BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

MONDIALE BRASILE 2014/ Video, Cile-Australia (3-1), la radiocronaca del Trio

Vargas (infophoto) Vargas (infophoto)

Inizia il secondo tempo, che si apre con Diego che sostiene a gran voce Isla, reputato ottimo giocatore, e aggiunge che il Cile non ha mai segnato più di due reti nel corso delle ultime sette partite mondiali. Si ripassa a Paolo Renichelli, il giovane del deserto, che ora ha intenzione di andare via dal pub sia perché la gente non segue la partita con entusiasmo, sia perché lo schermo si blocca di continuo: cambio nella formazione australiana, e successivamente Cahill prova a segnare la doppietta, sbagliando di poco il colpo di testa. Vignolini sostiene che la partita ora è molto più accesa e che la prima mezz'ora non è stata delle migliori per l'Australia, che ora pare sia molto più motivata: Vignolini non termina nemmeno di terminare il discorso che vi è il pareggio di Cahill, che viene annullato per fallo dello stesso attaccante. Giovanni di Melbourne spiega che c'è stato un boato, seguito da un gelido silenzio nel momento dell'annullamento: lo stesso è accaduto sull'infortunio del difensore australiano, poiché il pubblico non ha capito di chi si trattasse. Parte la terza sfida della notte, quella musicale, che viene vinta ancora una volta dall'Australia, che si porta sul tre a zero in studio: nel campo invece, Vargas stava per siglare il tre a uno, col pallone salvato sulla linea da Wilkinson. Allo chef Salvatore viene chiesta una ricetta veloce per i Mondiali, e questa è la bruschetta con la bottarga, ricetta tipicamente sarda: piccola e veloce da preparare, e ottima accompagnata da una birra fresca. Il corrispondente Paolo dice di trovarsi a Manaus, spiega che vi è molto caldo, che il campo deve essere terminato e che l'Italia è pronta ad affrontare l'Inghilterra. Secondo lui l'Italia vincerà e sostiene anche che bisogna essere ottimisti. E' tempo di Quizzone, e la prima domanda è il nominare dove Renzo Bossi ha preso la laurea: a rispondere correttamente è Chris; la seconda domanda riguarda i centimetri dell'organo sessuale di Rocco Siffredi, risposta correttamente ancora una volta da Chris. Altra domanda: quanti anni sono stati insieme la Canalis e Clooney, che nessuno indovina: la capitale della Costa d'Avorio è la penultima domanda, che Chris indovina ancora una volta, mentre a rispondere all'ultima domanda è Diego, che si porta sul tre a uno, perdendo la sfida e portando il punteggio sul quattro a zero. La parola ritorna a Vignolini, che sostiene che domani l'Italia farà una buona speranza, e poi a Creola, che crede ancora in una vittoria dell'Australia, aggiungendo che battere Spagna e Olanda sarà semplice. Ennesima sfida tra Chris e Diego: stavolta si dovranno dare le definizioni delle parole dette dal professore, e viene vinta da Diego, che si porta sul quattro a uno. 

Diego dichiara di essere nervoso per la partita, dato che il Cile sta soffrendo parecchio, e che parlerebbe male nel caso l'Australia pareggiasse all'ultimo minuto. Si parla di invenzioni: l'Australia ha creato la scatola nera, mentre il Cile il depuratore che trasforma l'acqua in plasma per renderla potabile. A vincere è ancora una volta il Cile, mentre sul campo i minuti di recupero sono quattro: la parola va allo chef Salvatore, che porterà in studio gli spiedini di canguro, che sono buonissimi. Tre a uno per il Cile: nel secondo minuto di recupero il Cile aumenta dunque il vantaggio, siglato da Beausejour, per la gioia di Diego e la tristezza di Creola, che ancora una volta impreca. Il match si chiude dunque sul tre a uno, ed i Cervellini salutano gli ospiti in studio e quelli da casa, non prima di aver criticato Ruffini per il suo commento nei confronti di Sofia Loren, definito di poco gusto.