BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

Pagelle/ Croazia-Messico (1-3): i voti della partita (Coppa del Mondo 2014, girone A)

Pubblicazione: - Ultimo aggiornamento:

MESSICO

Ochoa 6.5: il grande protagonista della partita contro il Brasile non deve compiere grandi parate

Aguilar 6.5: sulla corsia destra ha passo e gamba, nella ripresa diventa un'arma per Herrera che lo fa spingere sempre più avanti. Le sue palle liftate in mezzo sono sempre molto pericolose;

F. Rodriguez 6.5: attento su ogni pallone, controlla gli attaccanti della Croazia a cui non da mai spazio. Si fa pericoloso anche davanti quando sale sui calci da fermo;

Rafa Marquez 7: usa l'esperienza di fronte alla forza fisica degli attaccanti della Croazia, che sono rapidi ma anche piazzati. Brutto intervento su Perisic nel primo tempo che gli costa il giallo. A venti dalla fine sale su un calcio d'angolo e butta dentro il sedicesimo gol in nazionale della sua carriera. Sul finire spizza un calcio d'angolo, favorendo il 3-0 di Hernandez;

Moreno 7.5: gioca una partita sontuosa, annientando di fatto Mandzukic che non la vede mai. Sulle sovrapposizioni di Olic e Perisic poi è puntale e preciso, usando il fisico ma con grande correttezza, una sorpresa. Grande salvataggio su Rebic a dieci dalla fine;

Layun 6.5: buon passo sulla corsia esterna, salta l'avversario e va sul fondo giocando con grande continuità e ottima qualità;

H. Herrera 6.5: dai suoi piedi nasce l'occasione migliore del primo tempo, quando con un fendente di sinistro coglie la traversa, nella ripresa cala vistosamente a livello fisico;

Vazquez 6.5: ha grande velocità e anima a centrocampo, mette i suoi muscoli al servizio della squadra recuperando una marea di palloni;

Guardado 7.5: grande prestazione del centrocampista offensivo, abile a giocare sulla corsia e anche dentro. E' quello dell'ultimo passaggio, anche se oggi gli attaccanti non concretizzano le sue invenzioni. Mette il sigillo, meritato, sulla partita con un gol su un'azione costruita con grande intelligenza dai centroamericani;

Giovani dos Santos 5: non riesce mai a trovare il guizzo, sempre chiuso tra i centrali della Croazia, rimane troppo largo e non sostiene Peralta, sostituito nella ripresa;

(61' Hernandez 6.5): grande intelligenza tattica quando sul secondo gol allarga il pallone e poi si butta dentro portandosi via l'uomo. Ha giocato poco, ma dato tutto quando è stato inserito;

Peralta 5.5: nel primo tempo si divora un gol gigantesco quando incespica su se stesso invece di calciare verso la porta. Corre in lungo e in largo, ma manca di precisione e cattiveria sotto porta quest'oggi;

(78' Pena sv)

All.Herrera 8: gioca bene il suo Messico, che fa della fase difensiva la sua arma più affilata. Prestazione sontuosa di Moreno dietro che guida una difesa davvero strepitosa. Davanti poi c'è tanta qualità e l'imbarazzo della scelta, considerando che il Chicharito Hernandez siede per la terza volta consecutiva in panchina. Grande dinamismo e voglia di fare, il merito è anche di Herrera.

 

(Matteo Fantozzi)



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.