BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Calcio e altri Sport

Diretta/ Costa Rica vs Inghilterra (risultato finale 0-0): cronaca e tabellino (24 giugno 2014, Coppa del Mondo girone D)

La cronaca e il tabellino di Costa Rica vs Inghilterra 0-0, partita valida per la terza giornata del girone D della Coppa del Mondo 2014: centroamericani agli ottavi come primi nel girone

(dal profilo Twitter ufficiale @FIFAWorldCup)(dal profilo Twitter ufficiale @FIFAWorldCup)

Costa Rica-Inghilterra si è conclusa sul risultato finale di 0-0 all'Estadio Mineirao di Belo Horizonte. La partita non è stata molto divertente anche se entrambe le squadre si sono impegnate per vincere, soprattutto quella inglese che lascia la Coppa del Mondo 2014 senza un successo. Ultima presenza con la nazionale del Tre Leoni per le bandiere Frank Lampard e Steven Gerrard, che negli ultimi venti minuti hanno giocato insieme a centrocampo. La Costa Rica invece conclude il suo grande girone D al primo posto, con 7 punti frutto di due vittorie e il pareggio odierno. Agli ottavi di finale i Ticos affronteranno la seconda classificata del girone C, quindi una tra Colombia, Costa d'Avorio, Giappone e Grecia. L'altra qualificata nel gruppo D è l'Uruguay che ha battuto l'Italia per 1-0 passando come seconda.

Ha preso il via alle 18 di oggi Costa Rica-Inghilterra, partita valida per la terza giornata del gruppo D dei Mondiali che potrà essere seguita solo su Sky Mondiale 2 (canale 252 del satellite) con la telecronaca di Federico Zancan con il commento tecnico di Ciro Ferrara. Altrimenti c'è la possibilità di streaming video grazie all'applicazione Sky Go, gratuita ma riservata solo agli abbonati Sky, oppure la radiocronaca su Radio Rai 1. Per quanto riguarda i social network, oltre alle pagine ufficiali della FIFA (FIFA World Cup su Facebook, @FIFAWorldCup su Twitter) ci sono gli account delle due federazioni: “Federacio Costarricense de Futbol” e “@FEDEFUTBOL_CR” per la Costa Rica e “England Football Team” e “@FA” per l’Inghilterra. 

In corso il primo tempo di Costa Rica-Inghilterra, partita diretta dall'arbitro algerino Haimoudi. Ritmi sostenuti ma non troppo elevati, un'occasione per parte: al 2' minuto Joel Campbell ha provato il sinistro da fuori area, e una deviazione di Cahill (poi non ravvisata dall'arbitro) ha dirottato la palla fuori di poco alla destra del portiere Foster. Stessa sorte per il sinistro di Sturridge al 14': l'attaccante del Liverpool si è girato in un fazzoletto al limite dell'area ma la sua conclusione è terminata sul fondo di poco.

Le formazioni ufficiali della partita Costa Rica-Inghilterra, che sarà diretta dall'arbitro algerino Haimoudi. Costa Rica (5-4-1): 1 Navas; 16 Gamboa, 19 Miller, 6 Duarte, 3 O.Gonzalez, 15 J.Diaz; 10 Ruiz, 17 Tejeda, 5 Borges, 14 Brenes; 9 J.Campbell In panchina: 18 Pemberton, 23 Cambronero, 4 Umana, 8 Myrie, 2 Acosta, 12 Francis, 7 Bolanos, 11 Barrantes, 22 Cubero, 13 Granados, 20 Calvo, 21 Urena Allenatore: Pinto Inghilterra (4-2-3-1): 13 Foster; 16 P.Jones, 5 Cahill, 12 Smalling, 23 Shaw; 8 Lampard, 7 Wilshere; 17 Milner, 21 Barkley, 20 Lallana; 9 Sturridge In panchina: 1 Hart, 22 Foster, 6 Jagielka, 2 G.Johnson, 4 Gerrard, 14 Henderson, 19 Sterling, 10 Rooney, 18 Lambert, 11 Welbeck Allenatore: Hodgson Arbitro: Haimoudi (Algeria)

Fra poco potremo seguire in diretta da Belo Horizonte la partita Costa Rica-Inghilterra, valida per il girone D della Coppa del Mondo 2014. Costa Rica già qualificata, Inghilterra già eliminata: in una simile situazione, è facile prevedere che saranno soprattutto le motivazioni a fare la differenza. Prevarrà la voglia del Costa Rica di stupire ancora, oppure l'Inghilterra darà il massimo per chiudere almeno con dignità un Mondiale pessimo? Dal punto di vista tattico, la difesa a 5 del Costa Rica finora è stato un ostacolo durissimo per chiunque: solo il rigore di Cavani li ha fatti soffrire. Gli inglesi ci proveranno con il talento di Lallana e Sturridge, forse il giocatore di Hodgson che esce meglio da questa spedizione. I centroamericani invece, in fase d'attacco, punteranno su una ottima condizione fisica e sul talento del numero 10 Ruiz, già decisivo contro gli azzurri. 

Manca pochissimo all'inizio di Costa Rica-Inghilterra, partita che sarà diretta dall'arbitro algerino Haimoudi all'Estadio Mineirao di Belo Horizonte. Sfida valida per il girone D della Coppa del Mondo 2014, che a sorpresa vede i centroamericani già qualificati e gli inglesi già eliminati. IlSussidiario.net ne ha parlato con il giornalista Roberto Gotta, esperto di calcio inglese: dopo i complimenti di rito al Costa Rica - che comunque si era già messa in luce nel girone di qualificazione Concacaf - abbiamo provato a indagare i perché del flop degli uomini di Roy Hodgson. Gotta ritiene che tutto sommato l'Inghilterra non abbia nemmeno giocato male, e abbia pure messo in luce alcuni talenti da cui ripartire, ma di certo ha mancato di brillantezza soprattutto in giocatori simbolo come Gerrard e Rooney: per leggere tutta l'intervista esclusiva, clicca qui

Costa Rica-Inghilterra inizia tra poco: è diretta dall'arbitro algerino Haimoudi ed è valida per la terza e ultima giornata del gruppo D di Coppa del Mondo 2014. I costaricensi sono già agli ottavi di finale ma possono e vogliono blindare il primo posto nel girone, gli inglesi torneranno comunque a casa ma hanno intenzione di prendersi almeno una vittoria. Come valutano questa partita le varie agenzie di scommesse? Il Costa Rica è favorito per le due vittorie oppure la tradizione e la superiorità sulla carta degli inglesi può fare la differenza? Riusciranno i centramericani a vincere il gruppo D ed evitare la Colombia? Vedremo e lo scopriremo insieme, intanto potete dare uno sguardo approfondito a quote e pronostici.

Conterà anche poco ma Costa Rica-Inghilterra, diretta dall'arbitro algerino Haimoudi, è una partita interessante e che a dirla tutta potrebbe anche valere per il primo posto nel gruppo D di Coppa del Mondo. Difficile: i centramericani dovrebbero perdere con almeno due gol di scarto e, dall'altra parte, l'Italia vincere in altrettanto modo. L'orgoglio degli inglesi avrà la meglio su una nazionale che vive sulle ali dell'entusiasmo e ha totale fiducia oltre che aver dimostrato il suo valore? Lo vedremo, ma intanto possiamo dare uno sguardo alle probabili formazioni dei due Commissari Tecnici, in attesa che diventino ufficiali.

Costa Rica-Inghilterra si gioca oggi alle ore 18.00 italiane all'Estadio Mineirao di Belo Horizonte, ed è una partita valida per la terza ed ultima giornata del girone D della prima fase della Coppa del Mondo Brasile 2014. Diciamolo subito: nessuno osava immaginare che ci si potesse arrivare in una simile situazione di classifica. Invece, la realtà ci dice che il Costa Rica ha 6 punti, punteggio pieno dopo le prime due giornate, dunque è già matematicamente qualificata per gli ottavi di finale, mentre l'Inghilterra è nella situazione diametralmente opposta, con due sconfitte ed eliminazione già sicura. Una favola e una enorme delusione si affrontano: per la formazione centroamericana l'obiettivo è blindare il primo posto – che comunque potrebbe arrivare anche in caso di sconfitta, a meno che in Italia-Uruguay una delle due non vinca di goleada ribaltando la differenza reti – ma anche ottenere il terzo scalpo eccellente in quello che doveva essere il “girone della morte” con tre big a scannarsi ai danni della Cenerentola Costa Rica, mentre per l'Inghilterra non resta altro che cercare di tornare a casa almeno con dignità, anche per scongiurare l'ipotesi di uscire con tutte sconfitte, in quello che diventerebbe il Mondiale più umiliante nella storia degli inventori del calcio moderno. Insomma, i motivi d'interesse non mancheranno, anche se per la qualificazione degli azzurri dipenderà tutto da quello che succederà a Natal. In primo piano dunque c'è il Costa Rica: fino a dieci giorni fa se ne parlava come di una dignitosa squadretta, qualificatasi con pieno merito nel girone Concacaf (Centro Nord America) dove aveva preceduto il più quotato Messico, ma vittima sacrificale di un sorteggio terribile che l'aveva associata a Italia, Uruguay e Inghilterra. Con una ovvia conseguenza: guai a lasciare per strada punti contro i Ticos in un girone così equilibrato.  Tutto saltato per aria già sabato 14 giugno: gli uomini del c.t. colombiano Jorge Luis Pinto vanno sotto contro l'Uruguay con un gol su rigore di Cavani, ma nella ripresa ribaltano il risultato con i gol di Joel Campbell, Oscar Duarte e Marco Urena. Si parla di favola, si evidenziano le qualità di una squadra con una buona difesa (la migliore del già citato girone Concacaf) e talento in attacco, in particolare grazie a Campbell, attaccante non a caso di proprietà dell'Arsenal. Eppure, sotto sotto si pensa che sia stato l'Uruguay a sbagliare l'approccio e ancor di più l'atteggiamento dopo il gol del vantaggio. Ebbene, come è andata a Recife contro gli azzurri venerdì scorso lo sanno tutti: successo meritatissimo, con gol del numero 10 Bryan Ruiz e anche un sistema di gioco davvero di ottimo livello. Un risultato eccellente è già stato ottenuto: il Costa Rica era arrivato agli ottavi solo a Italia 1990 nella sua storia, anche allora con due vittorie nel girone (contro Svezia e Scozia). Dunque eguagliato il miglior risultato di sempre, ma la squadra vista nelle prime due giornate può fare ancora meglio. In casa inglese, i discorsi sono logicamente diversi: sconfitta sia contro l'Italia sia contro l'Uruguay, la squadra di Roy Hodgson è stata respinta con perdite in entrambe le sfide, confermando che a livello di Nazionale al calcio inglese manca sempre qualcosa per fare il salto di qualità. L'Inghilterra è l'eterna incompiuta, che parte sempre fra grandi speranze ma poi puntualmente affonda. Certo, farlo già al primo turno (e in sole due giornate) batte ogni record, e oltre Manica si dovrà riflettere molto su un campionato e un'attività di club probabilmente troppo stressante. La Premier League è senza dubbio bellissima, ma presenta il conto a fine stagione, inoltre essendo piena di stranieri riduce anche le possibilità di emergere per i talenti autoctoni. In questa stagione sono comunque riusciti a mettersi in mostra Daniel Sturridge e Raheem Sterling, che sono i due nomi dai quali si può ripartire, ma il Brasile ha affondato la vecchia guardia: Frank Lampard non pervenuto, Steven Gerrard deludente, Wayne Rooney finalmente in gol ad un Mondiale ma globalmente deludente. Adesso però è giunto il tempo di dare la parola al campo: Costa Rica-Inghilterra (Coppa del Mondo, girone D) sta per cominciare...