BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

Diretta/ Juventus-Atalanta (risultato finale 1-0): cronaca e tabellino (Serie A 36^giornata, 5 maggio 2014)

Pubblicazione: - Ultimo aggiornamento:

(INFOPHOTO)  (INFOPHOTO)

DIRETTA JUVENTUS-ATALANTA (RISULTATO FINALE 1-0): CRONACA E TABELLINO (SERIE A 2013-2014, 36^GIORNATA) - Nel secondo monday night della trentaseiesima giornata di campionato la Juventus ha battuto l'Atalanta con il punteggio di 1-0. Il trentunesimo successo dei tre-campioni d'Italia in questa serie A porta la firma di Simone Padoin, che stende gli ex compagni della Dea con un bel destro al 72' minuto. In classifica la Juventus si porta a 96 punti e continua ad inseguire il muro dei 100, oltre che il record dell'Inter 2006-2007 (97 punti). L'Atalanta invece resta a quota 47 ma da tempo non deve più guardarsi alle spalle. Nella prossima giornata i bergamaschi saranno impegnati alle 12:30 di domenica 11 maggio, in casa contro il Milan, mentre la Juventus posticiperà alle 20:45 all'Olimpico di Roma, contro i giallorossi secondi. CLICCA QUI PER IL TABELLINO DI JUVENTUS-ATALANTA 1-0 (SERIE A 2013-2014, 36^GIORNATA)

DIRETTA JUVENTUS-ATALANTA (1-0) LIVE, GOL DI PADOIN! Al 72' minuto di gioco Juventus 1 Atalanta 0. Gol realizzato dall'ex Simone Padoin che batte imparabilmente il portiere Consigli con un bel destro incrociato dal limite dell'area: palla che picchia sul palo interno e si insacca per il vantaggio juventino. Primo gol in questo campionato e secondo con la maglia bianconera per Padoin. Nella circostanza Mario Yepes di fa male ad un ginocchio e deve uscire: al suo posto dentro il terzino rumeno Nica. CLICCA QUI PER LA DIRETTA DI JUVENTUS-ATALANTA: SEGUI LA PARTITA IN TEMPOREALE (OGGI 5 MAGGIO 2014, SERIE A 36^ GIORNATA)

DIRETTA JUVENTUS-ATALANTA (0-0) LIVE, CI PROVA QUAGLIARELLA - Nel secondo tempo di Juventus-Atalanta i bianconeri crescono: va bene lo scudetto già vinto, ma adesso sentono l'urgenza del record di punti e del 100% di vittorie casalinga. La sintonia diretta Quagliarella-Osvaldo funziona: dopo che Pogba ha messo alto di poco un gran tiro dalla distanza, lo stabiese e l'italo-argentino combinano alla grande e Osvaldo ha la palla buona sull'uscita di Consigli, ma non si allunga a sufficienza e il suo pallonetto è alto. E' la sua ultima giocata: Conte manda in campo Carlos Tevez.

DIRETTA JUVENTUS-ATALANTA (0-0) LIVE, CI PROVA QUAGLIARELLA - Il secondo tempo di Juventus-Atalanta riparte sulla falsariga del primo, con Antonio Conte che opera un cambio: dagli spogliatoi esce direttamente Quagliarella che prende il posto di Giovinco. E il numero 27 ha subito un'occasione quando la Juventus costruisce una grande azione tutta di prima con palla che arriva al limite per l'attaccante stabiese che non si coordina bene e manda alto. L'Atalanta non sta a guardare e prova a farsi vedere dalle parti di Storari, senza però costruire nulla di concreto. Nel frattempo accelera il riscaldamento Carlos Tevez, che potrebbe essere la prossima mossa del tecnico salentino per sbloccare una partita che al momento resta ferma sullo 0-0. 

DIRETTA JUVENTUS-ATALANTA (0-0) LIVE, CONSIGLI PARA SU OSVALDO - Al 30' minuto di gioco Juventus 0 Atalanta 0. La partita ha perso ritmo dopo un avvio spumeggiante e così sono gli orobici a provare a rendersi pericolosi con Bonaventura, che entra in area dopo un tiro respinto e viene messo giù da Lichtsteiner: tocco sul pallone dello svizzero, che però poi affonda il tackle e rischia qualcosa. Dall'altra parte Osvaldo impatta molto bene di testa, ma Consigli legge la traiettoria e mette palla in calcio d'angolo. La gara ancora non si sblocca e anche il pubblico, pur continuando a incitare, si è leggermente raffreddato rispetto all'inizio della partita. 

DIRETTA JUVENTUS-ATALANTA (0-0) LIVE, CI PROVA GIOVINCO - Al 15' minuto di gioco Juventus 0 Atalanta 0. I bianconeri spingono forte da subito, galvanizzati direttamente dai loro tifosi che cantano e festeggiano lo scudetto. Per ora però l'Atalanta tiene bene, e anzi si affaccia dalle parti di Storari con un tiro di Denis rimpallato. Per la Juventus è Giovinco a provarci, ma il suo destro sul pallone che spioveva in mezzo all'area di rigore finisce largo. Ancora il numero 12 entra in area da sinistra e mette in mezzo, forse c'è un tocco con il braccio del difensore ma fa bene l'arbitro a lasciar giocare. 

DIRETTA JUVENTUS-ATALANTA (0-0) LIVE: LE FORMAZIONI UFFICIALI - Antonio Conte e Stefano Colantuono hanno comunicato le formazioni ufficiali di Juventus-Atalanta, partita che inizia tra poco e che vedrà i bianconeri festeggiare la vittoria dello scudetto direttamente davanti ai loro tifosi. Vediamo allora quali sono le scelte dei due allenatori, per il salentino c'è naturalmente molto turnover. JUVENTUS (3-5-2): 30 Storari; 15 Barzagli, 5 Ogbonna, 3 Chiellini; 26 Lichtsteiner, 20 Padoin, 8 Marchisio, 6 Pogba, 13 Peluso; 18 Osvaldo, 12 Giovinco. A disposizione: 1 Buffon, 34 Rubinho, 4 M. Caceres, 19 Bonucci, 33 Isla, 7 Pepe, 23 Vidal, 21 Pirlo, 22 Asamoah, 10 Tevez, 14 Llorente, 27 Quagliarella. Allenatore: Antonio Conte. ATALANTA (4-4-1-1): 47 Consigli; 6 Bellinii, 3 Lucchini, 33 Yepes, 28 Brivio; 77 Raimondi, 18 Baselli, 17 Carmona, 10 Bonaventura; 11 Maxi Moralez; 19 Denis. A disposizione: 37 Sportiello, 4 Scaloni, 93 Nica, 29 Benalouane, 27 Del Grosso, 8 Migliaccio, 5 Giorgi, 20 Estigarribia, 90 M. Kone, 23 Brienza, 91 De Luca, 9 Bentancourt. Allenatore: Stefano Colantuono

DIRETTA JUVENTUS-ATALANTA: LA CHIAVE TATTICA - Juventus-Atalanta inizia tra poco e noi abbiamo provato a dare uno sguardo a quella che potrebbe essere la chiave tattica, ma lo diciamo direttamente e senza fronzoli: difficile stabilire quello che vedremo in campo questa sera. Il motivo è semplice: la Juventus ha vinto aritmeticamente lo scudetto ieri sera, e l'Atalanta è salva da tempo. Quando le motivazioni calano, anche il ritmo della partita e le idee strategiche possono venire meno; certo per i bianconeri c'è sempre quel discorsetto di chiudere le partite casalinghe avendole tutte e il traguardo dei 100 punti ancora possibile, mentre gli orobici ci tengono a fare bella figura e, perchè no, prendersi i tre punti su un campo difficile e battendo i campioni d'Italia. E allora, la squadra di Antonio Conte giocherà come al solito: magari con meno aggressività, ma sempre cercando le sponde di Llorente e gli scambi stretti con Tevez, le incursioni laterali di Lichtsteiner e Asamoah, gli inserimenti senza palla di Pogba e Marchisio. L'Atalanta sfrutterà le ripartenze con la velocità di Maxi Moralez e la fantasia di Bonaventura, e proverà a chiedere a Denis un lavoro di sacrificio per non dare troppi punti di riferimento ai difensori avversari. La mancanza di Cigarini potrebbe farsi sentire per Stefano Colantuono, mentre la Juventus farà iniziare Arturo Vidal dalla panchina e nessuno a centrocampo ha la sua energia. 

DIRETTA JUVENTUS-ATALANTA: I PRONOSTICI - Si gioca questa sera Juventus-Atalanta, 36^ giornata del campionato di Serie A. Diamo un'occhiata diretta ai pronostici: i bianconeri sono campioni d'Italia, hanno festeggiato ieri pur senza giocare e adesso puntano quota 100 punti. E' di 1,18 la quota per la vittoria interna, contro il 14 per l'affermazione degli orobici; il pareggio è dato a 7 e questo dice molto dei rapporti di forze in campo, soprattutto del fatto che la Juventus in casa ha sempre vinto e vorrà regalare i tre punti ai propri tifosi così da celebrare il tricolore nel migliore dei modi. Si pensa anche che l'Atalanta troverà difficoltà nel segnare: la quota Over è a 1,50 e la quota Under è a 2,40, mentre il Goal è a 2,10 e la NoGoal a 1,65. Parziale/finale: se l'Atalanta chiudesse sotto il primo tempo per poi vincere vi farebbe guadagnare 75 volte la somma giocata, i bianconeri vi porterebbero in dote 4 volte la somma sul piatto se dovessero vincere dopo essere andati al riposo sul risultato di parità. Per quanto riguarda il risultato esatto, ricordiamo che lo scorso anno i bianconeri vinsero 3-0 e questa è eventualità da 7,50; paga qualcosina in più (10) il 3-1 di due anni fa. Ultime partite giocate: la Juventus in casa ha battuto il Bologna 1-0 (risultato che questa sera vale 8,50) mentre l'Atalanta in trasferta ha perso 3-1 contro la Roma, come detto si vincono 100 euro giocandone 10. 

DIRETTA JUVENTUS-ATALANTA: RISULTATO LIVE E CRONACA (OGGI 5 MAGGIO 2014, SERIE A 36^ GIORNATA) - Alle ore 21 di questa sera si gioca uno dei due posticipi del lunedi, validi per la 36^ giornata del campionato di Serie A 2013-2014: Juventus-Atalanta diretta dall'arbitro De Marco. La situazione di classifica è chiara: bianconeri in testa con 93 punti e già campioni d'Italia senza nemmeno scendere in campo, orobici a metà gruppo con 47 e dunque già tagliati fuori dalla corsa all'Europa League. All'andata era finita 4-1 per i bianconeri che avevano messo a segno la nona vittoria consecutiva; ma il gol di Maxi Moralez che aveva portato in vantaggio i nerazzurri era stato utile per spezzare l'imbattibilità di Gigi Buffon che durava da 745 minuti. Le partite totali giocate a Torino sono 51: in netto vantaggio la Juventus che ha vinto 33 partite contro 14 pareggi e 4 affermazioni dell'Atalanta, ultima delle quali addirittura risalente alla stagione 1989-1990 grazie a una rete di Claudio Caniggia. I bianconeri hanno colto l'ultima vittoria nella scorsa stagione, un netto 3-0 grazie ai gol di Vucinic, Pirlo e Marchisio; mentre il pareggio manca dal 2-2 del 2008-2009, con la Juventus a segno con Cristiano Zanetti e Iaquinta e gli orobici con Cigarini e Pellegrino. Tra i doppi ex della sfida, oltre a Simone Padoin e Federico Peluso che sono i più recenti e si sono trasferiti nelle sessioni di gennaio da Bergamo a Torino, ci sono anche personaggi illustri: per esempio Paolo Montero, uno dei giocatori del passato più amati tuttora in casa Juventus, e Filippo Inzaghi, capocannoniere della Serie A con la maglia dell'Atalanta (24 gol nel 1996-1997) e poi in bianconero tra il 1997 e il 2001, con vittoria dello scudetto e della Supercoppa Italiana a formare la coppia dei "piccoli" con Alessandro Del Piero. Poi Alessio Tacchinardi che ha vissuto i due cicli di Marcello Lippi arrivando dalle giovanili dell'Atalanta; trasformato in centrocampista proprio dal tecnico di Viareggio, che per altro è un doppio ex a sua volta. Non va poi dimenticato Cesare Prandelli: sei stagioni in nerazzurro i due diversi momenti, in mezzo fece sei anni in bianconero come riserva ma vincendo sostanzialmente tutto. A Bergamo è poi tornato per guidare le formazioni giovanili salvo una breve parentesi in prima squadra: ha vinto uno scudetto Allievi, uno Primavera e il Torneo di Viareggio. Tra gli allenatori che hanno guidato sia Juventus che Atalanta c'è anche Gigi Delneri; ma a Torino non lo ricordano troppo bene, per i sei pareggi in sei partite che sono costati l'eliminazione nel girone di Europa League e soprattutto il settimo posto in campionato che ha escluso la Juventus dalle coppe europee per la prima volta dal 1991. CLICCA QUI PER LA DIRETTA DI JUVENTUS-ATALANTA: SEGUI LA PARTITA IN TEMPOREALE (OGGI 5 MAGGIO 2014, SERIE A 36^ GIORNATA) La Juventus merita di vincere questo scudetto, che ha festeggiato ieri avendo visto in televisione la sconfitta della Roma a Catania. Lo dimostrano i numeri: a oggi i punti sono 93, 6 in più del bottino raccolto in tutto lo scorso campionato. Le vittorie sono 30, con 3 pareggi e 2 sconfitte; 75 i gol segnati (miglior attacco), 23 quelli subiti (seconda miglior difesa). In casa 17 vittorie in 17 partite, una striscia di 12 successi consecutivi tra la nona e la ventesima giornata (record di società). Carlos Tevez e Fernando Llorente, acquisti estivi che in precampionato avevano destato qualche dubbio circa la loro compatibilità e il loro apporto al gruppo, hanno segnato 34 gol in due (19+15): sono tra gli stranieri più prolifici di sempre alla prima stagione, e potrebbero avvicinare le migliori coppie-gol della Juventus in epoca recente (Del Piero-Inzaghi con 38 nel 1998, Trezeguet-Del Piero con 40 nel 2001-2002, Del Piero-Trezeguet con 41 nel 2007-2008). Al di là dei numeri, i bianconeri hanno mostrato una superiorità a tratti anche schiacciante nel co: rso del torneo, pur se in questo ultimo periodo hanno subito un vistoso calo fisico e si sono salvati in certe partite anche con un po' di fortuna. Peccato per l'eliminazione nella semifinale di Europa League: una lezione che la squadra dovrà conservare per il futuro. L'Atalanta ha disputato un campionato splendido: per la prima volta dopo due stagioni partiva senza penalizzazioni e questo si è forse fatto sentire inizialmente, quando la squadra stentava a decollare; poi però Stefano Colantuono e i suoi hanno cambiato ritmo, la salvezza non è mai stata un problema e addirittura sono arrivate sei vittorie consecutive tra la ventiseiesima e la trentunesima giornata che hanno portato gli orobici a ridosso della zona Europa League. Lì il calo di tensione si è fatto inevitabilmente sentire: tre sconfitte consecutive prima del pareggio interno contro il Genoa, ma a quel punto il sesto posto non era più possibile. Resta una stagione fantastica, coronata ancora una volta dal grande exploit di German Denis: 12 gol in campionato, da quando veste la maglia dell'Atalanta è sempre andato in doppia cifra e con un piccolo sforzo (ma sarà difficile) potrebbe anche agganciare il suo record di 16 (stagione 2011-2012, la prima a Bergamo). Potrebbe essere una partita a senso unico, come lo era stata quella del maggio 2012: la Juventus festeggiava lo scudetto vinto la settimana precedente e ringraziava, piangendo, il suo capitano Alessandro Del Piero che diceva addio dopo 19 stagioni. Il clima è più o meno quello e, come allora, la partita va giocata: non resta che dare la parola al campo per vedere come andrà a finire, la diretta di Juventus-Atalanta sta per cominciare… CLICCA QUI PER LA DIRETTA DI JUVENTUS-ATALANTA: SEGUI LA PARTITA IN TEMPOREALE (OGGI 5 MAGGIO 2014, SERIE A 36^ GIORNATA)


  PAG. SUCC. >