BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

PROBABILI FORMAZIONI / Germania-Algeria: la sfida dei portieri (Coppa del Mondo Brasile 2014, ottavi di finale)

(Infophoto) (Infophoto)

Grande sorpresa della fase a gironi, l’Algeria è agli ottavi di finale con pieno merito: ha segnato tre gol in circa mezz’ora alla Corea del Sud e imposto il pareggio alla Russia che era nettamente più quotata. Vahid Halilhodzic, artefice di questo grande risultato, non cambia la sua squadra: al centro della difesa torna l’esperto Bougherra (fa coppia con Halliche), sulle corsie spingono Mandi e Djamel Mesbah che abbiamo imparato a conoscere in Italia; si è preso il posto da titolare con grande costanza. Dal centrocampo in su le cose migliori: la qualità del giovanissimo Bentaleb unita alla sostanza di Medjani, poi Feghouli e Djabou che sono quasi degli attaccanti aggiunti e dividono la linea della trequarti insieme a Brahimi, altro giocatore che vede bene la porta. Davanti gioca Slimani: sua la rete che ha mandato avanti la nazionale, suo anche uno dei quattro gol segnati alla Corea. 

Sta supendo, l’Algeria, anche perchè in panchina ha giocatori che possono agevolmente entrare a far parte del lotto dei titolari: per esempio Faouzi Ghoulam, che è reduce da una metà stagione davvero positiva con la maglia del Napoli, O per esempio Taider, usato con il contagocce nell’Inter ma già formato, o Ghilas che gioca nel Porto e sa come si segna. Occhio anche a Lacen e Yebda, centrocampista che ha raccolto esperienza in Italia (Napoli e Udinese), per la difesa c’è invece Belkalem che ha giocato la partita decisiva contro la Russia.

Non c’è nessuno indisponibile, ma in caso di storica qualificazione Halilhodzic rischia di perdere ben cinque giocatori: Cadamuro è riuscito a farsi ammonire dalla panchina per aver calciato lontano il pallone nei minuti finali della partita contro la Russia, sono sotto diffida anche Mesbah, Bentaleb, Bougherra e Ghilas. Tre di loro partono dal primo minuto: è chiaro che se affronti la Germania qualche cartellino giallo devi essere preparato a metterlo in conto.