BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

Juventus FC/ News, Agnelli sullo scudetto, la terza stella e l'amichevole con il Real Madrid

Pubblicazione:lunedì 5 maggio 2014

Foto Infophoto Foto Infophoto

JUVENTUS FC, AGNELLI SULLO SCUDETTO E LA UNESCO CUP - Il presidente della Juventus Andrea Agnelli ha presentato oggi allo Juventus Stadium la Unesco Cup 2014: insieme al presidente del Real Madrid Florentino Perez, che si è complimentato per il terzo scudetto consecutivo dei bianconeri, il numero uno della società torinese ha introdotto quella che sarà un'amichevole di beneficenza, con il ricavato che sarà devoluto per finanziare due progetti che prevedono il recupero dei bambini soldato del Mali e della Repubblica Centrafricana. Lo scorso anno si era giocato al Santiago Bernabeu: questa volta la Juventus ricambia l'ospitalità, e dunque il prossimo 2 giugno le merengues scenderanno in campo a Torino per questa amichevole. In sede di presentazione, Andrea Agnelli ha naturalmente avuto modo di celebrare la vittoria dello scudetto, ripetendo quello che è ormai un mantra da tre stagioni: "Per noi gli scudetti sono 32, anche se la contabilità dice 30". I bianconeri insomma anche in via ufficiale non si rassegnano a quei due titoli sottratti a tavolino (quello del 2005 non assegnato, quello del 2006 dato all'Inter): Calciopoli è una ferita ancora aperta, anche adesso che sono tornati i successi. E anche in questo senso le parole di Agnelli circa la terza stella suonano come una sfida: "Non metteremo la terza stella sulle maglie: lo faremo solo quando qualcuno arriverà ad avere due stelle, così da rimarcare la differenza". Il presidente della Juventus ha poi parlato della campagna europea dei bianconeri, conclusasi male con l'eliminazione in Europa League: "E' eccessivo parlare di fallimento: lo scorso anno siamo arrivati ai quarti di Champions, quest'anno abbiamo raggiunto le semifinali di Europa League. Ricordo che le squadre che fanno le coppe sono circa un centinaio, e vincono solo in due. E' sbagliato parlare di fallimento per le altre eliminate, come il Bayern Monaco eliminato dal Real Madrid". L'ultimo pensiero va al bilancio generale della stagione: "Molto positiva, merito di tutti. Dal mister ai ragazzi, dal direttore Beppe Marotta al direttore Mazzia, da Nedved a Paratici e a tutti gli uomini e le donne della Juventus".



© Riproduzione Riservata.