BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

Pagelle/ Uruguay-Inghilterra (2-1): i voti della partita (Coppa del Mondo 2014, girone D)

Pubblicazione: - Ultimo aggiornamento:

INGHILTERRA 

Hart 6: tiene alta la concentrazione con grandi interventi in presa alta, non può nulla sui due gol di Suarez, che stasera era troppo per chiunque;

Johnson 7: il migliore dei suoi, gioca con grande determinazione e sempre a testa alta. Sull'azione dell'uno a uno è determinante il suo carattere quando la mette in mezzo per Rooney;

Jagielka 5: sempre in ritardo, sempre fuori dalla posizione, prestazione disastrosa per lui. Si perde Suarez sul primo gol, quando l'attaccante si infila alle sue spalle. Non riesce mai a contenerlo;

Cahill 4.5: fa a sportellate più con Suarez che con Cavani, arrivando sempre dopo e cadendo nelle trappole che l'attaccante gli prepara. Lo atterra a ripetizione e non riesce mai a fermarlo. Clamoroso quando si perde Suarez in occasione del secondo gol;

Baines 6.5: il suo piede sinistro  al veleno, quando taglia la difesa dell'Uruguay non trovando però mai nessuno pronto a deviarla dentro. In difesa cerca di limitare i danni, anche se è fuori posizione al 2-1 di Suarez;

Gerrard 6: ha grandissima qualità nei piedi e carisma da vendere, serve una palla deliziosa a Johnson nel primo tempo. Nella ripresa però è troppo basso e non riesce nel fare da filtro davanti alla difesa, prestazione al di sotto delle aspettative ma comunque sufficiente;

Henderson 5: inspiegabile come Hodgson continui a puntare su di lui vicino a Gerrard, lento e involuto finisce sempre per regalare palla agli avversari che sono più veloci e grintosi di lui;

(86' Lambert sv)

Welbeck 5.5: gioca largo nella corsia esterna, dandosi da fare e giocando anche con gli sportelli larghi. Non vede mai la porta e non la sente, partita insufficiente. Fuori per Lallana dopo settanta minuti;

(71' Lallana sv)

Rooney 6.5: combatte da solo contro i mulini a vento, non riesce mai a trovare un collega con cui collaborare con continuità. Nel primo tempo si danna per sbloccare la partita, sfiorando un incrocio su punizione e cogliendo l'altro di testa sugli sviluppi di un calcio d'angolo. Nella ripresa mette dentro un gol importante, ma che poi risulta inutile;

Sterling 5: evanescente e senza idee, gioca più per la gloria personale che per la squadra. Salta l'uomo e dimostra di avere qualità, ma è un oggetto totalmente estraneo al gioco della squadra di Hodgson. Caracolla nella ripresa, provando numeri privi di senso. Hodgson all'ora lo cambia;

(64' Barkley 6): porta velocità all'attacco, ma senza dare grandi idee; 

Sturridge 5.5: è generoso e torna a prendersi il pallone, ma sulle numerose palle messe dentro da Baines e da Johnson non c'è mai. Dovrebbe dare fisicità, ma alla fine fa girare solo palla  sulla trequarti risultando inutile;

All.Hodgson 5: non gli è bastata la lezione con l'Italia, ripete la stessa partita con lo stesso risultato riuscendo a perdere una partita che aveva riportato sul pari a quindici minuti dalla fine. Con un piede e mezzo fuori.

(Matteo Fantozzi)



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.