BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Pagelle/ Olanda vs Messico (2-1): i voti della partita (Coppa del Mondo 2014 ottavi di finale)

Le pagelle di Olanda vs Messico, partita valida per gli ottavi di finale della Coppa del Mondo 2014: i voti della sfida disputata all'Estadio Castelao di Fortaleza tra Tulipani e Tricolor

(dal profilo Twitter ufficiale @FIFAWorldCup) (dal profilo Twitter ufficiale @FIFAWorldCup)

Termina 2-1 la partita tra Olanda e Messico disputata allo stadio 'Castelao' di Fortaleza. Gli 'Orange' hanno conquistato la vittoria e si sono guadagnati la qualficazione ai quarti di finale. Apre le danze Dos Santos all'inizio del secondo tempo con una splendida giocata, poi pareggia i conti Sneijder con un siluro da fuori area prima del 2a1 definitivo trasformato dal dischetto da Huntelaar. Eppure, specialmente durante il primo tempo, era stato il Messico a mostrare maggior intraprendenza con le iniziative insidiose di Layun pericoloso con il destro dal limite dopo pochi minuti, ancora al 13' con un tiro-cross che ha attraversato tutta l'area e sfiorato il tap-in di Dos Santos. Gli Olandesi rispondono con le ripartenze temibili di Robben ma trovano poco spazio tra le maglie verdi avversarie. Per il Messico ci prova ancora Salcido con una sassata dalla distanza ma Cillesen dice no. Il portiere dell'Olanda si oppone ancora a Dos Santos respingendo con il ginocchio un tiro in diagonale. Nella ripresa, invece, la copertina è tutta per il portiere Messicano Ochoa miracoloso su De Vrij, si ripete in diverse occasioni su Robben prima di arrendersi alle magie di Sneijder ed Hunteelar. Nonostante il gran caldo i gol e le emozioni non sono mancate. Il ribaltone è la ciliegina sulla torta.

Hanno creduto nella vittoria fino in fondo. Magiche le esecuzioni di Sneijder e di Huntelaar. Premiata la costanza.

La qualità dei giocatori non è all'altezza degli avversari. Ma la nazionale di Herrera ha saputo compensare il divario tecnico con organizzazione di gioco e corsa.

Non ha nessuna paura nell'assegnare il rigore sacrosanto su Robben allo scadere. Sicuro e coraggioso. Gara generalmente corretta.

Finisce 0-0 il primo tempo tra Olanda e Messico allo stadio 'Castelao' di Fortaleza. Match condizionato dal gran caldo, tuttavia le emozioni non sono mancate. Il Messico si è reso insidioso con le iniziative di Layun (6,5) e Dos Santos; il primo ci ha provato con un destro dal limite dopo pochi minuti, poi al 13 ha messo i brividi agli 'Orange' con un tiro-cross che ha attraversato tutta l'area e sfiorato il tap-in di Dos Santos. Gli Olandesi rispondono con le ripartenze temibili di Robben ma trovano poco spazio tra le maglie verdi avversarie. Per il Messico ci prova ancora Salcido con una sassata dalla distanza ma Cillisen dice no. Il portiere dell'Olanda si oppone ancora a Dos Santos respingendo con il ginocchio un tiro in diagonale. La stanchezza si fa sentire e proprio agli sgoccioli Robben terrorizza ancora la difesa verde servito in area da Van Persie (6,5) ma Moreno (6,5) gioca ancora d'anticipo. Tanti gli spunti positivi in questo match, di negativo invece il gran caldo che ha spezzettato i ritmi della partita.  Gara piacevole con diverse occasioni da goal. Ritmi limitati da una temperatura bollente. Nella ripresa ci aspettiamo la rete.  Pericoloso, veloce e sempre presente. Difficile superare l'ostico difensore Moreno.  Ci si aspetta qualche giocata di prestigio da un campione come Sneijder. Invece solo tanto lavoro di  smistamento.  Le sue incursioni e la sua imprevedibiltà hanno preoccupato non poco la difesa degli 'Orange'. Alla lunga può risultare una spina nel fianco.  Bene dietro male nella spinta. Già stanco?  Gara globalmente corretta. Il direttore di gara portoghese non ha avuto molto lavoro da fare in questo primo tempo. (Jacopo D'Antuono)