BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Calcio e altri Sport

Wimbledon 2014/ Oggi riposo, si riparte domani: Serena Williams eliminata, Bolelli per la storia (tennis)

Tennis Wimbledon 2014, oggi si osserva la tradizionale domenica di riposo. Fuori Serena Williams superata da Alize Cornet, Simone Bolelli cerca il colpo gross contro Kei Nishikori

Serena Williams, testa di serie numero 1, è fuori da WimbledonSerena Williams, testa di serie numero 1, è fuori da Wimbledon

Fine della prima settimana a Wimbledon. Come di consueto - e succede soltanto qui - la domenica di Londra è sacra: oggi non si gioca, si riposa e pazienza che ieri la pioggia sia caduta praticamente ininterrotta da mattino a tardo pomeriggio, facendo ritardare il programma del terzo turno che, infatti, non si è concluso. Si riparte lunedi, ma noi un primo sguardo a quanto è successo possiamo già darlo. Anzitutto, la notiziona del sabato: Serena Williams è fuori dal torneo. Eliminata per il secondo anno consecutivo prima di arrivare ai quarti, soprattutto la numero 1 del mondo (che ha perso da Alizé Cornet in tre set, avendo vinto il primo) fallisce il terzo Slam consecutivo, fermandosi agli ottavi o anche prima. Domanda, che viene legittima: è la fine del suo regno? Gli anni saranno 33 a settembre, quanto fatto nelle ultime due stagioni è impressionante, ma il fisico che tanto l’ha aiutata a dominare sulle altre può anche essere un fastidio. Sarebbe la prima volta dal 2011 che Serena non vince uno dei quattro Slam (mancano gli US Open), soprattutto sarebbe la prima stagione dal 2006 senza una finale in un Major. Capite bene la proporzione: un grande sussulto, che ha fatto tremare il tabellone come già era accaduto lo scorso anno. Adesso opportunità per tutte: gode Maria Sharapova che la eviterà nei quarti, anche se prima la russa dovrà concentrarsi su Angelique Kerber e non è che Cornet o - peggio - Eugenie Bouchard che ha vinto un bel match contro Andrea Petkovic siano avversarie morbide (anzi). Gode Simona Halep, la testa di serie numero 3 che ha faticato al secondo turno ma ieri ha spazzato via la diciassettenne Belinda Bencic, che avrà un futuro da Top Ten e anche di più. Gode Sabine Lisicki, la finalista del 2013: era stata lei a far fuori Serena un anno fa, ma l’emozione l’aveva inchiodata nell’ultimo atto contro Marion Bartoli. Ora ha l’occasione della vita: ieri sera ha vinto il primo set (6-4) contro Ana Ivanovic in quella che è la sfida di terzo turno più bella, poi l’organizzazione (pessima) ha fatto giocare due game (1-1) e interrotto per oscurità, mentre su altri campi si continuava. Non si poteva fermare la baracca a fine primo set? Misteri;