BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Pagelle/ Italia-Lussemburgo (1-1): i voti della partita (amichevole internazionale)

Italia

BUFFON 5,5 Mai seriamente impegnato da tiri difficili, il goal non è colpa sua ma non dà la solita sicurezza sembrando a volte teso ed agitato.

ABATE 6 Non male a destra, trae giovamento dall'inserimento di Cassano che gli mette palla sulla corsa.

BONUCCI 5,5 Diverse incertezze nel primo tempo, per fortuna non fatali.

CHIELLINI 6 Tiene la posizione.

DE SCIGLIO 6,5 Forse il migliore dei suoi, il giovane milanista si comporta bene sulla fascia sinistra, sulla quale viaggia anche forse con troppa irruenza, è quello che si esprime meglio nel proprio ruolo.

DE ROSSI 6,5 Lavoro fondamentale per far quadrare il centrocampo.

VERRATTI 6 Sembra trovare un buon posizionamento in mezzo al campo, così da riuscire a scambiare coi compagni e a produrre giocate di gran qualità ma a lungo andare si perde e il compito affidatogli sembra non giovargli.

PIRLO 6 La solita certezza e una delle poche sicurezze dell'Italia.

MARCHISIO 6,5 Schierato prima da mezz'ala, la giocata in coppia con Balotelli è un inserimento da manuale.

CANDREVA 6 Buona prestazione offerta per ritagliare un posto da titolare.

BALOTELLI 6 Molto bravo nell'aspettare Marchisio e fornirgli l'assist vincente, l'entrata in campo di Cassano lo galvanizza ma il suo bottina non và oltre una traversa.

CASSANO 6,5 Dà la scossa alla squadra in un momento di buio ma il suo inserimento non basta.

AQUILANI 5 Sembra spaesato e sul goal del Lussemburgo si vede chiaramente come cerchi di intervenire su Chanot con ben più di un attimo di ritardo.

CERCI e PAROLO 6 Entano con Insigne e Ranocchia a pochi minuti dalla fine ma a differenza dei compagni, il granata e il parmense cercano di dare il loro contributo con due conclusioni che impensieriscono Moris.

INSIGNE e RANOCCHIA Senza Voto Il giovane napoletano non riesce ad entrare nel vivo dell'azione e Ranocchia, che al mondiale non ci andrà, è stato inserito a sorpresa.

All.PRANDELLI 5 A pochi giorni dal Mondiale non si riesce ancora a capire bene quale quadratura voglia dare alla squadra. Con i cambi ha stravolto moduli, gioco e soprattuto marcature, propiziando il pareggio avversario invece di dare qualcosa in più a una Nazionale che non ha dimostrato di sapersi imporre.

(Alessandro Rinoldi)