BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

Probabili formazioni/ Italia-Inghilterra: le ultime indicazioni tattiche (Mondiali Brasile 2014, girone D)

Pubblicazione:venerdì 13 giugno 2014 - Ultimo aggiornamento:sabato 14 giugno 2014, 23.23

Infophoto Infophoto

PROBABILI FORMAZIONI ITALIA-INGHILTERRA (MONDIALI BRASILE 2014, PRIMA GIORNATA GIRONE D): TUTTE LE NOTIZIE – Il debutto è sempre più vicino. Domani a mezzanotte si gioca Italia-Inghilterra, partita valida per la prima giornata del girone D del Mondiale Brasile 2014 che sarà disputata allo stadio Arena Amazonia di Manaus. Una partita di grande fascino, che metterà di fronte due fra le Nazionali più attese in questa ventesima edizione della Coppa del Mondo Fifa: sarà dunque una partita da non perdere, anche perché questo girone è probabilmente il più difficile del Mondiale e quindi iniziarlo nel modo giusto potrebbe essere fondamentale. Le incognite sono tante per entrambe le formazioni, e solo il campo (in pessime condizioni) darà le risposte: la tradizione dice Italia, ma l'Inghilterra farà di tutto per smentire il tabù delle grandi competizioni internazionali, che quasi mai hanno regalato soddisfazioni ai britannici. C'è poi l'attesa per i tanti campioni che vedremo in campo, da Buffon a Rooney, da Gerrard a Pirlo e Balotelli. Quindi si spera che ci possa essere spettacolo, anche se questo dipenderà dalle condizioni climatiche che le due squadre dovranno affrontare nel capoluogo dell'Amazzonia. Questo è il quadro generale: adesso però andiamo a vedere nel dettaglio quali sono le probabili formazioni delle due squadre alla vigilia di Italia-Inghilterra.

QUI ITALIA – I dubbi di Prandelli sono praticamente legati tutti al centrocampo, anche se l'infortunio di De Sciglio mescola le carte in difesa: davanti al portiere Buffon ci sarà la coppia centrale formata da Barzagli e Paletta, con Chiellini forzatamente spostato sulla fascia sinistra, mentre quella destra sarà presidiata da Darmian. Praticamente certa anche la presenza di Balotelli in attacco come unica punta centrale, tutto quello che c'è da decidere ancora è legato al reparto centrale. Ormai ha preso piede l'idea per cui Pirlo e Verratti possono convivere, ma l'influenza che ha colpito il giovane abruzzese negli ultimi giorni potrebbe indurre il c.t. a qualche ripensamento, almeno per questa prima partita. Crediamo comunque che alla fine vedremo Verratti in campo, doppio regista insieme allo juventino e con De Rossi a fare il mediano, mentre Candreva e Marchisio agirebbero qualche metro più avanti. Altrimenti, rientrerebbero in gioco Thiago Motta o Parolo, senza nemmeno escludere un più aggressivo 4-1-4-1 con De Rossi basso e l'inserimento anche di un Insigne annunciato in grande spolvero. Di certo in panchina non mancheranno le alternative per l'attacco, da Cassano a Cerci, da Immobile allo stesso Insigne se il partenopeo non dovesse rientrare fra i titolari.

QUI INGHILTERRA – Per quanto riguarda Roy Hodgson, il principale dilemma per il c.t inglese riguarda le condizioni di Welbeck, le cui quotazioni però sono in netto rialzo, in particolare da quando si è sbilanciato senza mezzi termini il suo compagno Rooney. Sarà proprio il numero 10 uno degli elementi fondamentali dei Leoni inglesi, anche se nel 2006 e nel 2010 chiuse i Mondiali senza mai riuscire a segnare nemmeno un gol. Rooney sarà di fatto il trequartista alle spalle della punta centrale Sturridge, uno dei sei giocatori del Liverpool che fa parte di questa spedizione. Già, la grande stagione dei Reds ha dato nuovi nomi anche alla Nazionale, che d'altronde si basa da molti anni sulla forza di un giocatore proprio della squadra cinque volte campione d'Europa. Stiamo naturalmente parlando di capitan Gerrard, mentre l'altro totem del centrocampo (Lampard) appare destinato alla panchina, dove si accomoderà anche il nuovo talento Barkley. Il reparto potrebbe essere una difesa non impenetrabile, a partire dal portiere Hart. Gli azzurri sapranno approfittarne?



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.