BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Pagelle/ Argentina vs Svizzera (1-0 dts): i voti della partita (Coppa del Mondo 2014, ottavi di finale)

Argentina

Gran parata nel primo tempo su Xhaka. Poi lunghi periodi di inoperosità fattiva ma concentrazione sempre alta.

Nei supplementari sfrutta il serbatoio capiente ed è tra i più positivi, prima però ha sofferto molto le accoppiate Mehmedi-Rodriguez.

Senza entusiasmare il suo lo fa: concede poco a Drmic, giusto un'occasione in contropiede in cui però sbaglia tutto il reparto.

Pochi fronzoli anche per lui, lascia qualche spazio ma è una minaccia davanti, in quasi tutti i calci piazzati.

Riduce il raggio d'azione di Xhaka e alla lunga aumenta il voltaggio offensivo: nella ripresa è quasi sempre pronto al cross dal 105'BASANTA 6 Un tempo supplementare per lui: sempre in appoggio all'azione sulla corsia sinistra.

Un primo tempo effervescente e un secondo più liscio: alla lunga gli prendono le misure dal 74'PALACIO 6,5 Spreca qualche buon pallone in area, che solitamente valorizza meglio; ma è lui a dare il la all'azione decisiva.

Un riferimento costante ma poco creativo: riceve e smista decine di palloni, quasi sempre sceglie la via di passaggio più facile. Non un demerito ma forse un limite dal 106'BIGLIA 6 Prende il posto di Gago e ne assume le mansioni, qualche metro più avanti perché l'Argentina nel finale spinge di più.

Giocando da difensore si è specializzato nel mordere caviglie e recupero palla; quando si tratta di impostare è più in difficoltà.

Macina chilometri e produce numeri, ad esempio 11 conclusioni di cui 10 in porta e soprattutto una in rete, mentre non si contano i dribbling nello stretto e le accelerazioni insidiose. Un pò 'venezia', ma -perdonateci- chissenefrega.

L'assist decisivo, che esalta una partita da normale sorvegliato speciale, ricorda il Maradona-to-Burruchaga di Messico '86. Non è in finale? Chissenefrega bis.

Dopo un primo tempo difficile capisce che non è la sua giornata: si rende utile per la squadra ma non vede quasi mai la porta.

All.SABELLA 6,5 Riesce a far convivere quattro punte sotto un tetto: ciononostante l'Argentina risulta spesso prevedibile, avrebbe forse bisogno di un centrocampista più creativo.