BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Pagelle/ Costa Rica vs Grecia (6-4 dcr): i voti della partita (Coppa del Mondo 2014, ottavi di finale)

Karnezis 6: incolpevole sul gol subito, viene sorpreso dalla traiettoria beffarda del tiro di Ruiz. Per il resto comanda la difesa con grande spessore e autorità;

Torosidis 5.5: il terzino della Roma rimane schiacciato, senza riuscire a mai ad andare sul fondo come nelle sue caratteristiche. Impreciso e fuori tempo, non riesce mai nel passo in avanti. Nei supplementari mette dentro un pallone per Mitroglou, respinto da Umana;

Manolas 5.5: si lascia trasportare dal ritmo della partita, innervosendosi spesso. Dietro soffre la velocità di Campbell soprattutto nel primo tempo;

Papastathopoulos 7: la sua esperienza è determinante al centro della difesa, anche se pure lui si deve arrendere al gol di Diaz. Decisivo nel finale quando butta dentro un pallone che rimette in piedi la partita; 

Holebas 7: il migliore dei suoi, è una freccia sulla corsia sinistra quando si spinge in avanti. Tutte le possibilità, compresa la grandissima di Salpingidis nel primo tempo, arrivano dai suoi piedi. Nei supplementari tira fuori forze che si credevano perse, gioca sulla corsia con grande qualità. Preciso dal dischetto;

Maniatis 5: Non riesce a reggere la pressione e si lascia sfuggire gli interni della Costa Rica che gli cambiano sempre passo, lasciandolo dietro. Ingiustificata la rabbia quando viene sostituito a 15 dalla fine, immagine che ci saremo francamente risparmiati;

(75' Katsouranis 6.5): buona dose di esperienza che serve quando gli altri sono stremati nei supplementari. Grande intervento nel primo quando ferma un cross pericolosissimo di Grenes;

Samaris 5: nel primo tempo è tra i peggiori della Grecia, ci prova da fuori ma senza mai trovare la porta e soprattutto non sfruttando situazioni che potevano essere più vantaggiose. Nella ripresa la sua prestazione è ancora peggiore, con grande difficoltà rimane tra le linee e non riesce a imporre il suo gioco. Sostituito dopo il gol della Costa Rica;

(57', Mitroglou 6.5): entra acciaccato ancora con i postumi di una botta al fianco. Non riesce però a dare spessore alla manovra, senza riuscire mai a entrare nel gioco. Poi al minuto novanta è bravo a girare in porta un pallone, che Navas respinge sui piedi di Sokratis autore poi del pareggio. Un minuto dopo la gira violenta di testa e Navas impedisce alla Grecia di ribaltarla durante i tempi regolamentari. Freddo dal dischetto;

Karagounis 5.5: gioca un ottimo primo tempo, prendendo per mano la sua squadra. Cala vorticosamente nella ripresa, quando si vede un pò stanco in mezzo al campo e poco incisivo davanti. Non riesce a dare la scossa e finisce con lo scomparire dal campo;

Salpingidis 5: nel primo tempo si vede con una grande occasione, divorandosi un gol solo davanti a Navas. In realtà è l'unica volta che lo si vede, assente ingiustificato della partita esce a venti dalla fine per far spazio a una punta; 

(68' Gekas 5): entra e si da da fare senza continuità, impreciso e impacciato ci prova ma non ci riesce stasera. Mette una bella palla a Mitroglou alla fine dei supplementari. Decisivo in negativo, sbagli il calcio di rigore che consente alla Costa Rica di vincere;

Christodoulopoulos 7: uno dei migliori dei suoi, soprattutto nel primo tempo. Gioca in lungo e in largo dando modo ai suoi compagni di spaziare sul fronte offensivo. Nella ripresa cala come tutta la Grecia. Si risveglia, recuperando energie, nei supplementari quando salta gli avversari e prova sempre a creare problemi agli avversari. Freddo e preciso dal dischetto;

Samaras 5: delude la prestazione del centravanti ex Celtic, che parte bene ma sparisce presto nella ripresa. Non riesce a saltare l'uomo e non è mai pericoloso. Nei supplementari sembra non farcela più, rimanendo spesso troppo largo;

All.Fernando Santos 4: la sua Grecia non ha un'idea precisa di gioco, affidandosi spesso alle giocate dei singoli. Non riesce a dare spessore ai suoi talenti, che salvano la partita con un guizzo all'ultimo minuto. Immotivate le sue proteste a fine gara che gli costano l'espulsione nel momento in cui doveva stare vicino alla sua squadra;

 

(Matteo Fantozzi)

© Riproduzione Riservata.