BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

Probabili formazioni / Italia Costa Rica: quotato come titolare Buffon! Sirigu torna in panchina (Coppa del Mondo 2014, gruppo D 2^ giornata)

Pubblicazione: - Ultimo aggiornamento:

Foto Infophoto  Foto Infophoto

PROBABILI FORMAZIONI ITALIA VS COSTA RICA (COPPA DEL MONDO 2014, GRUPPO D): LE NOTIZIE ALLA VIGILIA - Italia-Costa Rica si gioca a Recife all'Arena Pernambuco: è la seconda giornata del gruppo D dei Mondiali 2014. Gli Azzurri hanno vinto all'esordio contro l'Inghilterra, e così hanno fatto i centramericani che si sono liberati dell'Uruguay con grande sorpresa di tutti. Significa che con una vittoria la squadra di Cesare Prandelli sarebbe quasi certa degli ottavi di finale, che diventerebbero già aritmetici in caso di pareggio tra la Celeste e gli inglesi. In caso contrario, occhio alla differenza reti che è criterio superiore agli scontri diretti; il discorso naturalmente vale anche per la Costa Rica. Arbitra il cileno Enrique Osses, 40 anni. 

QUI ITALIA - Cesare Prandelli sembra aver sciolto ogni dubbio relativo alla formazione anti-Costa Rica: già da martedi Buffon e De Rossi sono tornati ad allenarsi in gruppo, e dunque dovrebbero essere in campo. Per il portiere sarà l'esordio in questa Coppa del Mondo: la quinta, anche se nel 1998 non aveva mai giocato e quindi metterebbe piede in campo per la quarta edizione. Ha recuperato anche Mattia De Sciglio che però non è ancora al 100%: va soltanto in panchina con Abate sulla fascia destra e l'ottimo Darmian confermatissimo ma "costretto" a traslocare sull'altro lato del campo. L'altra novità è Thiago Motta, che prende il posto di Verratti in mediana; sulla carta lo schema è un 4-1-4-1 che diventa poi albero di Natale con Candreva e Marchisio che agiscono alle spalle di Balotelli. In difesa un ballottaggio: Chiellini torna al centro e a fargli da spalla ci sarà uno tra Barzagli (che si è allenato poco) e Bonucci, con Paletta che dunque va in panchina dopo il titubante esordio contro l'Inghilterra, 

QUI COSTA RICA - Squadra che vince non si cambia; lo sa bene Jorge Luis Pinto che non si aspettava probabilmente di dominare l'Uruguay e adesso non modifica di una virgola il suo 5-4-1 che ha mostrato grandi qualità anche e soprattutto offensive. In difesa il ballottaggio Duarte-Acosta sarà vinto ancora una volta dal primo, che è pure andato in gol contro la Celeste; Gamboa e Diaz sugli esterni, Gonzalez e Umana completano la batteria dei tre centrali. Il pezzo forte arriva sicuramente a centrocampo, dove l'esperienza dei due esterni Bolanos e Bryan Ruiz è stata utilissima nella partita di sabato; mentre in mezzo al campo sono confermati Borges e l'ottimo Yeltsin Tejeda, che ha mostrato grande garra e polmoni infaticabili. Davanti Joel Campbell, gioiellino di proprietà dell'Arsenal: é partito in sordina quasi come se sentisse il peso delle aspettative, poi è salito di colpi fino a dominare la partita e segnare il bellissimo gol del momentaneo pareggio. Tecnicamente ci sono inferiori, ma hanno tanta voglia ed entusiasmo e, come ha ricordato De Rossi in conferenza stampa, il clima afoso e umido può dare un vantaggio a loro, seppur minimo. 

< br/>
© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.