BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Calcio e altri Sport

Coppa del Mondo 2014/ Mondiali Brasile news, Marchisio si consola con il panorama di Natal... (21 giugno, aggiornamenti in diretta)

Coppa del Mondo 2014 Mondiali Brasile news al 20 giugno: Claudio Marchisio si consola dopo la disfatta contro la Costa Rica, con lo splendido panorama della città brasiliana di Natal

Marchisio, centrocampista Juventus (Foto Infophoto)Marchisio, centrocampista Juventus (Foto Infophoto)

Può consolarsi col bellissimo panorama brasiliano il centrocampista della nazionale italiana, Claudio Marchisio. L’azzurro non avrà dormito sonni proprio tranquilli dopo la sconfitta inattesa e bruciante per mano della Costa Rica, ma di fronte ad un panorama come quello verdeoro i brutti pensieri possono essere archiviati, per lo meno temporaneamente. E guardando la foto postata sul proprio profilo Instagram ufficiale (Marchisiocla8) dal centrocampista juventino, si può anche comprendere perché il calcio potrebbe anche passare in secondo piano in determinati istanti: a voi il panorama di Natal.

Diego Armando Maradona ha detto la sua su quanto avvenuto nelle scorse ore in casa Costa Rica. Dopo la vittoria a sorpresa contro l’Italia, sette giocatori costaricani sono stati sottoposti ad un controllo antidoping, un fatto alquanto inusuale soprattutto per via dell’alto numero di calciatori coinvolti. Il Pibe de Oro ha però un suo punto di vista sull’accaduto e interpellato dai microfoni della tv venezuelana Telesur ha ammesso: «Ogni squadra è tenuta a due controlli, sette non si sono mai visti, è una cosa che va oltre le regole. A molti da fastidio il fatto che la Costa Rica passi il turno e non i campioni, è una cosa di sponsor». Per la cronaca ai controlli sono finiti Marco Urena, Chrstian Bolanos, Michael Barrantes, Keylor Navas, Michael Barrantes, Diego Calvo, Geancarlo Gonzalez e Bryan Ruiz. Anche la Federcalcio costaricana non ha gradito l’accaduto.

L’Italia si giocherà il passaggio del turno e l’accesso agli ottavi di finale nella sfida in programma martedì prossimo. Contro l’Uruguay bisognerà vincere anche se il pareggio potrebbe comunque andar bene agli uomini di Prandelli. Carlo Ancelotti, interpellato sull’argomento dalla Rai, vede gli azzurri favoriti nella sfida contro la Celesta di Tabarez: «È andata male ed ora conviene concentrasi sull'Uruguay, che è la cosa più importante. Bisogna stare attenti al loro potenziale offensivo, ma dietro hanno problemi come si è visto con il Costarica e nel primo tempo con l'Inghilterra. È molto positivo avere a disposizione due risultati su tre, loro saranno costretti a buttarsi in avanti e l'Italia potrà andare in contropiede, che è la cosa che sa fare meglio Non vedo l'Uruguay come una squadra che non ha problemi, gli azzurri sono più forti». Secondo l’allenatore del Real Madrid la sconfitta inattesa contro la Costa Rica è dovuta principalmente al carente stato fisico degli italiani rispetto agli avversari sudamericani, apparsi sicuramente più in palla e brillanti: «Non se lo aspettava nessuno, ma se non sei al 100% in una competizione così importante vai fuori. Probabilmente ha pesato il non aver apportato qualche cambio più radicale rispetto alla squadra che vinse il Mondiale nel 2010 e l'Europeo nel 2012».

Se pensate che lo stadio sia il luogo più adatto dove incontrare i vostri beniamini del calcio vi sbagliate. Basta vedere cosa è capitato a questo tifoso argentino, da oggi il più invidiato dell’intera naziona sudamericana, che in ascensore si è ritrovato faccia a faccia, molto casualmente, con la nazionale allenata dal commissario tecnico Sabella quasi al completo. Il tutto è stato naturalmente immortalato con il telefonino dal fortunato supporters, che nel contempo conversava al cellulare (molto probabilmente con un amico o un parente), facendo la cronaca dell’incontro. Un po’ di imbarazzo fra gli stessi calciatori (fra cui Messi, Mascherano e Higuain) che hanno cercato di ignorare, nel limite del possibile, il tifoso che nel contempo li adulava. Di seguito il video in questione.

Marouane Fellaini è noto al mondo intero sia per le sue qualità tecniche quanto per la sua capigliatura. I suoi riccioli neri, quasi afro, sono famosi infatti non soltanto nel panorama calcistico. Una pettinatura a cui lo stesso centrocampista della nazionale belga tiene moltissimo, al punto che sarebbe disposto a tagliarli solo ed esclusivamente in un unico caso: «Il Belgio è in grado di vincere la Coppa del Mondo – le parole del classe 1987 della nazionale belga a Fifa.com - e se dovesse accadere, taglierò i miei capelli». Fellaini ha realizzato il gol pareggio di testa nella sfida contro l’Algeria nella prima partita del Girone H dei Mondiali brasiliani, e domani la selezione allenata dal commissario tecnico Wilmots, affronterà la Russia di Fabio Capello. La stagione di Fellaini non è stata delle migliori, con un ricco trasferimento dall’Everton allo United che ha disatteso le attese, ma il finale potrebbe essere decisamente di livello: «Sono stato infortunato e c’è stato anche un cambio di allenatore – chiosa il centrocampista - Ora cercherò di fare del mio meglio».

© Riproduzione Riservata.