BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Calcio e altri Sport

Probabili formazioni/ Colombia-Costa D’Avorio: la sfida delle panchine (Coppa del Mondo 2014, gruppo C)

La Nazionale colombiana (Foto Infophoto)La Nazionale colombiana (Foto Infophoto)

Sabri Lamouchi aveva parlato apertamente di ottavi di finale per la sua Costa d'Avorio: la prima partita sembra dargli ragione, la squadra ha saputo ribaltare lo svantaggio iniziale contro il Giappone per poi vincere la partita, mettendosi in ottima posizione per la qualificazione. Ancora una volta viene varato il 4-3-3: la difesa nella quale gioca come centrale rimane forse il punto debole. A centrocampo però c'è grande fisicità: Yaya Toure fa un passo indietro e si posiziona come regista, potendo diventare anche più devastante con più spazio da attaccare. Ai suoi lati Cheik Tiote, reduce da ottime stagioni con il Newcastle, e Serey Die che è esploso tardi (già 29 anni) ma ha fatto benissimo con il Basilea. Il reparto avanzato è quello con più abbondanza: Bony, 16 gol nello Swansea, viene scelto per fare la prima punta, ai suoi lati l'esplosività negli spazi aperti di Gervinho e le progressioni di Salomon Kalou che sa saltare l'uomo e concludere. Una nazionale ben messa in campo e che finalmente sembra aver preso coscienza dei propri mezzi, cosa che era un po' mancata negli altri grandi appuntamenti. 

Avere in panchina un attaccante come Didier Drogba è un lusso che poche nazionali al mondo possono concedersi. A 36 anni il Leone, svincolatosi dal Galatasaray, non può più essere l'uomo di punta della squadra ma rimane un'alternativa micidiale a disposizione di Lamouchi, perchè anche in una ventina di minuti di utilizzo può trovare la zampata giusta e far collassare su di lui le difese avversarie. Il resto a dire il vero non è troppo di livello: certo per la difesa la prima opzione si chiama Kolo Touré, uno che ha giocato anni con Arsenal, Manchester City e ora Liverpool e sa cosa significa il calcio di primo piano pur se anche per lui l'età avanza (sono 33). Attenzione anche al venticinquenne Giovanni Sio, altro elemento di spicco del Basilea. 

Lamouchi deve stare attento a Bamba e Zokora che sono diffidati e rischiano di saltare la partita potenzialmente decisiva contro la Grecia, e intanto perde Didier Ya Konan che dovremmo rivedere potenzialmente agli ottavi, visto che il suo Commissario Tecnico lo ritiene importante ma non vuole affrettare i tempi e correre rischi inutili.