BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Calcio e altri Sport

Germania-Argentina/ La finale più giusta, sperando non sia noia "Olimpica" (Coppa del Mondo 2014)

Germania-Argentina: un'immagine della partita dei quarti di finale 2010 (Infophoto)Germania-Argentina: un'immagine della partita dei quarti di finale 2010 (Infophoto)

Del Brasile abbiamo detto, una partita si può sempre sbagliare ma più che una scarsa organizzazione e una mancanza di talento ha pagato lo shock psicologico di trovarsi sotto nella semifinale attesa da una vita, senza i suoi leader in campo si è sciolto e i valori visti al Mineirao si sono così alterati irreparabilmente, pur detto che questa nazionale non avrebbe meritato di arrivare fino in fondo per tutte le titubanze mostrate nel cammino. L’Olanda manca il bis sul traguardo: aveva vinto la lotteria dei rigori ai quarti, ha perso quella in semifinale. Louis Van Gaal si è dimostrato un genio della tattica ingabbiando Messi e rendendo inoffensiva l’Argentina, ma in due partite non è riuscito a segnare (i suoi ne avevano fatti 10 nel girone e due al Messico) e, al di là della sfortuna contro la Costa Rica, ha giocato costantemente sotto ritmo come se aspettasse qualcosa che non è mai arrivata. Sarà iellata, la nazionale orange, non lo neghiamo; ma ieri sera si è fatta del male con le sue stesse mani. Dunque sì: Germania-Argentina è la finale più giusta. La speranza è che ne venga fuori uno spettacolo stile Azteca piuttosto che una noia alla Olimpico; lo sapremo domenica sera, quando i tedeschi vinceranno il loro quarto titolo mondiale oppure l’Albiceleste farà tris.

(Claudio Franceschini)

© Riproduzione Riservata.