BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

PROBABILI FORMAZIONI / Francia-Nigeria: i protagonisti (Coppa del Mondo Brasile 2014, ottavi di finale)

(Infophoto) (Infophoto)

C'è già un poso nella storia dei Mondiali per il c.t. Stephen Keshi, primo allenatore africano capace di andare oltre la fase a gironi. La Nigeria però negli ultimi giorni ha fatto parlare per le polemiche sui premi. Keshi ne ha parlato così: “I giocatori lottano per i loro diritti, spesso calpestati da chi gestisce i fondi. La Francia? Pensiamo agli ottavi come a una gara da vincere. Con questo spirito affrontiamo ogni match: la vittoria non è negoziabile. Nel 1994 ero arrivato agli ottavi da giocatori: eravamo fortissimi ma inesperti, e l'Italia aveva Baggio... Ora ci riproviamo, non siamo mai arrivati ai quarti e non c'è motivazione più grande”. La difesa, a partire dal portiere Enyeama, è stata un punto di forza per la qualificazione, anche se poi ha preso tre gol dall'Argentina: la solidità della squadra è comunque uno degli aspetti che Keshi cura di più nel suo 4-2-3-1. A centrocampo fondamentali i mediani Onazi e Obi Mikel in questo senso, mentre la produzione offensiva è affidata soprattutto alla fantasia di Musa e alle qualità del perno centrale Emenike.

Segnaliamo in particolare due nomi fra quelli dei giocatori della panchina nigeriana: si tratta di Moses e Ameobi, che per qualità ma pure per esperienza internazionale (giocano entrambi nella Premier League inglese) potrebbero essere gli innesti decisivi a partita in corso.

Da sottolineare l'indisponibilità di Babatunde, che toglie un centrocampista a Keshi. I diffidati sono molti: Obi Mikel, Omeruo e Oshaniwa. In caso di impresa, sarebbe auspicabile non perderli, altrimenti i quarti diventerebbero ancora più difficili.