.

MAKSIMOVIC 6.5: ormai una garanzia per Ventura sulla destra, molta corsa sulla corsia e buon palleggio con i compagni.

VIVES 7: gestisce le operazioni di costruzione del gioco dando sicurezza alla squadra, recupera molti palloni a centro campo innescando le ripartenze anche se a volte rallenta troppo la manovra.

(dal 90’) TACHTSIDIS: S.V.

EL KADDOURI 6: parte leggermente in difficoltà non riuscendo in qualche passaggio elementare per i compagni, col passare dei minuti cresce facendosi spesso trovare nel vivo del gioco negli ultimi metri.

(dal 94’) GAZZI: S.V.

KURTIC 6: sfiora il gol del vantaggio già nel primo tempo, nel corso della partita è autore di una buona interpretazione di entrambe le fasi di gioco.

DARMIAN 6.5: percorre spesso la corsia mancina, con una giocata personale riesce anche a penetrare nell’area avversaria ma solo all’ultimo gli viene negata l’emozione del tiro diretto a rete.

CERCI 6.5: si sbatte tantissimo da sinistra a destra e subisce molti falli senza mai lamentarsi. Con i suoi movimenti collega Immobile al resto della squadra servendogli assist o ricevendo dal compagno l’appoggio per il tiro.

(dall’85’) MEGGIORINI: S.V.

IMMOBILE 6: riesce ad andare al tiro solo 3 volte, oggi forse un po’ in calo rispetto alle prestazioni precedenti. Tuttavia lavora molto per la squadra sedendo assist per i compagni.

ALL.VENTURA 7: ormai il suo Toro gioca spesso con il pilota automatico, soffre poco e riesce a vincere con il minimo sforzo. La sua squadra si sta meritando veramente la qualificazione ai preliminari.

(Giorgio Davico)

© Riproduzione Riservata.