BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Pagelle/ Brasile-Olanda: i voti della partita (finale terzo posto, Coppa del Mondo 2014)

Thiago SIlva (Foto: Infophoto) Thiago SIlva (Foto: Infophoto)

OLANDA
Cillessen 7: magari non sarà un grande para rigori, come ci vogliono far pensare le scelte di Van Gaal, ma tra i pali ci sa fare. Neanche un pericolo per i suoi e tanta personalità. Buona prestazione anche oggi, come il suo ottimo Mondiale;
(92' Vorm sv)
De Vrij 6.5: gioca con spessore alla sinistra di Vlaar, riesce a tenere alta la concentrazione e arriva sempre primo di testa. Ottimo Mondiale;
Vlaar 7: prestazione di grande fisico al centro della difesa, dove non concede niente ai suoi avversari. Cinico e mai senza mezzi termini, gioca sempre alto e in anticipo;
Martins Indi 6.5: probabilmente uno dei punti deboli di questa Olanda, oggi però non sbaglia niente giocando una buona partita;
Blind 7: gioca con grande applicazione nel primo tempo e viene premiato il suo ottimo Mondiale da un gol più importante che bello. Esce nella ripresa per infortunio dopo che si era reso protagonista con Oscar di un rigore che poteva starci;
(70' Janmaat sv)
Clasie 6.5: gioca bene questo giovane che in patria ha buona stampa, visto come una via di mezzo addirittura tra Pirlo e Iniesta. Di sicuro un pò un'esagerazione, ma il prospetto c'è tutto per una buona carriera;
(89' 
Veltman sv)
De Guzman 6.5: corsa e buona tecnica, gioca con grande spirito tra le linee. Buttato dentro per il ko di Sneijder si fa trovare pronto;
Wijnaldum 7: parte un pò in affanno nel primo tempo, crescendo e venendo fuori nella ripresa. Ha la gioia poi di mettere dentro al 91mo il gol del 3-0. Ottimo Mondiale e grande futuro anche per lui;
Kuyt 7: lo davano come un giocatore a fine carriera, ma è uno strepitoso interprete di questa grande Olanda. Sulla corsia fa le due fasi alla perfezione, straordinario;
Van Persie 6.5: freddissimo dopo due minuti mette dentro il calcio di rigore del 1 a 0. Gioca una partita di spessore, anche se di rado mette in difficoltà la difesa verdeoro. E' al servizio della squadra sempre, da leader e contro tutte le chiacchiere fatte su di lui in questa settimana;
Robben 8: pronti via si infila alle spalle di Thiago Silva, guadagnandosi il calcio di rigore del 1-0. Entra nell'azione del raddoppio con un grande pallone tagliato verso l'esterno dell'area di rigore. E' il migliore dei suoi per qualità e grande stato fisico. Salta l'uomo e gioca palla semplice, senza mai strafare. Sopperisce all'assenza di Sneijder con grande esperienza;

All. Van Gaal 8: chiude il Mondiale da imbattutto, come l'Olanda non aveva mai fatto. Se la riderà ora a Mondiale finito dopo le continue critiche a una squadra che senza Strootman non doveva andare lontano. Invece chiude da primo il girone con Cile e Spagna dove era dato per spacciato. Arriva in fondo, inchinandosi solo all'Argentina di Messi ai calci di rigore. Stratega ai quarti con la mossa Krul. Mette in mostra tanti giovani talenti, che hanno giocato un Mondiale da protagonisti.

M.F.

© Riproduzione Riservata.